Ascolta Guarda
Banner Sanremissimo 23

Caporalato, nel Foggiano braccianti pagati quattro euro all’ora: arrestate cinque persone

Sequestrati beni per tre milioni di euro

Con l’accusa di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico e truffa, i carabinieri hanno arrestato 5 persone nel Foggiano (2 in carcere, una ai domiciliari e 2 sottoposte all’obbligo di dimora) ed hanno sequestrato beni per un valore complessivo di circa 3 milioni. Quattro aziende agricole riconducibili agli indagati, che producevano un fatturato annuo di circa un milione di euro, sono invece state sottoposte a controllo giudiziario.


L’indagine è cominciata a seguito di un incidente stradale avvenuto nell’ottobre 2020 di un furgone con a bordo 5 braccianti agricoli africani e ha interessato i territori tra San Paolo Civitate, Lesina, Chieuti, Serracapriola, San Severo e Poggio Imperiale, nel Foggiano. I militari hanno accertato che i datori di lavoro indagati si avvalevano, per il reclutamento di manodopera, di un “caporale” senegalese. Il reclutamento degli operai avveniva tra le baracche del Ghetto di Rignano, a San Severo (Foggia). Il caporale, normalmente assunto in una delle aziende coinvolte nell’inchiesta, oltre a percepire un regolare stipendio, riusciva a sottrarre ai braccianti la somma di 50 centesimi per ogni cassone raccolto e la somma di euro 5 per il trasporto sul luogo di lavoro. Ogni bracciante, invece, percepiva una paga fra i 3,70 e i 4 euro per ogni cassone di pomodori raccolto, oppure una retribuzione oraria di circa 4 euro. Gli orari arrivavano anche a 11 ore al giorno, senza riposi settimanali. Le aziende mettevano a disposizione dei lavoratori capannoni adibiti a dormitori con servizi igienici totalmente inadeguati, con scarichi ed allacci (idrici ed elettrici) abusivi e in assenza delle condizioni minime di abitabilità.

Michela Lopez

Musica & Spettacolo

Sport

Coppa Italia, le semifinal saranno Inter-Juventus e Fiorentina-Cremonese

I bianconeri hanno battuto 1-0 la Lazio. Allegri: bella risposta dopo il -15

Leggerissime

Sempre più turisti stranieri scelgono l’Italia per sposarsi

Aumentano anche gli italiani che si sposano in regioni diverse da quella di appartenenza

Gioco Album più belli dell'anno

 
  Diretta

Top News

Allarme antiaereo a Kiev prima dell’incontro Ue-Ucraina. Bombardamento russo nel distretto orientale di Izyum

Le sirene d’allarme antiaereo sono risuonate a Kiev prima dell’inizio del vertice tra Ucraina e Unione Europea alla presenza del presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, della…

Pallone-spia cinese sorvola base americana con missili nucleari. Blinken annulla la visita in Cina

Un pallone aerostatico spia cinese è stato avvistato sopra gli Stati Uniti continentali e monitorato dal Pentagono mentre sorvolava uno dei tre campi missili nucleari…

Caso Cospito, Meloni: “Gli anarchici sono una minaccia, non dividiamoci”. Ma resta la tensione

Il caso Cospito continua ad agitare maggioranza e opposizione. Dopo la comparsa, all’università ‘La Sapienza’ di Roma, di manifesti riportanti la scritta “Chi sono gli…

Rapina a casa di Roby Facchinetti: “Un incubo durato 35 minuti”. Il cantante dei Pooh aggredito con la moglie e il figlio

A pochi giorni dalla reunion dei Pooh per la prima serata del festival di Sanremo, Roby Facchinetti, 78 anni, voce etastierista della band, domenica scorsa…

Locali

Scontro tra un’auto e un furgone nel tarantino, tre morti e un ferito grave

Tre donne originarie di Laterza, nel tarantino, hanno perso la vita in seguito allo scontro frontale tra l’auto su cui viaggiavano e un furgone lungo…

Maltrattamenti in famiglia, un arresto a Taranto

Avrebbe più volte chiesto denaro alla madre e, di fronte al rifiuto da parte della donna, avrebbe inveito contro di lei fino a minacciarla di…

Maltempo, allerta arancione in Puglia per vento forte

Allerta arancione per rischio di vento forte sulla Puglia centro-meridionale a partire dalle 12 di domani e per le successive 24/36 ore. Le zone interessate…

Mafia nel foggiano, definitive tre condanne. 19 anni di carcere per il boss Raduano

Sono diventate definitive le condanne inflitte a Marco Raduano, 40anni, ritenuto al vertice dell’omonimo clan operante nel territorio di Vieste, nel foggiano, per Luigi Troiano…

Made with 💖 by Xdevel