Ascolta Guarda

Incendio in un ospedale di Tivoli, quattro morti e circa 200 evacuati. Si indaga per omicidio colposo plurimo e incendio colposo

È di quattro morti e circa 200 pazienti evacuati il bilancio di un incendio divampato nella tarda serata di ieri in un ospedale di Tivoli, alle porte di Roma. A perdere la vita sono state Pierina Di Giacomo e Romeo Sanna, entrambi di 86 anni, e Giuseppina Virginia Facca, di 84. Non è ancora chiaro se la quarta vittima, un 76enne, fosse deceduta poco prima del rogo o invece abbia perso la vita per conseguenza dell’incendio. “Vogliamo chiarezza sulle cause della morte di nostra madre”, hanno dichiarato i familiari di Giuseppina Virginia Facca.

Le fiamme, secondo le prime ipotesi degli investigatori, sarebbero partite dall’esterno dell’ospedale coinvolgendo i rifiuti stoccati per poi propagarsi nel pronto soccorso e nel reparto di terapia intensiva, con il fumo che ha invaso il nosocomio. “Abbiamo acquisito numerose immagini dell’impianto di videosorveglianza, da cui abbiamo un quadro chiaro su quanto accaduto e attraverso le quali al momento possiamo escludere il dolo”, ha dichiarato il procuratore di Tivoli, Francesco Menditto. La Procura ha aperto un fascicolo a carico di ignoti per omicidio colposo plurimo e incendio colposo. Sequestrate, inoltre, alcune aree dell’ospedale per le indagini. Per le tre vittime è stata disposta l’autopsia e per questo è stato nominato il medico legale e il tossicologo. Delle tre persone decedute, una era ricoverata in medicina d’urgenza e due in medicina generale.

Il ministro della Salute, Orazio Schillaci, ha parlato di “terribile tragedia”. Dopo aver sottolineato di essere in “costante contatto” con il governatore del Lazio, Francesco Rocca, il ministro ha ribadito la disponibilità da parte del governo a “dare il supporto necessario”. “Ringrazio”, si legge ancora in una nota del ministero della Salute, “tutti gli operatori coinvolti nelle attività di soccorso, i medici e gli infermieri che stanno garantendo assistenza e le strutture sanitarie che si sono attivate per accogliere i pazienti”.

Vincenzo Murgolo

Musica & Spettacolo

Chiara Ferragni e Fedez si sono lasciati

Lui le avrebbe rinfacciato di essere danneggiato dalle inchieste giudiziarie seguite al pandoro gate. Secondo il Corriere della Sera il rapper è andato via di…

Clara in diretta su Radio Norba

Sarà nei nostri studi giovedì, 22 febbraio, alle 12

Leggerissime

 
  Diretta

Top News

Stop cellulari e tablet nelle scuole elementari e medie anche per scopi didattici: la nuova stretta del ministro Valditara

Stretta su telefonini e tablet alle scuole elementari e medie anche per scopi didattici. Sono le nuove linee guida ministra dell’Istruzione, Giuseppe Valditara. La decisione,…

Terzo mandato, nulla da fare per i sindaci delle grandi città

Nulla da fare per il terzo mandato dei sindaci nei grandi comuni più volte chiesto anche dal sindaco di Bari e presidente dell’Anci, Antonio Decaro.…

Dani Alves condannato a 4 anni e mezzo di carcere per stupro. L’ex calciatore della Juve dovrà anche risarcire la vittima

Dani Alves è stato condannato a 4 anni e mezzo di carcere per stupro. L’ex calciatore del Barcellona e della Juventus è accusato di aver…

Navalny ucciso con un pugno al cuore. La Farnesina incontra l’ambasciatore russo. Biden insulta Putin

Un pugno al cuore. Sarebbe stato ucciso con una tecnica propria del Kgb lo storico oppositore di Vladimir Putin Alexei Navalny, in Russia, non dopo…

Locali

Xylella, individuata nuova variante nel Barese. Oggi l’ordinanza per abbattere sei alberi di mandorlo

È stato ribattezzato con il nome di “xylella fastidiosa fastidiosa” il nuovo ceppo della Xylella individuato A Triggiano, in provincia di Bari. Lo ha confermato…

Furti nei negozi in centro a Bari: preso il ladro delle “spaccate”. Sette gli episodi in un mese

L’emergenza “spaccate” a Bari. sono almeno sette i furti e tentati furti, in tutto, che la stessa persona avrebbe compiuto nel giro di un mese,…

Collaudatore 36enne muore sul circuito Porsche di Nardò: la moto si è scontrata in pista con un’auto

Stava collaudando una moto sul circuito Porsche di Nardò, nel Salento, quando si è scontrato con un’auto, con a bordo un altro collaudatore al lavoro,…

Latitante tarantino arrestato in aeroporto a Napoli, stava per volare in Spagna

Un latitante 35enne di Taranto, Giuseppe Palumbo, è stato arrestato dai carabinieri in aeroporto, a Napoli, mentre stava per imbarcarsi su un volo per la…

Made with 💖 by Xdevel