Ascolta Guarda

Musica – Niente Grammy per Laura Pausini, Bocelli e Morricone.

L’Italia resta a mani vuote durante la cerimonia numero 59 dei premi Grammy Awards, l’oscar della musica. Ne’ Laura Pausini ne’ Andrea Bocelli né il maestro Morricone hanno vinto.
Allo Staples Center di Los Angeles, Laura Pausini, che era candidata con Similares nella categoria Best Latin Album, è stata sconfitta da Jesse & Joy con Un Besito Mas. Il tenore Andrea Bocelli, nominato con Cinema nella categoria Traditional Pop Vocal Album, cede il passo a Willie Nelson. Nulla di fatto per il maestro Ennio Morricone, nonostante le due candidature ricevute per la Migliore Colonna Sonora con The Hateful Eight di Quentin Tarantino e per la Migliore Composizione Classica con L’Ultima Diligenza di Red Rock, sempre dal film The Hateful Eight. Torna a mani vuote anche l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, che era candidata per Verismo nella categoria Best Classical Solo Vocal Album.
La notte dei grammofoni ha visto il trionfo di Adele che ha vinto i 5 grammy più importanti: Best Record of the Year, Best Song of the Year e Best Pop Solo Performance per Hello, Best Album of the Year e Best Pop Vocal Album per 25 (Greg Kurstin, il suo produttore, è stato inoltre premiato come Producer of the Year, Non-Classical). Al momento di ritirare il premio la cantante britannica ha voluto rendere onore alla sua grande rivale, Beyoncè, incinta di due gemelli: ”Il tuo album, Lemonade, e’ semplicemente monumentale”.
Sconfitta, ma solo dalla giuria, Beyonce’. Queen Bee per questa edizione si è aggiudicata due grammofonini d’oro (Best Music Video per Formation e Best Urban Contemporary Album per Lemonade) ma la sua performance entrerà’ negli annali: esecuzione perfetta, abito regale dorato, presentazione fatta dalla madre e soprattutto per il pancione mostrato per la prima volta in pubblico. Al suo fianco il marito Jay-Z, che l’ha applaudita e sostenuta per tutto il corso della serata seduto in prima fila accanto a lei e mettendo così a tacere una volta per tutte le malelingue su una loro presunta crisi coniugale.
E’ stata anche la serata di David Bowie: il Duca Bianco, morto il 10 gennaio 2016, che ha trionfato in ben cinque categorie, grazie a Blackstar, il suo 25/mo e ultimo album in studio, pubblicato solo due giorni prima di morire. E poi e’ stata la serata dei tributi. Adele si è interrotta per la forte emozione mentre ricordava George Michael: “Scusate”, ha detto, “non posso fare come l’anno scorso. Scusate se sto sudando. Non posso andare avanti, per rispetto nei confronti di George Michael. Ricominciamo”. Così ha ripreso il canto di “Fast Love”, canzone di George Michael del 1996.
Da George Michael appunto a Prince, con Bruno Mars e i Time che si sono esibiti con le hit firmate dal Folletto di Minneapolis, Jungle Love, The Bird e Let’s Go Crazy. Demi Lovato ha guidato la performance per celebrare il quarantennale di Saturday Night Fever dei Bee Gees mentre John Legend si e’ esibito al piano per ricordare le tante star del mondo della musica scomparse nel 2016. Nota a parte per Lady Gaga. Dopo l’Halftime Show di sette giorni fa al 51esimo SuperBowl, Lady Germanotta ha regalato un’altra performance da brividi, duettando sul palco dello Staples Center insieme ai Metallica.

Angela Tangorra

Musica & Spettacolo

Clara in diretta su Radio Norba

Sarà nei nostri studi giovedì, 22 febbraio, alle 12

Eugenio Finardi in concerto in Puglia

Appuntamento il 23 febbraio a Martina Franca

Leggerissime

 
  Diretta

Top News

Ex Ilva, il commissario straordinario già al lavoro: subito l’incontro con il ministro Urso. I sindacati aspettano la convocazione

E’ già al lavoro il nuovo commissario straordinario di Acciaierie d’Italia, ex Ilva, Giancarlo Quaranta, al ministero delle Imprese e del Made in Italy per…

Voragine inghiotte due auto a Napoli, tragedia sfiorata al Vomero

Due persone ferite lievemente, un edificio è stato evacuato per motivi di sicurezza Paura all’alba di mercoledì a Napoli, nel quartiere Vomero, quando all’alba si…

Decreto Caivano, il rapporto Antigone: “Dall’inizio dell’anno già 500 ragazzi detenuti, effetti distruttivi”

 “Passi indietro”, per effetto del cosiddetto decreto Caivano, nel delicato e drammatico settore della giustizia minorile che registra già dall’inizio dell’anno circa 500 ragazzi detenuti, un…

In Sicilia stop a smartphone e tablet per i bambini: il disegno di legge dei deputati regionali del M5S

In Sicilia stop all’uso di smartphone e tablet per bambini e adolescenti. E’ la proposta legislativa del deputato regionale del M5S, il pediatra Carlo Gilistro,…

Locali

Collaudatore 36enne muore sul circuito Porsche di Nardò: la moto si è scontrata in pista con un’auto

Stava collaudando una moto sul circuito Porsche di Nardò, nel Salento, quando si è scontrato con un’auto, con a bordo un altro collaudatore al lavoro,…

Latitante tarantino arrestato in aeroporto a Napoli, stava per volare in Spagna

Un latitante 35enne di Taranto, Giuseppe Palumbo, è stato arrestato dai carabinieri in aeroporto, a Napoli, mentre stava per imbarcarsi su un volo per la…

Scontro tra auto fra Trani e Corato, un morto e quattro feriti

Una persona è morta e altre quattro sono rimaste ferite in un incidente stradale avvenuto sulla provinciale tra Corato e Trani, tra il nord barese…

Crollo Firenze, domani 2 ore di sciopero di Cgil e Uil in Puglia: “Nel 2023 78 vittime sul lavoro nella regione”

Due ore di sciopero a fine turno, domani mercoledì 21 febbraio, sono state decise dalle categorie nazionali degli edili e dei metalmeccanici di Cgil e…

Made with 💖 by Xdevel