Ascolta Guarda

Sicilia in giallo da lunedì, oggi l’annuncio. Dieci le regioni a rischio moderato, indice Rt in lieve calo

La Sicilia si prepara a entrare in zona gialla a partire da lunedì. Oggi, giorno in cui si riunirà la Cabina di regia, è atteso l’annuncio del ministero della Salute. L’isola sarà dunque la prima regione italiana a cambiare colore in base ai nuovi criteri approvati a fine luglio. In Sicilia è infatti occupato il 19,4% dei posti in area medica e il 12,1% di quelli in terapia intensiva. Numeri superiori alle soglie fissate dal ministero (10% in terapia intensiva e 15 in area medica). L’incidenza nella settimana dal 20 al 26 agosto è la più alta d’Italia con 200,7 casi ogni 100mila abitanti, a fronte della soglia di 50 fissata da Roma.

In zona gialla non cambiano le regole sugli spostamenti, ma torna l’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto, mentre nei bar e nei ristoranti il numero massimo di persone che possono sedere allo stesso tavolo è quattro se non conviventi.

Secondo il monitoraggio settimanale condotto dall’Istituto Superiore di Sanità e ministero della Salute, il rischio moderato riguarda altre nove regioni e province autonome italiane. Si tratta di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Liguria, Piemonte, Provincia autonoma di Trento, Puglia e Valle d’Aosta. In lieve calo l’indice di trasmissibilità, passato da 1,1 della scorsa settimana a 1,01, mentre l’incidenza nazionale è passata da 74 a 77 casi ogni 100mila abitanti.

Sotto osservazione anche la Sardegna, dove si registra l’11,2% dei posti occupati in terapia intensiva (+1,2% rispetto alla soglia critica) e il 14 in area medica (-1 rispetto al limite fissato da Roma), e la Calabria, dove è occupato il 15,2% dei posti in area medica e il 5,9% in terapia intensiva. In Sardegna l’incidenza è di 148,5 casi ogni 100mila abitanti, in Calabria è di 101,5 casi ogni 100mila abitanti.

Vincenzo Murgolo

Musica & Spettacolo

Ron in diretta su Radio Norba

In collegamento con i nostri studi martedì, 17maggio, alle 11

Leggerissime

Maneskin, bagno nel mare pugliese

Victoria provoca nuda tra i fiori 

Estate, torna la voglia di vacanze degli italiani

Confturismo Confcommercio, solo 4 su 10 però hanno già prenotato

Il viaggio della musica 300x250

 
  Diretta

Top News

Trova la convivente in casa con un altro uomo e l’accoltella: la ragazza è gravissima. L’uomo piantonato in ospedale

Torna a casa e accoltella la convivente, in camera da letto con un altro uomo. E’ successo nella notte tra sabato e domenica in un…

Covid, in Italia si conferma la tendenza in discesa dei contagi

 In Italia, sono 13.668 i casi di Covid su 104.793 tamponi analizzati. Il tasso di positività scende dal 14% al 13%. Si conferma il trend…

Mosca: “Insopportabile l’entrata di Svezia e Finlandia nella Nato, conseguenze di vasta portata”. La Renault in Russia diventa di proprietà dello Stato

L’ingresso di Svezia e Finlandia nella Nato “è un errore con conseguenze di vasta portata” dice il viceministro degli Esteri russo, Sergei Ryabkov, dopo che…

Nato, al via una delle più grandi esercitazioni nei Paesi Baltici. In Estonia 15mila soldati da dieci Paesi. Ci sono anche Usa, Regno Unito, Finlandia e Svezia

Nome in codice Hedgehog. E’ una delle più grandi esercitazioni nella storia dei Paesi baltici da parte della Nato che prende il via oggi in…

Locali

Porto Cesareo, molestata 22enne all’uscita di un ristorante. Il fidanzato e gli amici picchiano l’uomo che le si è avvicinato

Un uomo avrebbe molestato all’uscita da un ristorante una ragazza di 22 anni. Per tutta risposta il fidanzato di lei, insieme ad altri tre amici,…

Appalti truccati, torna libero ex vicesindaco di Polignano a Mare. Sei le gare su cui sarebbero state accertate irregolarità

Torna libero l’ex vicesindaco dimissionario di Polignano a Mare, Salvatore Colella, agli arresti domiciliari dal 21 aprile scorso nell’ambito di un’indagine su presunti appalti truccati…

Mafia, chieste 135 condanne per estorsioni e droga nel Barese. Pene richieste anche per boss e capi clan: esercitavano illecito controllo sui territori

Sono 135 le condanne, a pene comprese tra i 20 anni e i 22 mesi, chieste dalla Direzione distrettuale antimafia di Bari nei confronti di…

Ex Ilva di Taranto, Procura contraria a dissequestro dell’area a caldo. Gli impianti furono sequestrati nel 2012, in seguito fu concessa facoltà d’uso

La Procura di Taranto ha espresso parere negativo in merito all’istanza di dissequestro degli impianti dell’area a caldo dello stabilimento siderurgico presentata il 30 marzo…

Made with 💖 by Xdevel