Ascolta Guarda

Morte Martina Rossi, per la Cassazione stava fuggendo da un tentativo di stupro. Confermate le due condanne

La 4a sezione penale della Cassazione ha confermato la sentenza della Corte d’appello di Firenze che ha condannato a 3 anni Alessandro Albertoni e Luca Vanneschi per tentata violenze sessuale su Martina Rossi, la studentessa genovese morta nel 2011 precipitando dal sesto piano di un albergo di Palma di Maiorca, in Spagna, mentre fuggiva dagli aggressori. La studentessa genovese di 20 anni non si è suicidata, ma è precipitata dal balcone nel tentativo di sfuggire a una violenza sessuale. A questa conclusione, dopo 10 anni, sono arrivati i processi e la sentenza definitiva. “Non ci deve essere più nessuno che si possa permettere di far del male a una donna e passarla liscia. Adesso posso dire a Martina che il suo papà è triste perché lei non c’è più, ma anche soddisfatto perché il nostro paese è riuscito a fare giustizia”, ha commentato Bruno Rossi. E dal legale dei genitori di Martina arriva l’accusa: “”Martina – ha detto l’avvocato Luca Fanfani – è morta in conseguenza di un tentativo di stupro, non esiste un’altra verità. Ora la Spagna chieda scusa per come archiviarono dopo tre ore e affittarono la camera”.

La quarta sezione penale della Cassazione, dopo sette ore di udienza e due di camera di consiglio, ha dichiarato inammissibili i ricorsi della difesa dei due 30enni aretini e ha scongiurato la prescrizione.

Martina è morta 10 anni fa (era il 3 agosto 2011) a Palma di Maiorca, cadendo dal balcone di un albergo mentre era in vacanza con le amiche. Secondo la procuratrice generale, Elisabetta Ceniccola, la ragazza non si è suicidata, come si è creduto all’inizio, e come vuole la tesi difensiva, ma ha scavalcato la balaustra, finendo di sotto, per sfuggire a una violenza sessuale, e il reato non si è prescritto. Poi, ha ricordato la pg, c’è il fatto che sul corpo della ragazza ci fossero delle lesioni non compatibili con la caduta, i graffi su uno dei due ragazzi, e il fatto che la ragazza non avesse i pantaloncini, che non sono stati ritrovati, ed è illogico che fosse andata in giro per l’albergo senza. I due giovani della provincia di Arezzo erano stati prima condannati a 6 anni, poi assolti il 9 giugno del 2020 “perché il fatto non sussiste” dalla Corte d’appello di Firenze che ha dato per buona l’ipotesi del suicidio, ed è stato la stessa Cassazione a riaprire il caso, rilevando errori e sottovalutazioni in quella decisione, e disponendo un processo bis, nel quel poi sono stati condannati ad aprile. A fine agosto il processo era già approdato nuovamente in Cassazione, davanti alla sezione feriale, temendo la prescrizione prima di poter essere trattato dalla sezione competente per materia.

“Grande amarezza, abbiamo creduto fino all’ultimo al riconoscimento dell’innocenza di Luca. Ma non è finita qui. Ricorreremo alla Corte Europea e chiederemo la revisione del processo”, ha assicurato il difensore di Vanneschi, Stefano Buricchi.

Stefania Losito

Musica & Spettacolo

La musica italiana vola nel mondo

Ascolti record per i nostri artisti sia nel nostro Paese che fuori

Clementino torna sul set: il rapper alla sua seconda prova di attore

Dopo aver recitato diretto da Castellitto ne “Il materiale emotivo”, ora gira il film dedicato al mito di Lamborghini

Sport

MotoGp, a Misano pole position per Bagnaia. Ducati padrona della prima fila

Quartararo partirà dal quindicesimo posto, ultima fila per Valentino Rossi

Leggerissime

Vito Dell’Aquila, dopo la medaglia di Tokyo….arriva la patente!

Il campione di Tokyo condivide in traguardo con i followers

Chiara Ferragni in ospedale per Vittoria

Paura per la mamma influencer: la piccola aveva febbre alta e difficoltà respiratorie. Ora sta meglio

 
  Diretta

Top News

Austria, l’annuncio del cancelliere: “Restrizioni solo per i non vaccinati”

In Austria, in caso di nuova ondata pandemica, solo i non vaccinati andranno incontro a misure restrittive. Ad annunciarlo il cancelliere Alexander Schallenberg. “Ai non…

Covid, in Italia incidenza stabile. Aumentano gli attuali positivi

Sono 3908 i nuovi casi di Covid registrati in Italia nelle ultime 24 ore su 491.574 tamponi molecolari e antigenici analizzati. 39 i decessi, stesso…

Turchia, Erdogan pronto a espellere dieci ambasciatori occidentali. Avevano firmato un appello a favore del dissidente Kavala

I dieci ambasciatori occidentali in Turchia che hanno firmato un appello per la liberazione del filantropo Osman Kavala, contrario al governo di Istanbul, saranno dichiarati…

Omicidio in una ditta di pneumatici nel reggiano. Fermato il presunto responsabile

I carabinieri di Reggio Emilia sono al lavoro per ricostruire la dinamica e il movente dell’omicidio di Salvatore Silipo, il 29enne ucciso a colpi d’arma…

Locali

Galatina, svastica davanti al portone della sede della Cgil. Il sindacato: “Gesto gravissimo”

A Galatina, nel leccese, ignoti hanno disegnato una svastica sul portone della sede della Cgil, in via Caracciolo. Sotto il simbolo è stato affisso un…

Covid, nessun decesso in Puglia e Basilicata

In Puglia, su 19.145 test analizzati, 203 sono risultati positivi. Nessun decesso registrato e incidenza stabile all’1%. È Bari la provincia più colpita con 70…

San Severo, arrestato il custode della scuola: avrebbe sparato al bidello per una battuta di troppo

E’ stato arrestato per tentato omicidio e portato in carcere dai carabinieri l’83enne custode della scuola media Petrarca di San Severo (Foggia), che ieri pomeriggio…

Agguato in campo rom di Barletta, il responsabile avrebbe agito per vendicare il furto di una collana

Si è costituito in questura a barletta, un 31enne responsabile del ferimento di un 43enne residente nel campo rom di Barletta, una settimana fa, con…

Made with 💖 by Xdevel