Ascolta Guarda

Eitan, anche la nonna materna indagata per il presunto rapimento

Lo zio paterno: il bimbo tenuto prigioniero come nelle carceri di Hamas

Sul presunto sequestro del piccolo Eitan, l’unico sopravvissuto alla tragedia della funivia del Mottarone del maggio scorso, la Procura di Pavia sta indagando anche su Etty Peleg, nonna materna ed ex moglie di Shmuel Peleg, il nonno del bambino di sei anni, accusato di averlo portato in Israele senza autorizzazione con un jet privato venerdì scorso. La nonna materna sarebbe stata in Italia assieme all’ex marito almeno nei giorni precedenti al presunto rapimento. Potrebbe, quindi, aver aiutato Shmuel Peleg a portare il piccolo in Israele.

A lanciare i primi sospetti sulla donna è stato il marito della zia paterna Aya Biran, tutrice legale del bambino. Lo zio, Or Nirko, in pratica, ha accusato Etty Peleg di complicità, nonostante, a quanto pare, la donna avrebbe lasciato l’Italia prima del giorno del presunto rapimento. La stessa Aya, tra l’altro, aveva raccontato che il nonno, quando è arrivato a prendere Eitan per la visita che gli era stata concessa, aveva parcheggiato lontano dall’abitazione e, dunque, non è chiaro se nell’auto ci fossero altre persone ad attenderlo.

Sempre lo zio paterno di Eitan, Or Nirko, in un’intervista televisiva, ha detto che “la famiglia Peleg trattiene Eitan come i soldati dell’esercito israeliano sono tenuti prigionieri nelle carceri di Hamas”.

Inoltre, ha aggiunto sempre in tv, si rifiutano di dire dove si trova il bambino e che lo avrebbero nascosto “in un buco”. Nirko è convinto che Eitan non sia nell’ospedale di Tel-Aviv dove dovrebbe essere stando ad alcune voci. “È andato mio fratello a controllare, ma Eitan non c’è” ha raccontato lo zio.

Nirko ha quindi detto che lui e la moglie Aya non sono rimasti sorpresi dagli sviluppi della vicenda. “Temevamo – ha aggiunto – che sarebbe successo. Malgrado i nostri avvertimenti, il Tribunale ha consentito alla famiglia Peleg di proseguire le visite e questo è quanto è avvenuto. Nel momento in cui si è presentata l’occasione hanno rapito il bambino”.

Lo zio ha ricordato che Eitan ha vissuto praticamente tutta la sua vita in Italia, non ha mai vissuto in Israele e non ha amici lì. “Se davvero avessimo voluto allontanarlo dai Peleg – ha proseguito Nirko – non ci sarebbero state quelle visite e proprio perché quelle visite erano così lunghe che hanno potuto fare il rapimento”. Un sequestro che, secondo Nirko, il nonno del piccolo non avrebbe potuto organizzare da solo. “Ha avuto un grande aiuto – ha detto. – Non abbiamo prove ma c’è un’indagine della polizia”.

Eitan “sta bene”, fanno sapere i legali della famiglia materna rispondendo alle accuse dello zio Nirko.

Gianvito Magistà

Musica & Spettacolo

Sanremo, Matteo Romano: “Al festival per dimostrare il meglio di me”

Il giovane talento che arriva da TikTok vive l’attesa del festival con emozioni fortissime e paura

Il 13 febbraio 2022 torna il World Radio Day

Radio Norba celebra con tutta Italia la giornata mondiale della radio

Sport

Vlahovic a un passo dalla Juventus. Ufficialità attesa nelle prossime ore

La Digos indaga sugli striscioni apparsi a Firenze contro l’attaccante serbo

Leggerissime

I Savoia fanno causa allo Stato: “Ci restituisca i gioielli”

Gli eredi di Umberto II citeranno in giudizio  la presidenza del Consiglio, il ministero dell'Economia e la Banca d'Italia per la restituzione dei gioielli della…

I ragazzi italiani sui social prima dell’età consentita

I minorenni ignorano le norme per difendersi dal cyberbullismo

 
  Diretta

Top News

Covid, in Italia calano terapie intensive e ricoveri ordinari

In Italia, su 1.097.287 tamponi analizzati, 167.206 sono risultati positivi. Incidenza al 15,2%, in aumento rispetto a ieri, 13,4%. Sono 426 i decessi registrati in…

Flavio Briatore assolto dall’accusa di frode: restituito lo yacht Force Blue dopo 12 anni. L’imprenditore: “E’ stato un calvario”

“Oggi, dopo 12 anni e 6 processi, si è finalmente accertata la mia innocenza. Un vero calvario che si è fortunatamente concluso”. Così, in un…

Quirinale, ancora fumata nera: 412 schede bianche. Crosetto non piace solo ai suoi e salgono i voti per Mattarella

Terzo giorno di votazioni e ancora fumata nera, come prevedibile, per il Quirinale. I votanti sono stati 978. Le schede bianche ancora la fanno da…

Covid, Oms: “Rischio Omicron ancora molto elevato”. Italia al secondo posto in Europa per contagi, terzo per decessi

L’Italia è al secondo posto per contagi (dopo la Francia) e decessi da Covid in Europa. Sono i dati della settimana scorsa registrati dall’Organizzazione mondiale…

Locali

Voto di scambio, ex consigliere comunale Bari chiede messa alla prova. Si propone per lavori di pubblica utilità

L’ex consigliere di Bari, Carlo De Giosa, a processo con l’accusa di voto di scambio ha chiesto la messa alla prova. La domanda è stata…

Emergenza criminalità a Monte Sant’Angelo: Vigilata l’abitazione dell’assessore vittima delle minacce della mala

Sarà vigilata l’abitazione di Generoso Rignanese, l’assessore al Bilancio del Comune di Monte Sant’Angelo, destinatario del secondo atto intimidatorio nel giro di pochi mesi. La…

Covid, resta alto il numero dei morti in Puglia, sono 15 in un giorno

In Puglia, su 65.736 test analizzati, 8.579 sono risultati positivi. Incidenza al 13,5%. Sono 15 i morti in 24 ore. I contagi sono stati rintracciati…

Va al supermercato con la pistola: arrestato 17enne con precedenti a Taranto

A 17 anni va al supermercato con la pistola e la mostra più volte a un conoscente. Gli agenti della Squadra Mobile di Taranto hanno…

Made with 💖 by Xdevel