Ascolta Guarda
Canali

Ilva – Giacomo non doveva “andare a morire” ma “all’ipermercato”

Giacomo non doveva “andare a morire”. Sabato, 17 settembre, l’operaio a tempo determinato della ditta che lavora nell’Ilva di Taranto, il precario, uno dei tanti ragazzi italiani dal “futuro incerto”, del “chissà se domani avrò ancora un lavoro”, del “facciamo il nostro dovere e chissà che l’azienda alla fine mi assume”, del “dico sempre sì così non sto sul naso a nessuno”, doveva andare in un centro commerciale con la sua ragazza, Ylenia. La sua futura sposa, sì il suo amore, dovevano sposarsi tra un anno, perché c’è anche questo nella vita di un precario, l’idea di progettarsi un futuro per fatti propri, la determinazione di acquistare una casa anche senza prospettive economiche certe, Giacomo aveva scelto le quattro mura in cui vivere con Ylenia e magari col tempo, se sarebbero arrivati, con i suoi figli. Alle sette Giacomo Campo viene stritolato nel rullo di un nastro trasportatore del centro siderurgico: si era rotto durante la notte e bisognava ripulirlo e la ditta lo richiama in servizio e Giacomo risponde di sì, disponibile come sempre. Da Roccaforzata, un piccolo comune del tarantino, si mette in viaggio e non immagina che quel lavoro, come la sua vita, è a tempo determinato e finirà alle 7 nel peggiore dei modi. Dietro l’incidente mortale numero 500, da quando il centro siderurgico ha iniziato a sfornare acciaio, ci sono storie di tanti “futuri” interrotti che il lavoro dovrebbe aiutare a realizzare. “Non si può morire di lavoro” dicono tutti, dal Capo dello Stato al neoassunto precario. E forse la morte di Giacomo aiuterà a capire se nel mondo dell’industria ragioni economiche non abbiano ribaltato questa elementare logica imponendo di dire “si” anche a costo della vita. Perché è stato dato il via alla pulizia del nastro prima che arrivasse una gru che l’avrebbe messo in sicurezza? Perché tanta fretta? L’Ilva è gestita da commissari governativi, quindi dallo Stato, perché le misure sulla sicurezza del lavoro, almeno stando a quel che dicono i sindacati, sono ancora carenti?

Maurizio Angelillo

 

Musica & Spettacolo

Sanremo, ecco tutti i giovani del festival

In palio tre posti all’Ariston a febbraio. Ecco chi sono 

Addio a Irene Cara, cantante di “Flashdance”

Le fu assegnato l’Oscar per la miglior canzone. Le sue hit indimenticabili sono "What  a feeling" e "Fame"

Leggerissime

Camilla dai bambini con gli orsetti della regina Elisabetta

Gli oltre mille Paddington lasciati come tributo per la morte della sovrana sono stati donati a un asilo di Londra

Wanda Nara e Icardi sono tornati insieme

La conferma nelle foto pubblicate dal calciatore

 
  Diretta

Top News

Frana a Ischia, il fango restituisce i corpi delle vittime. Disposto lo stato di emergenza per un anno

È salito a sette il numero delle vittime della frana abbattutasi ieri sull’isola di Ischia. I soccorritori hanno recuperato il cadavere di una bambina di…

Legge di bilancio, domani l’approdo in Parlamento. Aggiunta l’esenzione Imu per le case occupate. Urso: “Rispetteremo gli obiettivi del Pnrr”

La legge di bilancio approderà domani in Parlamento per essere discussa dalle due Camere. Nell’ultima bozza è stata aggiunta l’esenzione dall’Imu per i proprietari di…

Ucraina, civili in fuga da Kherson a causa dei bombardamenti continui. Gli Stati Uniti: “Ritmo delle operazioni aumenterà a breve”

Esodo di civili dalla città ucraina di Kherson, bombardata notte e giorno dall’esercito russo dopo la ritirata dell’11 novembre. Registrate file di auto, camion e…

Cina, studenti in piazza contro le restrizioni per il Covid. Proteste da Pechino a Shanghai

Centinaia di studenti universitari sono scesi in strada a Pechino per protestare contro le restrizioni anti-Covid imposte dal governo. Proteste anche a Shanghai, dove i…

Locali

Omicidio a Foggia, una persona uccisa a colpi di pistola in un parco. Sospettato un 17enne

Omicidio nel pomeriggio a Foggia. Nicola Di Rienzo, 21 anni, è stato ucciso a colpi di pistola in un parco pubblico, in zona Camporeale. L’agguato…

Cerignola inarrestabile, ancora un successo: è quinto in classifica

Il Monopoli scaccia lo spettro della crisi, battendo 1 – 0 la Virtus Francavilla in un derby molto equilibrato. Continua la striscia positiva del Cerignola,…

Il Bari pareggia a Como. Reti di Cerri e Botta, entrambe su calcio di rigore

E’ deluso chi si aspettava un bari vincente dopo la sosta. Anche a Como l’appuntamento con la vittoria è rinviato ( il Bari non vince…

Ex Ilva, il ministro Urso: “Riequilibrare la governance”. La Uil Taranto: “Comunità stanca, Mittal vada via”

Riequilibrare la governance dell’ex Ilva. È la necessità ribadita in un’intervista dal ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso. “Siamo in un…

Made with 💖 by Xdevel