Ascolta Guarda

Guerra Ucraina, è il Giorno della Vittoria. Attesa per la parata a Mosca. Draghi vola da Biden. G7 contro Putin: “Va fermato”

A Mosca sono le ore della parata per il Giorno della Vittoria in ricordo della fine della Seconda Guerra mondiale. Atteso il discorso del presidente Putin, che ieri in un messaggio inviato ai leader delle autoproclamate repubbliche di Donetsk e Lugansk ha detto di combattere contro la “feccia nazista”. “E – ha detto – come nel 1945, vinceremo”. Oggi è anche la Festa dell’Europa. Gentiloni: “teniamocela stretta”.
Intanto il premier ucraino Zelensky chiede al G7 che i russi si ritirino “da tutta l’Ucraina” e i leader riaffermano che Putin “non deve vincere” perche’ “ha violato l’ordine internazionale basato sulle regole, in particolare la Carta delle nazioni Unite, concepita dopo la Seconda Guerra Mondiale per risparmiare alle successive generazioni la piaga della guerra”. Occidente e Giappone si impegnano a mettere al bando il petrolio russo, sebbene con gradualità, e preparano ulteriori sanzioni.

Tra le cinque misure annunciate dal G7 c’è infatti anche la progressiva emancipazione dall’energia russa, a partire dal
bando dell’import del petrolio russo in modo “in modo tempestivo e ordinato”, garantendo al mondo il tempo per garantirsi forniture alternative. Ma l’Ue fatica a trovare un accordo: slitta ancora il via libera dei rappresentanti permanenti dei 27 dell’Ue al sesto pacchetto di sanzioni contro Mosca, che comprende l’embargo graduale al petrolio russo. Tra le altre azioni indicate dal G7, il divieto di “fornire servizi chiave da cui dipende la Russia”, misure contro il settore bancario, lotta alla “propaganda di regime” del Cremlino, sanzioni contro le élite finanziarie russe e i loro familiari. I leader hanno promesso anche che “non risparmieremo alcuno sforzo perché Putin, gli architetti e i complici di questa aggressione, compreso il regime di Lukashenko, rispondano delle loro azioni in base alla legge internazionale”. Il G7 ha infine denunciato che la guerra “sta mettendo la sicurezza alimentare globale sotto forte stress” e ha chiesto a Mosca di “porre fine al suo blocco e a tutte le altre attività che impediscono la produzione
e l’esportazione di cibo dell’Ucraina, in linea con i suoi impegni internazionali”, minacciando che “se non lo farà, questo
sarà visto come un attacco alle forniture alimentari globali”.

“Sono sicuro che questa giornata in Ucraina (ieri, in riferimento alla visita della first lady Usa Jill Biden e del premier canadese Justin Trudeau a Kiev, ndr) ha dimostrato che siamo già una parte a tutti gli effetti del mondo libero e di un’Europa unita – ha detto Zelensky – Questo è un evidente contrasto con la solitudine di Mosca nel male e nell’odio che tutti vedranno alla parata”.

Trudeau ha annunciato ulteriore assistenza militare all’Ucraina per un importo di 50 milioni di dollari canadesi (circa 41 milioni di dollari USA) e ha annunciato nuove sanzioni contro gli oligarchi russi e quelli vicini al regime di Putin.

Il presidente del Consiglio Mario Draghi domani incontrerà il presidente Biden alla Casa Bianca. Al centro del colloquio gli aiuti all’Ucraina, le sanzioni contro Mosca e la corsa per l’indipendenza dal gas russo, nella prima visita negli Stati Uniti del presidente del Consiglio nella veste di capo del governo. Intanto in Italia si allarga il fronte che spinge per una soluzione negoziale alla guerra Mosca-Kiev e comincia ad esprimere perplessità proprio sulla posizione di Nato e Usa. Di Maio: “Dobbiamo supportare l’Ucraina e il suo esercito per la sua legittima difesa e allo stesso tempo l’Italia continuerà a lavorare per la pace. Ma non possiamo pensare di fornire armi per colpire il suolo russo”.

Stefania Losito

Musica & Spettacolo

Domenico Modugno, un nuovo disco a trent’anni dalla sua scomparsa

Si intitola “Come in un sogno di mezza estate” e sarà disponibile dal 24 maggio

Amadeus: “Mai fatto richieste per familiari o contro altri”

Il conduttore parla in un messaggio sui social dopo il suo addio alla Rai

Leggerissime

Il cibo è la prima ricchezza dell’Italia

Il dato in occasione della prima Giornata del Made in Italy. Il vino è la voce principale dell’export

 
  Diretta

Top News

Continua la corsa del prezzo della benzina, quasi 2 euro al litro al self. Stabile il diesel

In continuo aumento il prezzo della benzina, mentre resta stabile il diesel. Dai dati comunicati dai gestori all’Osservaprezzi del Mimit, aggiornati alle 8 del 16…

Copenaghen, incendio distrugge il palazzo della Borsa, crollata la celebre guglia

Un grosso incendio è divampato nell’edificio della Borsa nel centro storico di Copenaghen, risalente al XVII secolo, facendone crollare la famosa guglia alta 54 metri.…

Israele risponderà all’Iran, Teheran: “La replica sarà ancora più forte”. Ma Netanyahu rassicura: “Nessun pericolo per i Paesi arabi”

Netanyahu afferma che “Israele risponderà all’attacco dell’Iran” e Teheran dovrà aspettare “nervosamente senza sapere quando” accadrà. “Qualsiasi aggressione incontrerà una risposta ancora più forte”, minacciano…

Ponte sullo Stretto, arriva un esposto di tecnici messinesi che potrebbe bloccare l’opera

Dubbi sulla regolarità di pareri e documenti presentati per la costruzione del ponte sullo Stretto. Un esposto alla Procura di Messina e alla Corte dei…

Locali

Nuova scossa nell’amministrazione di Bari: si dimette il presidente Amiu Puglia

Nuova tegola giudiziaria su Bari. Paolo Pate, presidente di Amiu Puglia, si è dimesso dall’incarico dopo essere stato stato rinviato a giudizio nell’ambito di un procedimento…

Rifiuti nel bosco urbano di Capurso, denunciato un imprenditore leccese

Rifiuti sversati illegalmente nell’area del bosco urbano a Capurso, nel Barese. Il Comune aveva previsto di adibire l’intera a spazi per cittadini, con strutture per…

Comunali Bari, Leccese e Laforgia restano entrambi in campo. Il comunicato congiunto: divisi al primo turno, ma dalla stessa parte

Vito Leccese e Michele Laforgia, in un comunicato congiunto, hanno spiegato che resteranno entrambi in campo come candidati sindaco di Bari. Nonostante questa divisione, si…

Secondo assalto in due giorni a un Postamat nel Salento, danni ingenti

Un nuovo assalto al Postamat nel Salento, questa volta a Tricase, a 24 ore da quello a Castrignano del Capo. Anche in questo caso i…

Made with 💖 by Xdevel