Sanremo – Sul truck di Radionorba Braschi, Lele, Pini e Mirage

I giovani di Sanremo si raccontano – Foto e Video

Sanremo …si parte! In diretta dallo studio a bordo del nostro truck è cominciata l’avventura sanremese con Alan e Veronica che questa mattina hanno ospitato alcuni dei giovani in gara nella sezione nuove proposte che cominceranno a gareggiare da domani (mercoledì).

Il primo ad entrare nei nostri studi è Braschi (guarda il video) giovane simpatico e quasi avvocato la cui carriera da cantante comincia tra un esame e l’altro “quando ho capito che la musica sarebbe stata la mai vita”. Il titolo della canzone lo ha preso in prestito da un libro di Fabio Geda che si intitola proprio “Nel mare ci sono i coccodrilli” e specifica: “Si tratta comunque di un pezzo happy“. La canzone è supportata da un video girato a New York e farà parte dell’album “Trasparente”.

Lele (guarda il video) entra nel nostro studio con un’aria particolarmente serena e tranquilla e ci confessa di vivere la settimana di Sanremo benissimo: “E’ la settimana più importante per la musica e se non la vivo bene non ha senso“. Il pezzo con cui gareggia si intitola “Oramai” ed è nato di getto come tutte le sue canzoni ma non nella sua stanza: non vuole svelare dove lo ha scritto. Lele è particolarmente fiero della sua canzone: “Sono contento di averla scritta e di aver partecipato alla produzione confrontandomi con la scelta dei suoni. Ogni volta che chiudo un pezzo è come se portassi a casa una vittoria e in un certo senso è come se a Sanremo avessi vinto”. Alla domanda se riesce a immaginare la performance sul palco risponde di no e aggiunge: “non riesco a immaginarla ma per fortuna il palco è un momento emotivo e quando sarò lì vedrò che succede“. Lele arriva dalla scuola di Amici 2016 e con se’ anche in questa occasione ha gli anelli appartenuti ai nonni a cui è stato molto legato e sono per lui una specie di portafortuna.

Tommaso Pini (guarda il video) arriva sul truck con la sua canzone sanremese “Cose che danno ansia” che fa riferimento a un momento vero della sua vita. Tommaso ha vissuto a Londra e cosa successe lì lo racconta lui stesso: “Ero a Londra da poco e in metropolitana mi sono perso. Dopo essermi seduto e aver respirato perché mi è presa una crisi forte di ansia ho detto…. canto e scrivo perché non ci faccio un pezzo su questo? ecco, raccontare l’ansia che è nella mia vita quotidiana come un’amica immaginaria. L’ansia è anche la protagonista del mio album che proprio per questo è un disco che definirei sincero al 100%“.
Come si vede Tommaso Pini sul palco dell’Ariston? “Non mi vedo proprio….nel senso che cerco di non vedermi non pensandoci… vivo giorno per giorno e Sanremo sto cercando di viverlo serenamente dopo aver lottato tanto per arrivarci”.

Marianne Mirage (guarda il video) è la scoperta più recente di Caterina Caselli e porta all’Ariston “Le canzoni fanno male” che spiega così: “E’ l’effetto che la musica fa su di me, la musica mi parla dal cuore e ho pensato che fosse significativo portare questo pezzo anche per me. Le canzoni ci piacciono e sono ponti sul nostro cuore, sono anche note dolenti.”
Marianne Mirage è una cantautrice: “La musica la vivo in maniera fisica e personale ma a Sanremo per la prima volta sono interprete visto che questa canzone è scritta da Francesco Bianconi dei Baustelle e Kaballà per cui ho una grande responsabilità…ma l’ho cantata subito sennò nelle retrovie succede che poi se la piglia un’altro…. Da loro due ho avuto grande sostegno“.

Angela Tangorra