Ascolta Guarda

Covid, Agenas: 14 regioni superano le soglie d’allerta in terapia intensiva. Si allarga la zona gialla da lunedì

Soltanto sei regioni non superano la soglia d’allerta del 10% dei posti in terapia intensiva occupati da pazienti Covid. La superano, al contrario, Abruzzo (al 12%), Calabria (15%), Emilia Romagna (14%), Friuli Venezia Giulia (15%), Lazio (16%), Liguria (20%), Lombardia (13%), Marche (17%), Pa Bolzano (18%), Pa Trento (23%), Piemonte (16%), Sicilia (11%) e Toscana (13%), Veneto (18%). Il tasso d’occupazione è stabile a livello nazionale al 13% ma sale in 5 regioni: Emilia Romagna (14%), Liguria (20%), Lombardia (13%), Puglia (6%), Sicilia (11%). Emerge dal monitoraggio Agenas (l’agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, ndr), che confronta i dati del 30 dicembre con quelli del giorno precedente. In base al monitoraggio, a livello giornaliero, il tasso di occupazione delle intensive registra un calo in Abruzzo (al 12%) e Toscana (13%). Resta invece stabile, ma oltre la soglia del 10%, considerato uno dei parametri che determinano il passaggio delle regioni al colore giallo, in: Lazio (16%), Friuli Venezia Giulia (15%), Calabria (15%), Marche (17%), Provincia Autonoma di Bolzano (18%), Provincia Autonoma di Trento (23%), Piemonte 16%), Veneto (18%).

E’ stabile, a livello nazionale, al 17%, il tasso di occupazione dei posti letto nei reparti ospedalieri di area non critica,
ma sale in 10 regioni, e sono ora 17 quelle che superano la soglia del 15%. I valori più alti si registrano in Calabria e
Valle d’Aosta, entrambe al 29%. L’occupazione dei posti nei reparti di area non critica, a livello giornaliero, sale in: Basilicata (17%), Campania (16%), Emilia Romagna (15%), Lazio (18%), Provincia Autonoma di Trento (19%), Puglia (9%), Sicilia (20%), Toscana (12%), Umbria (18%), Valle d’Aosta (29%). E’ in calo, ma ampiamente oltre la soglia del 15%, in Calabria (29%). E’ stabile ma oltre soglia in: Friuli Venezia Giulia (22%), Liguria (28%), Lombardia (18%), Marche (22%), Provincia Autonoma di Bolzano (16%), Piemonte (20%), Veneto (19%).
Considerando queste variazioni, le regioni che superano la soglia del 15% per l’occupazione dei reparti (considerato uno dei parametri per il passaggio di colore della regione in giallo) sono: Basilicata (17%), Campania (16%), Calabria (29%), Emilia Romagna (15%), Friuli Venezia Giulia (22%), Lazio (18%), Liguria (28%), Lombardia (18%), Marche (22%), Provincia Autonoma di Bolzano (16%), Provincia Autonoma di Trento (19%), Piemonte (20%), Sicilia (20%), Toscana (12%), Umbria (18%), Valle d’Aosta (29%) e Veneto (19%).

Lombardia, Piemonte, Lazio e Sicilia da lunedì passeranno in zona gialla. La scorsa settimana non ci sono stati cambi di colore e dunque a Liguria, Marche, Veneto, Friuli Venezia Giulia, le Pa di Trento e Bolzano e la Calabria (gialle dalla settimana ancora precedente) si aggiungono le 4 che da lunedi prossimo cambieranno fascia portando ad 11 il
totale delle regioni gialle.  Il governatore lombardo, Attilio Fontana, ha anticipato che “i dati del monitoraggio settimanale della cabina di regia di ministero della Salute e Iss confermano il superamento dei parametri da zona bianca. Non ci sono variazioni sulle misure da rispettare da parte dei cittadini, perché l’utilizzo della mascherina all’aperto è già prevista per tutte le fasce, compresa quella bianca”.

“L’espansione della variante Omicron – spiega il presidente – ha accelerato la diffusione del virus, che per il momento, soprattutto sui soggetti vaccinati, si sta dimostrando meno aggressiva delle precedenti. L’arma per superare anche questa nuova recrudescenza rimane la vaccinazione”. “Sono fiducioso – ha proseguito – che se tutti i lombardi continueranno ad aderire alla campagna vaccinale, come sta accadendo in questi giorni, con oltre 110-120.000 somministrazioni quotidiane, sia di terze, seconde e anche prime dosi, riusciremo a contenere la situazione e soprattutto garantire la tenuta delle strutture ospedaliere”.
“Auguri a tutti – ha concluso Fontana – di trascorrere questo fine e inizio d’anno con lo stesso senso di responsabilità
dimostrato finora, ma anche con un pizzico di ottimismo per il futuro. Perché, come ci dicono gli esperti, la situazione si è fatta nuovamente un po’ complicata, ma non bisogna farsi prendere dal panico, in quanto, grazie ai vaccini, non è
lontanamente paragonabile allo scorso anno e ancora una volta, uniti, la supereremo”.

Stefania Losito

Musica & Spettacolo

Sanremo, Matteo Romano: “Al festival per dimostrare il meglio di me”

Il giovane talento che arriva da TikTok vive l’attesa del festival con emozioni fortissime e paura

Il 13 febbraio 2022 torna il World Radio Day

Radio Norba celebra con tutta Italia la giornata mondiale della radio

Sport

Vlahovic a un passo dalla Juventus. Ufficialità attesa nelle prossime ore

La Digos indaga sugli striscioni apparsi a Firenze contro l’attaccante serbo

Leggerissime

I Savoia fanno causa allo Stato: “Ci restituisca i gioielli”

Gli eredi di Umberto II citeranno in giudizio  la presidenza del Consiglio, il ministero dell'Economia e la Banca d'Italia per la restituzione dei gioielli della…

I ragazzi italiani sui social prima dell’età consentita

I minorenni ignorano le norme per difendersi dal cyberbullismo

 
  Diretta

Top News

Giornata della memoria, le celebrazioni per la Shoah e il libro di una star 97enne di TikTok

Oggi si celebra in tutto il mondo il Giorno della memoria dell’Olocausto. La presidente del Senato Casellati e il presidente della Camera Fico, hanno deposto…

Moderna, al via la sperimentazione del booster contro la variante Omicron

La casa farmaceutica statunitense Moderna ha iniziato la sperimentazione per un richiamo vaccinale specifico per combattere la variante Omicron. È quanto si legge in una…

Covid, in Italia calano terapie intensive e ricoveri ordinari

In Italia, su 1.097.287 tamponi analizzati, 167.206 sono risultati positivi. Incidenza al 15,2%, in aumento rispetto a ieri, 13,4%. Sono 426 i decessi registrati in…

Flavio Briatore assolto dall’accusa di frode: restituito lo yacht Force Blue dopo 12 anni. L’imprenditore: “E’ stato un calvario”

“Oggi, dopo 12 anni e 6 processi, si è finalmente accertata la mia innocenza. Un vero calvario che si è fortunatamente concluso”. Così, in un…

Locali

Incidente mortale a Foggia: la vittima è una giovane avvocatessa molto conosciuta in città

Una donna di 25 anni è morta la scorsa notte in un incidente stradale avvenuto in centro a Foggia, tra via Matteotti e via Urbano.…

Voto di scambio, ex consigliere comunale Bari chiede messa alla prova. Si propone per lavori di pubblica utilità

L’ex consigliere di Bari, Carlo De Giosa, a processo con l’accusa di voto di scambio ha chiesto la messa alla prova. La domanda è stata…

Emergenza criminalità a Monte Sant’Angelo: Vigilata l’abitazione dell’assessore vittima delle minacce della mala

Sarà vigilata l’abitazione di Generoso Rignanese, l’assessore al Bilancio del Comune di Monte Sant’Angelo, destinatario del secondo atto intimidatorio nel giro di pochi mesi. La…

Covid, resta alto il numero dei morti in Puglia, sono 15 in un giorno

In Puglia, su 65.736 test analizzati, 8.579 sono risultati positivi. Incidenza al 13,5%. Sono 15 i morti in 24 ore. I contagi sono stati rintracciati…

Made with 💖 by Xdevel