Ascolta Guarda
Regione Puglia - Battiti Live 2022

Appalti truccati a Matera, tre persone ai domiciliari. C’è anche un ex dirigente delle Opere pubbliche

C’è anche un ex dirigente alle Opere pubbliche del Comune di Matera tra le tre persone finite ai domiciliari nell’ambito di un’indagine su presunti appalti truccati per 20 milioni di euro condotta dalla Guardia di Finanza e coordinata dalla Procura della Repubblica della Città dei Sassi. Ai domiciliari si trovano anche un dirigente della Provincia e un libero professionista materano, al centro – secondo l’accusa – delle «plurime anomalie delle procedure attuate nell’affidamento di incarichi e nella predisposizione di una serie di atti propedeutici alle successive gare di appalto di rilevanti opere pubbliche».
Il gip di Matera ha inoltre disposto la misura interdittiva della sospensione dell’esercizio di pubblico ufficio per 12 mesi per tre dipendenti dell’Ufficio opere pubbliche del Comune di Matera e disposto il sequestro preventivo di circa 290 mila euro “considerati – è sottolineato in un comunicato diffuso dalle Fiamme Gialle – il profitto/prezzo dei reati ipotizzati». In totale le persone indagate sono 90.
L’operazione è stata denominata «Allattamento», in riferimento «all’allattamento di una serie di esponenti politici in carica nel Comune di Matera al fine di comprare il loro consenso, in Consiglio comunale ed in Commissione, affinché – è spiegato nella nota diffusa stamani – fossero approvate le progettualità, mediante l’affidamento o la promessa di incarichi pubblici a soggetti segnalati dai consiglieri stessi».

L’indagine ha preso in considerazione «una serie di importanti opere pubbliche, per un valore stimato di oltre 20 milioni di euro, tra le quali la nuova tangenziale ovest, la riqualificazione di Piazza della Visitazione con annesso parcheggio interrato, la costruzione della nuova scuola Torraca, la realizzazione della casa della tecnologia ed ulteriori interventi pubblici quali la riqualificazione della edilizia scolastica di competenza comunale ed il nuovo Teatro Duni».
Secondo gli investigatori, è stato individuato «un accordo tra pubblici ufficiali e il libero professionista materano, il quale di fatto – è scritto nel comunicato delle Fiamme Gialle – costituisce il reale estensore delle progettualità preliminari in questione e nesso di collegamento tra le diverse parti interessate al pactum sceleris; le progettualità venivano poi falsamente attestate come promananti dall’Ufficio opere pubbliche del Comune di Matera».

Le fasi di «condizionamento» delle procedure avvenivano “attraverso l’affidamento di incarichi a studi professionali esterni, in realtà individuati dal libero professionista che per la sua attività di intermediazione riceveva, a sua volta, un ritorno finanziario dagli studi professionali aggiudicatari degli incarichi, o comunque stabiliva accordi in tal senso». Inoltre, secondo l’accusa, l’organizzazione criminale «dedita al condizionamento delle procedure di affidamento di incarichi e opere pubbliche» aveva «ideato un preciso percorso che prevedeva l’appalto integrato quale oggetto dei bandi di gara, la redazione ad opera di professionisti compiacenti della progettazione esecutiva da ‘vendere’ ai già individuati imprenditori che avrebbero poi partecipato agli appalti stessi con un esito ab origine condizionato atteso l’affidamento alla Stazione unica appaltante della Provincia di Matera delle procedure di scelta del contraente con il precipuo fine di ecclissarsi e di non comparire come attori principali nelle predette procedure».

Stefania Losito

Musica & Spettacolo

Addio a Olivia Newton John

L’attrice star di Grease si è spenta a 73 anni. Era da tempo malata

Sport

Calciomercato, fatta per Kostic alla Juventus. Sanchez saluta l’Inter dopo tre anni

In attacco per i bianconeri spunta il nome di Depay, Rabiot verso l’Inghilterra

Juventus, tegola Szczesny. Lesione muscolare alla gamba sinistra per il portiere polacco

Previsti venti giorni di stop. Niente esordio in campionato contro il Sassuolo

Leggerissime

Noemi e Totti, le voci di un “pupino” in arrivo

Secondo il Corriere della Sera, la nuova fiamma dell'ex capitano giallorosso sarebbe in attesa di un bimbo. Intanto Ilary è in vacanza in montagna …

Estate, 23 milioni gli italiani in vacanza

Il 67% sceglie il mare. Crescono le vacanze in montagna, al lago e in campagna

 
  Diretta

Top News

Elezioni, avviato il dialogo Renzi-Calenda. Ma l’intesa ancora non c’è. M5S, Di Battista chiude: “Sotto Grillo padre-padrone non ci sto”

In vista delle elezioni politiche del 25 settembre è partito il dialogo tra i leader di ‘Italia Viva’ e ‘Azione’, Matteo Renzi e Carlo Calenda,…

Covid, in Italia decessi in aumento. Stabile l’incidenza

In Italia, su 272.495 tamponi molecolari e antigenici analizzati, 43.084 sono risultati positivi. In aumento i decessi, passati dai 113 di ieri a 177, mentre…

Moda in lutto, scomparso lo stilista Issey Miyake

Aveva 84 anni, era sopravvissuto alla bomba atomica Lo stilista Issey Miyake si è spento a 84 anni. lo ha comunicato il suo ufficio. La…

Caldo, nelle prime due settimane di luglio mortalità aumentata del 21% in 33 città

Sono 733 i decessi per le ondate di calore in 33 città italiane monitorate dal ministero della Salute. Nelle prime due settimane di luglio il…

Locali

Serie C, l’inizio del campionato slitta al 4 settembre

Il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, ha fissato l’inizio del campionato di C il 4 settembre 2022. La data, inizialmente fissata al 28 agosto,…

Turiste francesi sequestrate e violentate a Bari, arrestato un giovane di 21 anni. I vicini hanno dato l’allarme perché le sentivano piangere

Due turiste francesi, di 18 e 17 anni, hanno denunciato di aver subito violenze sessuali in un appartamento del quartiere Libertà di Bari. L’episodio si…

Covid, diminuiscono i ricoveri in Puglia e Basilicata

In Puglia, su 19.106 tamponi analizzati, 3.307 sono risultati positivi. Incidenza al 17,3%. Sono 19 i morti registrati nelle ultime 24 ore. I contagi sono…

La strage di San Marco in Lamis in cui furono uccisi i fratelli Luciani, testimoni scomodi di un agguato di mafia. A cinque anni dalla scomparsa, il ricordo dell’assessore al Welfare della Regione Puglia, Rosa Barone

Il 9 agosto 2017 a San Marco in Lamis furono uccisi i fratelli Luigi e Aurelio Luciani. Furono trucidati perché testimoni scomodi dell’agguato di mafia…

Made with 💖 by Xdevel