Ascolta Guarda

Chiusura straordinaria per il Battiti Live 2018, “un tour indimenticabile”

Decine di migliaia di spettatori domenica sera sul lungomare di Bari per assistere al gran finale del Radionorba Battiti Live 2018. Una serata ricca di emozioni iniziata in modo insolito, con i due conduttori, Alan Palmieri ed Elisabetta Gregoraci, arrivati dal mare, poco dopo il tramonto ed approdati sul molo della tradizione barese, con il lungomare e i suoi palazzi storici da una parte e il Teatro Margherita e il borgo antico dall’altra. Cornice straordinaria, in una bellissima serata estiva. Anche tutti gli artisti sono arrivati in barca, una prospettiva inedita di Bari che ieri notte non ha temuto il confronto neanche con la cornice del festival del cinema di Venezia. E poi lo spettacolo sul palco, davanti ad un pubblico incredibile, che ha esaltato tutti gli artisti, per oltre tre ore di spettacolo.
“Una chiusura davvero indimenticabile di un tour vissuto tutto di un fiato”, commenta il presidente di Radionorba Marco Montrone. “Quando le emozioni si alternano in modo così vorticoso, non si fa in tempo a coglierle, a viverle pienamente ed intensamente, poi però passano i giorni, si spengono i riflettori e si ha finalmente il tempo di riavvolgere il nastro e di rivivere tutto”. Anche quest’anno Battiti Live ha registrato grandissimi numeri nelle piazze e sui mezzi del gruppo Norba, tv, radio, internet e social, aspettando la messa in onda su Italia 1, in programma da questo giovedì 2 agosto, ogni giovedì in prima serata, per cinque settimane consecutive, fino a fine agosto. “Ringrazio Italia 1”, prosegue Montrone. “Ha dato una possibilità importante a Norba, ma ha dato soprattutto una possibilità alla Puglia, alle nostre città, di poter essere teatro dell’estate musicale italiana e la riconferma di quest’anno, con lo stesso prestigiosissimo posizionamento in palinsesto, ci inorgoglisce. Significa che abbiamo lavorato bene. Quando si arriva a questi livelli continuare poi a migliorare è sempre più difficile. Ci lavoriamo un anno intero per farlo, senza tralasciare nessun dettaglio, mossi dalla determinazione di voler assicurare uno standard tecnico ed artistico internazionale, ma senza perdere il nostro Dna, le nostre origini ed il nostro legame con il territorio. Abbiamo dimostrato che anche al sud si possono fare eventi di questa portata e che tutto il territorio ha la maturità per poterli accogliere. Fino a quando noi avremo la certezza di continuare ad emozionare il nostro pubblico e ad emozionarci nel fare questo lavoro, allora Battiti andrà avanti”. “Abbiamo vissuto tutti quanti insieme all’unisono queste cinque settimane”, conclude il presidente di Radionorba, “ed il mio ringraziamento va a tutti quelli che ci mettono il cuore per questo evento”.
Molto soddisfatto anche Alan Palmieri, direttore artistico di Radionorba e del Battiti Live, nonché conduttore dello show. “Abbiamo chiuso con il remix di Felicità di Al Bano e Romina, penso sia stato il modo migliore per salutare l’edizione 2018. Siamo felici, è stata un’edizione straordinaria, che ci ha impegnato tanto, ma ci ha regalato tante belle emozioni”.
Felice anche la regina del palco della radio del sud, Elisabetta Gregoraci. “E’ stato bello anche quest’anno. Non vedevo l’ora di tornare sul palco di Battiti e la lunga attesa è stata ampiamente ripagata. E’ stata un’edizione emozionante, piena di energia, è stata stupenda. Sono super felice”.
La serata è stata aperta da Elodie, Michele Bravi e Gué Pequeno, con “Nero Bali”, tra i tormentoni di quest’estate, trasformata per l’occasione in “Nero Bari”. I tre artisti sono poi tornati sul palco verso la fine della serata per cantare singolarmente i loro successi. Il secondo cantante a salire sul palco era uno dei più attesi, Irama, e i giovanissimi si sono scatenati. Non da meno l’accoglienza per lo straordinario Cristiano Malgioglio: anche lui è salito due volte sul palco nel corso della serata, per proporre le sue due hit di quest’anno. La serata di ieri è stata contraddistinta dalle doppie esibizioni: è stato così anche per il giovane rapper Biondo, che ha cantato i suoi due singoli intervallato dal dj set di Gabry Ponte, un assaggino del finale. Altri nomi molto attesi quelli di Francesca Michielin e Carl Brave con un’altra gettonatissima hit estiva. Francesca ha poi cantato anche l’ultimo singolo del suo bellissimo disco. Faceva caldo, ma l’aria si è ulteriormente riscaldata quando sul palco è salito il rapper più famoso d’Italia, J-Ax, che ha cantato alcuni dei suoi brani più famosi. Accoglienza da star per l’ospite internazionale, Mihail, protagonista indiscusso, quest’anno, del panorama internazionale. A Bari ieri sera si sono esibite tre grandissime band. I primi a salire sul palco sono stati i più giovani, The Kolors, con i brani italiani di quest’anno e quelli stranieri che li hanno portati alla ribalta nazionale. Poi è toccato a una delle rock band più famose d’Italia, i Negrita, per la prima volta sul palco di Battiti: per l’occasione, oltre all’ultimo singolo, hanno portato due dei brani più conosciuti del loro repertorio. Infine la terza grande band della serata, Le Vibrazioni, anche loro con i nuovi brani, tra cui il pezzo portato a Sanremo quest’anno, e i vecchi successi. Prima di loro c’è stato spazio anche per il giovane talento Thomas, gran ballerino oltre che cantante. Alla fine, per chiudere in bellezza, di nuovo sul palco il re della dance, Gabry Ponte, per augurare a tutti tanta “felicità” e con Alan ed Elisabetta dare l’arrivederci all’edizione 2019.

Musica & Spettacolo

Federico Zampaglione dei Tiromancino in diretta su Radio Norba

Lunedì 18 ottobre nei nostri studi alle 12.20

Red Hot Chili Peppers, il nuovo album è quasi pronto

A rivelarlo è Chad Smith. La band in concerto in Italia a giugno 2022

Sport

Serie A, la Lazio batte l’Inter in rimonta. Primo stop in campionato per Inzaghi

Nell'anticipo delle 15 vittoria dello Spezia contro la Salernitana per 2-1

Leggerissime

Guè Pequeno diventerà papà

Il rapper e la compagna aspettano una bambina

 
  Diretta

Top News

Manifestazione No Green pass a Milano, sfilano in migliaia. Proteste dinanzi alla sede della Rai

Momenti di tensione si sono registrati durante la manifestazione ‘no Green Pass’ organizzata a Milano. A prendervi parte almeno 3000 persone, sostiene la Questura del…

I sindacati in piazza a Roma dopo l’assalto alla sede della Cgil di sabato scorso: “Manifestazione non di parte”

“Questa bellissima piazza parla a tutto il Paese”. Lo ha dichiarato il segretario della Cgil, Maurizio Landini, in piazza San Giovanni a Roma durante la…

Covid, in Italia tasso di positività stabile. Calo rilevante dei decessi

Sono 2983 i nuovi casi di Covid registrati in Italia nelle ultime 24 ore su 472.535 tamponi molecolari e antigenici analizzati. Calo rilevante dei decessi,…

Papa Francesco: “Salario universale e riduzione dell’orario di lavoro per cambiare il modello economico”

Il salario universale e la riduzione della giornata lavorativa come strumenti per cambiare il modello economico attuale. È quanto sostenuto da Papa Francesco nel suo…

Locali

Presunta corruzione a Sigonella, arrestati due ufficiali baresi dell’Aeronautica

La Guardia di Finanza di Catania ha arrestato due ufficiali baresi dell’Aeronautica Militare, Matteo Mazzamurro e Giuseppe Laera, per istigazione alla corruzione nell’ambito della procedura…

Covid, in Puglia nessun decesso e indice di positività allo 0,6%. In Basilicata 16 nuovi casi

In Puglia, su 21.315 test analizzati, 134 sono risultati positivi senza nuovi decessi. Tasso di positività allo 0,6%. La provincia più colpita è Lecce con…

Ceramiche corinzie a 780 metri di profondità nel Canale d’Otranto, una scoperta sensazionale

Ceramiche corinzie a 780 metri di profondità nel Canale d’Otranto, una scoperta sensazionale Una nuova luce sui rapporti commerciali tra Corinto e la Magna Grecia…

Vandalizzano ogni giorno i bus dell’Ataf a Foggia, la denuncia dei sindacati contro un gruppo di studenti

Un gruppo di studenti all’uscita da scuola, a Foggia, quotidianamente vandalizzerebbero il bus della linea 2 dell’Ataf, l’azienda di trasporto pubblico locale. La denuncia arriva…

Made with 💖 by Xdevel