Ascolta Guarda
Achille Lauro Unplugged

Japino, l’amore per Raffaella oltre la fine della loro storia

“L’amore può cambiare ma non muore”, diceva la Carrà. I fan cantano le sue canzoni al funerale e la ricordano con il sorriso e la sua forza

Quando si sceglie la persona con cui passare la vita bisognerebbe sceglierla pensando a come potrebbe comportarsi quella persona se un giorno ci si lascerà. Quando l’amore finisce, se si è fortunati,  resta il rispetto, la stima, l’amicizia, la fiducia, in un certo senso quando l’amore finisce resta un amore che va oltre la relazione. Ce lo ha insegnato in questi giorni Sergio Japino, a fianco di Raffaella Carrà fino alla fine. 

Japino, regista, ballerino, autore e coreografo, è stato compagno di Raffaella dal 1981 fino al 1997. Si conobbero sul set del programma “Millemilioni”, dopo che la Carrà aveva concluso la sua storia con Giani Boncompagni. In una intervista a Tv Sorrisi e Canzoni, lui  raccontò così il loro colpo di fulmine: “Facevo con lei  un romantico passo a due per insegnarlo a un altro. Accadde lì: ci siamo guardati negli occhi ed è scoccata la scintilla”.

“L’amore può cambiare ma non muore” diceva lei commentando la fine della relazione ma la vicinanza con Japino. Lui le faceva eco dicendo: “Siamo legati nell’anima, più che fratelli, abbiamo lo stesso sangue. Una normale storia d’amore è molto piccola rispetto a quello che viviamo noi”. Japino e la Carrà non ebbero figli. Raccontò Raffaella: “Quando andai dal ginecologo per un controllo mi disse che era troppo tardi. E’ stato come sbattere la faccia contro un muro. Come se la vita, all’improvviso, mi avesse costretta a fare. Un bagno nella realtà”.

Sergio Japino le è stato acanto fino all’ultimo, è stato per lei accompagnatore fino alla fine e famiglia. E’ stato lui a prendersi cura di lei e ad accoglier Ele sue ultime volontà: quella di chiedere una bara di legno grezzo, di essere cremata, di far fare un passaggio delle sue ceneri a San Giovanni Rotondo perché molto devota di Padre Pio e si è occupato del suo funerale.  La grande intelligenza di due persone che sono state insieme e che anche dopo la fine della storia hanno continuato a vivere anche fisicamente vicini: nello stesso palazzo di Raffaella abitavano sia Boncompagni che Japino. “L’amore può cambiare ma non muore”. Appunto. 

Così come è profondo l’amore dei fan per Raffaella. Dopo lo sgomento per la notizia e l’incredulità, tutti scelgono di ricordarla con il sorriso e le sue canzoni. Così come ha detto Milly Carlucci dopo il rito funebre, così come hanno fatto i fan che hanno intonato le sue canzoni mentre il feretro usciva dalla chiesa. Un amore vero, fatto di rispetto e forza. Quella forza che Raffaella ha insegnato fino all’ultimo. Come ha ricordato ieri il capo struttura Rai Paolo De Andreis che per una vita ha lavorato con Raffaella Carrà: “Non voleva si sapesse della sua malattia e fino all’ultimo quando si chiedeva di lei faceva dire di essere fuori con i nipoti”.

Angela Tangorra

Musica & Spettacolo

Sanremo 2023, i Depeche Mode ospiti della finale

Il gruppo sarà all'Ariston sabato 11 febbraio

Kekko dei Modà, al festival “per raccontare la depressione senza vergognarmi”

"La spinta per affrontare le fragilità? Dalla mia bambina", dice il frontman della band che torna a Sanremo dopo dieci anni …

Sport

Plusvalenze Juventus, 36 pagine di motivazioni per il -15: grave illecito sportivo ripetuto e prolungato

La società farà ricorso entro un mese al Collegio di Garanzia dello Sport del Coni

Leggerissime

Sempre più turisti stranieri scelgono l’Italia per sposarsi

Aumentano anche gli italiani che si sposano in regioni diverse da quella di appartenenza

 
  Diretta

Top News

Ucraina, gli Stati Uniti potrebbero inviare a Kiev missili a lungo raggio. Mosca: “Così si aggrava l’escalation”

Tra gli aiuti per oltre due miliardi di dollari che gli Stati Uniti stanno preparando per l’Ucraina sarebbero inclusi per la prima volta razzi a…

Caso Cospito, il sottosegretario Delmastro: “A Donzelli informazioni non secretate”

Rimane alta la tensione dopo le dichiarazioni rilasciate ieri in Aula a Montecitorio dal deputato di Fratelli d’Italia, Giovanni Donzelli, sul caso Cospito. Il sottosegretario…

Agguato ad Alatri, clinicamente morto il 18enne ferito lunedì a colpi di pistola

“Assenza di attività cerebrale”. Con queste parole è stata dichiarata dai medici la morte cerebrale di Thomas Bricca, il 18enne rimasto ferito nell’agguato avvenuto lunedì…

Caso Cospito, bagarre a Montecitorio per le dichiarazioni di Donzelli e le accuse al Pd. Il parlamentare di FdI: “Non ho violato segreti”. Dal centrosinistra la richiesta di dimissioni

Il caso Cospito adesso imbarazza il centrodestra al Governo. In Aula a Montecitorio, ieri, Giovanni Donzelli, deputato di Fratelli d’Italia e vicepresidente del Copasir (il…

Locali

Incidente mortale a Taranto, anziano perde il controllo dell’auto e si scontra con furgone in sosta

Incidente mortale in viale Magna Grecia a Taranto. La vittima è un uomo di 85 anni. Per cause da accertare, ha perso il controllo dell’auto…

Tentata rapina in un ufficio postale nel barese, aggrediti i dipendenti

Tentata rapina all’interno di un ufficio postale di Palo del Colle, nel barese. Ad agire, secondo gli inquirenti, sarebbero stati due uomini a volto coperto…

Incendio doloso nel leccese, danneggiato un negozio

Un incendio di origine dolosa è divampato nella notte a Torre Lapillo, nel leccese, danneggiando un negozio di articoli per fumatori, abbigliamento, body piercing, alimentari…

Ex Ilva, i Genitori Tarantini: “Lo scudo penale è una condanna a morte”

Con l’immunità penale per i vertici dell’ex Ilva prevista nell’ultimo decreto del governo “sta per arrivare una nuova condanna a morte, per il futuro”. Ad…

Made with 💖 by Xdevel