• Scarica l'app

Buon compleanno, Fiorella

Buon compleanno, Fiorella

La cantante ha festeggiato in diretta su Radionorba

Fiorella Mannoia è stata su Radionorba per una giornata davvero speciale. Con noi ha festeggiato il suo compleanno con una torta a sorpresa in diretta.
L’intervista parte dopo che Fiorella ha spento la candelina e ha espresso, ovviamente in segreto, il suo desiderio di compleanno.
Fiorella ripercorre la sua carriera e racconta della sua partecipazione al festival di Castrocaro a 14 anni. Il suo papà cantante per diletto si accorge presto dell’inclinazione alla musica di Fiorella cantava a tutte le feste di famiglia. Racconta Fiorella sorridendo: “Tutto merito di papà che invece di raccontarmi le favole da piccola mi raccontava dei personaggio delle opere. conoscevo tutto di tutti e quella che mi appassionava di più era Tosca, che muore come tutte le donne delle opere, ma almeno ammazza il cattivo prima di morire!”

Il suo nuovo album si intitola “Personale” e il filo conduttore del disco è l’amore in senso universale, raccontato in tredici tracce in cui si parla di tolleranza, speranza ed empatia.
Di recente Fiorella ha scoperto la passione per la fotografia, cominciata per caso: ” Eravamo a New York nella fase finale del tour precedente e uno dei miei collaboratori ha comprato in un megastore una macchina di quelle super. Lì mi sono detta..quasi quasi la compro anche io e da allora è cambiato il mio modo di guardarmi intorno e di vedere la realtà. cerco sempre intorno a me qualcosa da fotografare o da raccontare con le immagini. E’ diventata una grande passione e ad ogni canzone del disco ho deciso di abbinare una fotografia.”
Le canzoni di questo disco Fiorella le ha scritte con altri autori. “Ho scritto poco io per questo album, anche perchè avevo tantissime belle canzoni e perchè scegliere di cantare le mie quando le altre erano più belle? Sono tornata a collaborare con Ivano Fossati e Federica Abbate. Con Federica avevo già lavorato per “Combattente” e con lei ho scritto “Imparare ad essere una donna”. Un pezzo che mi piace molto e che è partito da una frase che diceva Marguerite Yourcenar e cioè che non si nasce donna ma si impara ad essere una donna. La stessa cosa vale per gli uomini. Dalla vita, dagli errori impariamo sempre qualcosa.”
Fiorella sarà in tour da maggio e pensando alla scaletta dei suoi concerti svela che è sempre in dubbio se inserire o meno “Quello che le donne non dicono”: “Sono trent’anni che canto questa canzone e mi chiedo se la gente magari non si è stufata…. poi vedo che appena partono le prime note si entusiasmano e allora mi dico…ma sì!”

Angela Tangorra