Ascolta Guarda

Estorsioni a imprenditori e gestione alloggi popolari, 5 ordini di carcerazione di presunti affiliati al clan Parisi di Bari

Cinque persone, ritenute appartenenti al clan Parisi di Bari, sono finite in carcere su disposizione dell’ufficio esecuzioni penali della Procura generale di Bari. Il provvedimento ha colpito Michele Parisi (56 anni), Giuseppe Parisi (59 anni), Battista Lovreglio (65 anni), Michele Genchi (55 anni) e Vito Sebastiano (42 anni), che dovranno scontare pene dai tre ai nove anni di reclusione per associazione a delinquere di tipo mafioso, traffico di stupefacenti, violazione della legge sulle armi, estorsioni e riciclaggio con l’aggravante della mafiosità.
I cinque erano già stati colpiti da provvedimento cautelare nel 2016, nell’ambito dell’operazione “Do ut des”. L’indagine consentì di documentare l’attività criminale del clan Parisi, operativo a Bari e in alcuni Comuni della provincia, e la sua gestione “in situazione di monopolio” – come scrive la polizia in un comunicato – di numerose attività illecite “attraverso il capillare e sistematico controllo del territorio”. Una egemonia che si era sviluppata anche attraverso
il monitoraggio e la gestione delle case popolari e con l’infiltrazione nei cantieri edili.
Le indagini sono state supportate dalle dichiarazioni di imprenditori vittime del clan.

Stefania Losito

Musica & Spettacolo

Chiara Ferragni e Fedez si sono lasciati

Lui le avrebbe rinfacciato di essere danneggiato dalle inchieste giudiziarie seguite al pandoro gate. Secondo il Corriere della Sera il rapper è andato via di…

Clara in diretta su Radio Norba

Sarà nei nostri studi giovedì, 22 febbraio, alle 12

Leggerissime

 
  Diretta

Top News

Stop cellulari e tablet nelle scuole elementari e medie anche per scopi didattici: la nuova stretta del ministro Valditara

Stretta su telefonini e tablet alle scuole elementari e medie anche per scopi didattici. Sono le nuove linee guida ministra dell’Istruzione, Giuseppe Valditara. La decisione,…

Terzo mandato, nulla da fare per i sindaci delle grandi città

Nulla da fare per il terzo mandato dei sindaci nei grandi comuni più volte chiesto anche dal sindaco di Bari e presidente dell’Anci, Antonio Decaro.…

Dani Alves condannato a 4 anni e mezzo di carcere per stupro. L’ex calciatore della Juve dovrà anche risarcire la vittima

Dani Alves è stato condannato a 4 anni e mezzo di carcere per stupro. L’ex calciatore del Barcellona e della Juventus è accusato di aver…

Navalny ucciso con un pugno al cuore. La Farnesina incontra l’ambasciatore russo. Biden insulta Putin

Un pugno al cuore. Sarebbe stato ucciso con una tecnica propria del Kgb lo storico oppositore di Vladimir Putin Alexei Navalny, in Russia, non dopo…

Locali

Xylella, individuata nuova variante nel Barese. Oggi l’ordinanza per abbattere sei alberi di mandorlo

È stato ribattezzato con il nome di “xylella fastidiosa fastidiosa” il nuovo ceppo della Xylella individuato A Triggiano, in provincia di Bari. Lo ha confermato…

Furti nei negozi in centro a Bari: preso il ladro delle “spaccate”. Sette gli episodi in un mese

L’emergenza “spaccate” a Bari. sono almeno sette i furti e tentati furti, in tutto, che la stessa persona avrebbe compiuto nel giro di un mese,…

Collaudatore 36enne muore sul circuito Porsche di Nardò: la moto si è scontrata in pista con un’auto

Stava collaudando una moto sul circuito Porsche di Nardò, nel Salento, quando si è scontrato con un’auto, con a bordo un altro collaudatore al lavoro,…

Latitante tarantino arrestato in aeroporto a Napoli, stava per volare in Spagna

Un latitante 35enne di Taranto, Giuseppe Palumbo, è stato arrestato dai carabinieri in aeroporto, a Napoli, mentre stava per imbarcarsi su un volo per la…

Made with 💖 by Xdevel