Ascolta Guarda

Stretta di mano troppo forte: un imprenditore di Busto Arsizio finisce a processo e rischia una multa di 400 euro

Una stretta di mano talmente forte che un imprenditore della provincia di Varese si è trovato a processo a Busto Arsizio con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale.
I fatti risalgono al 2016, anno in cui l’azienda del 40enne, con sede a Cantello, operativa nel settore della lavorazione
delle materie plastiche, fu visitata da due ispettrici dell’ufficio territoriale del lavoro. Sono state proprio le due donne, in servizio quali pubblici ufficiali, a denunciare l’imprenditore perché, a loro dire, in un caso avrebbe stretto in modo troppo forte la mano di un’ispettrice, mentre nell’altro si sarebbe posizionato a una trentina di centimetri di distanza dalla seconda addetta ai controlli iniziando a gridare. Comportamento che alle due donne risultò, violento, minaccioso e intimidatorio.
Al processo la difesa ha portato diversi elementi per giustificare il comportamento dell’uomo: era appena uscito dal reparto produzione e aveva ancora i tappi antirumore nelle orecchie che giustificavano l’alto tono di voce del 40enne. E la stretta di mano tropo forte a parere di chi l’ha ricevuta non può essere considerata una minaccia anche in conseguenza del fatto che l’imputato ha un fisico piuttosto massiccio. Possibile una sanzione da 400 euro. A maggio la sentenza.

Musica & Spettacolo

Domenico Modugno, un nuovo disco a trent’anni dalla sua scomparsa

Si intitola “Come in un sogno di mezza estate” e sarà disponibile dal 24 maggio

Amadeus: “Mai fatto richieste per familiari o contro altri”

Il conduttore parla in un messaggio sui social dopo il suo addio alla Rai

Leggerissime

Il cibo è la prima ricchezza dell’Italia

Il dato in occasione della prima Giornata del Made in Italy. Il vino è la voce principale dell’export

 
  Diretta

Top News

Continua la corsa del prezzo della benzina, quasi 2 euro al litro al self. Stabile il diesel

In continuo aumento il prezzo della benzina, mentre resta stabile il diesel. Dai dati comunicati dai gestori all’Osservaprezzi del Mimit, aggiornati alle 8 del 16…

Copenaghen, incendio distrugge il palazzo della Borsa, crollata la celebre guglia

Un grosso incendio è divampato nell’edificio della Borsa nel centro storico di Copenaghen, risalente al XVII secolo, facendone crollare la famosa guglia alta 54 metri.…

Israele risponderà all’Iran, Teheran: “La replica sarà ancora più forte”. Ma Netanyahu rassicura: “Nessun pericolo per i Paesi arabi”

Netanyahu afferma che “Israele risponderà all’attacco dell’Iran” e Teheran dovrà aspettare “nervosamente senza sapere quando” accadrà. “Qualsiasi aggressione incontrerà una risposta ancora più forte”, minacciano…

Ponte sullo Stretto, arriva un esposto di tecnici messinesi che potrebbe bloccare l’opera

Dubbi sulla regolarità di pareri e documenti presentati per la costruzione del ponte sullo Stretto. Un esposto alla Procura di Messina e alla Corte dei…

Locali

Rifiuti nel bosco urbano di Capurso, denunciato un imprenditore leccese

Rifiuti sversati illegalmente nell’area del bosco urbano a Capurso, nel Barese. Il Comune aveva previsto di adibire l’intera a spazi per cittadini, con strutture per…

Comunali Bari, Leccese e Laforgia restano entrambi in campo. Il comunicato congiunto: divisi al primo turno, ma dalla stessa parte

Vito Leccese e Michele Laforgia, in un comunicato congiunto, hanno spiegato che resteranno entrambi in campo come candidati sindaco di Bari. Nonostante questa divisione, si…

Secondo assalto in due giorni a un Postamat nel Salento, danni ingenti

Un nuovo assalto al Postamat nel Salento, questa volta a Tricase, a 24 ore da quello a Castrignano del Capo. Anche in questo caso i…

Giovane ferito in agguato a Bari, cinque arresti, due sono minorenni

Ci sono anche due minorenni tra le cinque persone di età compresa tra i 16 e i 23 anni, tutte di Bari, arrestate dai carabinieri…

Made with 💖 by Xdevel