Ascolta Guarda

E’ morto Gianni Boncompagni, l’uomo che rivoluzionò la radio e la tv

Molti giovani speaker radiofonici forse non sanno neanche chi sia, ma senza Gianni Boncompagni oggi farebbero un altro lavoro. Boncompagni è morto a 84 anni, nella sua casa romana. E per ricordarlo bastano poche parole: “Fu l’uomo che rivoluzionò la radio e la televisione”. Un nome, quello di Boncompagni, che viene associato a Renzo Arbore. Nel 1965 sulla Radio di Stato parte la trasmissione “Bandiera Gialla” impregnata di Swingin London, come il Time definirà la cultura pop che da Londra condizionerà il mondo. La Radio di Stato avverte il colpo: trasmette Battisti, Patty Pravo e poi dialoghi mai ascoltati nella controllatissima e ovattata emittente di Stato. L’umorismo di Arbore e Boncompagni, elegante ricercato non privo di doppi sensi capace di incidere anche sul linguaggio comune, apre le porte all’improvvisazione che raggiunge il massimo nel programma “Alto gradimento”: c’è l’immancabile Arbore, Bracardi, Mario Marenco. Si trasmette la musica di Louis Armstrong e subito dopo i Cugini di Campagna. Nulla è scontato. Si improvvisa, si cade nel demenziale, si ride e chi ascolta si rilassa: leggerezza ma anche impegno e riflessioni, magari lasciate a metà. Nessuna volgarità.
I dirigenti Rai chiedevano i copioni da approvare e i due ragazzi terribili, Arbore e Boncompagni, li convincevano che in “America i copioni non esistono” e ogni giorno ne combinavano una mentre i dirigenti ingoiavano il rospo sentendosi però molto “americani”. Il debutto in tivvù avviene sempre nel segno della Radio: nel 1977 Boncompagni firma Discoring, un programma riservato e dedicato solo alla musica leggera. Seguono “Pronto, Raffaella”, condotto da Raffaella Carrà, sua fidanzata per almeno un decennio, “Pronto, chi gioca?” con Enrica Bonaccorti, crea “Domenica In”, il primo contenitore di spettacolo e informazione della domenica pomeriggio. Nel 1991, su Canale 5, lancia il programma “Non è la Rai”, che diventa un fenomeno di costume: la prima edizione fu condotta da Enrica Bonaccorti, la seconda da Paolo Bonolis e le ultime due da Ambra Angiolini. Celebre l’immagine di Angiolini diretta, attraverso l’auricolare, da Boncompagni che diventa anche il conduttore occulto della trasmissione, ma che tutti possono sentire. Anche questa una fantastica parodia della tivvu’ e delle “ragazze sceme”. Tra l’altro fu uno dei programmi che l’allora Fininvest trasmise in diretta. Boncompagni firma programmi che diventano “cult”, come i protagonisti o le comparse. Ma la sua passione è anche la musica. E’ lui l’autore di “Ragazzo triste” cantata da Patty Pravo, de “Il mondo”, successo mondiale di Fontana, e di molte canzoni della Carrà come “Tuca Tuca” o “A far l’amore comincia tu”.
“Ci siamo divertiti tanto”, ripete Arbore.
A Boncompagni la tivvù non piaceva più. Troppi format, troppe ricette studiate, troppi copioni, troppi burocrati ignoranti, troppi codardi che non vogliono sperimentare, troppi uomini tristi che non vogliono divertirsi.
Maurizio Angelillo

Musica & Spettacolo

Levante diventa mamma

L’annuncio che rende felici i fan è arrivato sui social 

La statua di Dalla e Battiato pronta nel 2022

Sarà realizzata a Milo, vicino Catania. Omaggio ai due artisti con lo sguardo verso l’Etna

Sport

Juventus, Dybala e Morata fuori fino a metà ottobre. Salteranno Chelsea e Torino

I due attaccanti sono usciti per infortunio nella partita di ieri contro la Sampdoria

Leggerissime

Critiche alla statua della Spigolatrice di Sapri: “E’ sessista”

L’autore: “Sono allibito. La mia statua rappresenta un ideale di donna fiera”

Nicolas Cage, ubriaco e molesto cacciato da un locale

La caduta della star raccontata dal Sun

 
  Diretta

Top News

Vaccini: terza dose subito a ultra ottantenni e a personale e ospiti delle Rsa

Per il resto della popolazione si valuterà l’andamento epidemiologico Terza dose subito agli ultra ottantenni, al personale e agli ospiti delle residenze socio sanitare per…

Caso Consip, rinviato a giudizio Tiziano Renzi, papà dell’ex presidente del Consiglio. Un anno a Denis Verdini

Rinviato a giudizio Tiziano Renzi, padre dell’ex presidente del Consiglio Matteo Renzi. Traffico di influenze illecite è l’accusa ipotizzata dalla Procura di Roma sul caso…

Si impicca in cella il presunto assassino di Chiara Ugolini

L’uomo entrò in casa della ragazza da una finestra Si è tolto la vita in carcere a Verona, impiccandosi, Emanuele Impellizzeri, il 38enne arrestato con…

Covid, 1772 casi in Italia. Incidenza all’1,4%. Aumentano i ricoveri

Sono 1772 i casi di covid accertati o confermati oggi in Italia, su 124.077 tamponi ( molecolari e antigenici ) analizzati. L’indice di contagiosità è…

Locali

Perdono il controllo dell’auto e finiscono contro un muretto a secco: morta coppia di Cassano

Marito e moglie, Saverio Casella e Angela Di Gregorio, sono le vittime di un incidente stradale avvenuto sulla provinciale 236 tra Cassano delle Murge e…

Detenuto evaso dal Policlinico di Bari, rintracciato e arrestato a Lecce

È stato rintracciato e arrestato a Lecce il detenuto 39enne Vincenzo Rosetti, evaso ieri sera dal pronto soccorso del Policlinico di Bari dove si trovava…

Covid: in Puglia stabile l’incidenza, mentre calano positivi e ricoveri. In Basilicata 15 nuovi casi

In Puglia, su 6284 test analizzati, 57 sono risultati positivi con due decessi. Stabile rispetto a ieri l’incidenza, pari allo 0,9%. Le province più colpite…

Ilva, l’ex commissario Laghi agli arresti domiciliari per corruzione

Un patto corruttivo basato su scambi di favori e utilità per limitare i guai giudiziari dell’ex Ilva di Taranto in amministrazione straordinaria. È l’ipotesi accusatoria…

Made with 💖 by Xdevel