Ascolta Guarda

Finanziavano il terrorismo internazionale, quattro arresti ad Andria

Oltre mille le operazioni di invio di danaro documentate dalle Fiamme Gialle negli ultimi 5 anni

Finanziamento al terrorismo internazionale, sono quattro gli arresti eseguiti ad Andria, nella sesta provincia, dalla Guardia di finanza di Bari con il supporto dello S.c.i.c.o. di Roma nell’operazione “Il libanese”. Le indagini sono coordinate dalla Procura di Bari. Oltre mille le operazioni di invio di danaro, del valore complessivo di un milione di euro, dal 2015 al 2020 verso 49 Paesi di tutto il mondo. Avrebbero erogato, mediante un centro money transfer di Andria, denaro destinato a sostenere l’attività delle organizzazioni combattenti antigovernative in Siria per finanziare jihadisti appartenenti e affiliati all’autoproclamatosi Stato islamico. L’inchiesta è partita dopo una segnalazione dell’autorità giudiziaria francese trasmessa a Bari, che aveva accertato, il 10 gennaio 2017, due trasferimenti da 950 euro ciascuno fatti a tre minuti di distanza uno dall’altro da un’agenzia money transfer di Andria a un cittadino libanese “considerato un collettore di denaro – dicono gli inquirenti – a disposizione dei cosiddetti foreign terrorist fighters”.
Le successive indagini hanno documentato, anche attraverso intercettazioni telefoniche, ulteriori trasferimenti di soldi dalla stessa sede del Nord Barese, ritenuta base operativa del gruppo criminale, verso Serbia, Turchia, Germania, Emirati Arabi, Albania, Russia, Ungheria, Giordania e Tailandia. Le transazioni sono risultate avere quasi tutte le stesse
caratteristiche: importi artatamente frazionati, beneficiari, stesse date e agenzie di money transfer, ricorso a prestanome. L’obiettivo – secondo l’accusa – sarebbe stato quello di aggirare la normativa antiriciclaggio ed evitare così il rischio di segnalazione di operazioni sospette all’Unità di informazione finanziaria della Banca d’Italia.

Stefania Losito

Musica & Spettacolo

Amici, vince Luigi

Incredulo per la vittoria ha detto. “Grazie alla mia famiglia. Se sono arrivato qua è merito loro”

Nina Zilli oggi su Radio Norba

Sarà in diretta dalle 11

Leggerissime

Barbie, arriva la bambola con l’apparecchio acustico

Continua l’educazione alla diversità del colosso dei giochi che lancia Ken con la vitiligine

I bambini crescono di più durante l’anno scolastico

Il curioso dato da una ricerca che ha osservato che nei mesi in cui frequentano la scuola i bambini crescono di più in altezza rispetto…

Il viaggio della musica 300x250

 
  Diretta

Top News

Nato, al via una delle più grandi esercitazioni nei Paesi Baltici. In Estonia 15mila soldati da dieci Paesi. Ci sono anche Usa, Regno Unito, Finlandia e Svezia

Nome in codice Hedgehog. E’ una delle più grandi esercitazioni nella storia dei Paesi baltici da parte della Nato che prende il via oggi in…

Ucraina, la Finlandia chiede ufficialmente di entrare nella Nato: “Minaccia nucleare dalla Russia molto seria”

La Finlandia ha chiesto ufficialmente di aderire alla Nato. “Si apre una nuova era”, ha commentato il presidente Niinsto, mentre la premier, Sanna Marin, ha…

Covid, in Italia l’incidenza resta stabile al 13%; calano i ricoveri

In Italia, su 194.477 tamponi analizzati, 27.162 sono risultati positivi. Incidenza al 13,95%. Sono 62 i decessi registrati nelle ultime 24 ore ( – 29…

Eurovision, Zelensky: “Faremo di tutto per ospitarlo a Mariupol”

“La nostra musica conquista l’Europa”. Il presidente ucraino parla dopo la vittoria della Kalush Orchestra. Le congratulazioni dell’Europa e di Johnson “L’anno prossimo l’Ucraina ospiterà…

Locali

Incendio a Scanzano Jonico, distrutto uno stabilimento balneare

Un incendio ha distrutto la notte scorsa il lido Baia delle scimmie a Scanzano Jonico i primi ad accorgersi del rogo sono stati alcuni pescatori…

Calcio, serie D: scontro tra tifosi a Fasano dopo la partita vinta con il Nardò per 3-2

Non appena l’arbitro a fischiato la fine della partita, alcuni tifosi del Fasano hanno occupato il terreno di gioco raggiungendo il settore ospiti dove c’erano…

Pizzaiolo mesagnese trovato morto in Inghilterra, l’arrivo a Sheffield dei parenti. La polizia inglese indaga per omicidio

Raggiungeranno l’Inghilterra stamani il fratello e la cognata di Carlo Giannini, il 34enne originario di Mesagne (Brindisi) trovato morto all’alba del 12 maggio scorso in…

Gasdotto, il sindaco di Melendugno polemizza con Tap

Un tratto di spiaggia con lettini e persone che si fanno il bagno in un mare cristallino. Sullo sfondo due navi intente a effettuare lavori.…

Made with 💖 by Xdevel