Ascolta Guarda
Marinelli Medical

5 maggio 2002: un’ultima giornata di campionato incredibile

Diciannove anni fa lo scudetto della Juventus dopo la sconfitta dell’Inter contro la Lazio

“C’è poco da dire. Stiamo godendo!”. Parole che Antonio Conte, oggi allenatore dell’Inter campione d’Italia, non ha pronunciato domenica scorsa, ma diciannove anni fa, al termine di un finale di campionato tra i più incredibili di sempre e ancora oggi oggetto di battute e sfottò.

Il 5 maggio 2002 è in programma l’ultima giornata di campionato. La classifica recita: Inter 69 punti, Juventus 68 e Roma 67. Quel giorno sono in programma Lazio-Inter, Udinese-Juventus e Torino-Roma. All’Olimpico di Roma l’antico gemellaggio e la paura di un nuovo scudetto romanista porta i tifosi laziali a tifare per l’Inter anziché per la propria squadra. Tutti i tifosi sono muniti di radio per seguire in diretta i risultati. A Udine la Juventus chiude la pratica in meno di un quarto d’ora. All’Olimpico l’Inter passa per due volte in vantaggio, ma perde per 4-2 chiudendo addirittura al terzo posto in virtù della vittoria della Roma a Torino. Gli uomini-simbolo della giornata sono il laziale Poborsky, autore di una doppietta, e il terzino interista Gresko, protagonista di un retropassaggio sciagurato in occasione del secondo gol avversario e da allora simbolo degli acquisti sbagliati dal presidente interista Moratti in quegli anni.

Domenica scorsa, a quasi 19 anni di distanza, il destino si è divertito a rimescolare le carte. L’Inter ha vinto lo scudetto avendo in panchina Antonio Conte, che nel 2002 era uno dei calciatori simbolo della Juventus. I bianconeri, dopo nove scudetti consecutivi, hanno ottenuto proprio a Udine una vittoria fondamentale in chiave Champions League. “Corsi e ricorsi storici”, avrebbe detto qualcuno.

Vincenzo Murgolo

Musica & Spettacolo

Mahmood, il nuovo brano è “Ra ta ta”

Sarà in tour per tutta l'estate

Santi Francesi, da oggi il singolo “tutta vera”

Il brano esca a pochi giorni dalla partenza del tour estivo

Leggerissime

G7, i look della cena al castello di Brindisi – Le foto

Dall’abito lungo con corpetto a rete di Meloni al tailleur pantaloni di Laura Mattarella. Il baciamano di Macron alla premier italiana dopo le tensioni …

G7 Puglia, first lady in tour tra Egnazia e Alberobello

In giro con un treno storico per la Valle d'Itria

 
  Diretta

Top News

Due naufragi in mare al largo delle coste italiane, decine di morti e dispersi

Due naufragi in mare nel giro di poche ore hanno causato la morte di decine di migranti. La speranza si è infranta nonostante le condizioni…

Greenpeace Italia, Nord si tropicalizza e Sud si desertifica

Un Nord sempre più caldo, con un clima tropicale e un Sud sempre più desertificato, dove la siccità mette a rischio coltivazioni fondamentali per la…

G7, il video tra Meloni e Modi a Borgo Egnazia diventa virale in India

E’ diventato virale in India il video pubblicato sui social media in cui la premier italiana Giorgia Meloni accoglie a Borgo Egnazia, al vertice del…

Colpo di calore mentre compiono pellegrinaggio alla Mecca, morti sei fedeli

Stavano compiendo l’annuale pellegrinaggio Hajj alla Mecca, quando sei persone sono morte a causa di un colpo di calore. Le temperature infatti hanno sfiorato i…

Locali

Foggia dice addio a Matteo Tatarella, giornalista e fratello di Salvatore e Pinuccio

È morto la notte scorsa a Foggia all’età di 84 anni Matteo Tatarella, giornalista ed editore di lungo corso sin dai primi anni Settanta, in…

Salento, due persone morte per un malore in mare in 24 ore

In 24 ore sono state due, nel weekend le persone morte per un malore, probabilmente dovuto al caldo, in Salento. Una turista bellunese di 73…

Omicidio Notarangelo nel Foggiano, si segue la pista dell’agguato mafioso

Potrebbe celarsi la mano della criminalità organizzata mafiosa dietro l’omicidio di Bartolomeo Pio Notarangelo, il 36enne ucciso in una zona impervia del Gargano, in località…

Matera, rubava gioielli nella casa in cui lavorava come baby sitter: denunciata 26enne con due complici

Indagate a Matera tre donne, tutte del posto, per furto in abitazione, ricettazione, detenzione di armi clandestine e munizioni. Secondo quanto ricostruito, una delle tre…

Made with 💖 by Xdevel