Ascolta Guarda

Gli italiani e l’auto, uno su tre non usa la cintura

Due giovani su dieci guidano parlando al telefono, la metà dei bambini viaggia senza seggiolino


Gli italiani alla guida dell’auto sono imprudenti. Uno  su tre non utilizza la cintura di sicurezza mentre è al volante, viaggia senza dispositivi di ritenuta la metà dei bambini a bordo e due giovani su dieci maneggiano il telefono mentre l’auto è  in marcia. È il ritratto infelice scattato dalla Ricerca Osservatorio Stili di Guida Utenti, commissionata da Anas e condotta dallo Studio Righetti e Monte Ingegneri e Architetti Associati presentata oggi nell’ambito del convegno “Sicurezza stradale: obiettivo zero vittime” organizzato in occasione della giornata mondiale in ricordo delle vittime della strada.

Lo studio ha analizzato i  comportamenti di guida lungo tre differenti tipologie di strade e autostrade in gestione ad Anas di un campione di 6.000 utenti. Emerge come il 28,38% dei conducenti non allaccia le cinture, dato che si alza se riferito al passeggero anteriore (31,87%) e passeggero posteriore (80,12%). I dati sono molto lontani dalla media registrata negli altri Paesi europei dove il 90% degli automobilisti indossa le cinture anteriori e ben il 71% dei passeggeri quelle posteriori.
Gli italiani sono indisciplinati anche per quanto riguarda i dispositivi di ritenuta per bambini:  il 49,47% non li utilizza, e per gli indicatori luminosi: il 55,63% non li accende per la manovra di sorpasso o rientro (76,46%), o per l’entrata (59,20%) o uscita (43,71%) da rampa. Un automobilista su dieci (12,41%) utilizza in modo improprio il cellulare alla guida, cifra che balza al 18,06% nella fascia di età  18-40 anni.
Le  violazioni, nel complesso, sono commesse all’incirca nella stessa percentuale senza distinzione tra city car e berline (11,8% e 11,3%).
Aumentano tra chi è  alla guida di un suv (13,4%) o di un veicolo commerciale (14,6%). L’indisciplina decresce con l’aumentare dell’età:  se nella fascia 18-40 anni la percentuale è del 30,0%, in quella 40-60 anni scende al 28,6%, per toccare il 24,8% tra gli over 60.
I meno attenti alle norme di sicurezza al volante  sono gli uomini, tranne che nell’utilizzo delle cinture nei sedili posteriori e nell’adoperare i sistemi di ritenzione per bambini: qui il rapporto si inverte.


Lo studio analizza alcuni tra i fattori psicologici che influiscono sulla mancata percezione del rischio alla base dei comportamenti all’origine degli incidenti stradali, distinguendo tra le violazioni deliberate al codice della strada e gli errori del conducente (es. sviste, manovre o valutazioni errate). La scelta di attuare la violazione dipende da una scelta influenzata da fattori psicologici, psicosociali e motivazionali. In particolare l’analisi ha richiamato questi fattori associandoli ai dati delle violazioni riscontrate.
L’analisi della percezione del rischio è stata accompagnata anche da 17 interviste semi-strutturate a utenti delle tre differenti tipologie di strade e autostrade oggetto dell’indagine. L’obiettivo è stato quello di indagare le motivazioni percepite come sottostanti i propri comportamenti rischiosi e quelli posti in essere dagli altri utenti della strada. I primi riconducibili per lo più a stress, abitudine, mancanza di senso civico mentre i secondi ascrivibili a mancato uso degli indicatori di direzione, manovre di sorpasso a destra, sorpassi pericolosi, velocità rischiosa.

Angela Tangorra

Musica & Spettacolo

Pio e Amedeo, capodanno al cinema con “Belli ciao”

Il primo gennaio esce il nuovo film del duo comico foggiano. La regia di Gennaro Nunziante

Diodato, alla prima della Scala pensando alla sua Taranto

Il cantautore dedica un pensiero di dolore e speranza alla sua città che intravede in una delle scene del “Macbeth”

Leggerissime

Albero di Natale già acceso per 9 famiglie su 10

Il 63% degli italiani usa l’albero di plastica, 3milioni di famiglie scelgono quello naturale

Romania, un albero di Natale addobbato con fiale di vaccino

L’iniziativa per sensibilizzare la popolazione a immunizzarsi

 
  Diretta

Top News

Patrick Zaki ama l’Italia, il Bologna calcio e la letteratura napoletana di Elena Ferrante. Bonaccini: “Presto la cittadinanza italiana”

Tuta, scarpe bianche (colore simbolico degli imputati in Egitto), la mano alzata con il segno della vittoria, e un abbraccio con la madre e la…

Covid, quasi 18mila nuovi casi in Italia e 86 vittime: il tasso di positività sale di un punto, +15 ricoveri in terapia intensiva

Schizzano i nuovi casi Covid in Italia, con numeri mai così alti da aprile scorso: sono 17.959 nelle ultime 24 ore (il 9 aprile furono…

Tredicesime, arrivano 43milioni. Ci sarà la spinta ai consumi?

Il dato Confesercenti-Wsg. L’importo medio circa 1200euro  La tredicesima torna a crescere. Dopo il crollo del 2020, quest’anno l’ammontare della mensilità aggiuntiva dovrebbe arrivare a…

Germania, Olaf Scholz nominato cancelliere

Dopo 16 anni si chiude l’era Merkel Il socialdemocratico Olaf Scholz è  stato nominato cancelliere dal presidente Frank-Walter Steinmeier a Berlino al castello di Bellevue. …

Locali

Calcio, serie C: vietata la trasferta al San Nicola per i tifosi del Taranto. Domenica il derby in casa del Bari

Niente trasferta al San Nicola per i tifosi del Taranto al derby contro il Bari, in programma domenica prossima: l’ha deciso l’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni…

Ruvo di Puglia, vandali no vax danneggiano l’insegna dell’hub vaccinale. Il sindaco: “Facinorosi deliranti”

La notte scorsa ignoti hanno danneggiato l’insegna dell’hub vaccinale di Ruvo di Puglia, in via Volta. Lo scrive su Facebook il sindaco, Pasquale Chieco, che…

Covid, salgono i casi nel Foggiano. A San Giovanni Rotondo mascherine all’aperto e a Troia annullati i primi eventi natalizi

Salgono i contagi nel Foggiano, due Comuni prendono precauzioni. A Troia, il sindaco Leonardo Cavaliere ha sospeso tutte le iniziative natalizie programmate per l’Immacolata a…

Covid, muore a 57 anni il Capo di Stato Maggiore. Salvo Gagliano è stato comandante dei carabinieri a Lecce

Ha perso la battaglia contro il Covid, il capo di Stato Maggiore, colonnello Salvo Gagliano. L’ufficiale, 57 anni, alcomando interregionale Culqualber di Messina, era ricoverato…

Made with 💖 by Xdevel