Ascolta Guarda

Funivia, il pm: capo servizio sentì dei rumori, ma annotò il falso

Lo avrebbe ammesso Tadini, che non immaginava la rottura del cavo

Il 22 e il 23 maggio, quindi il giorno della tragedia della funivia del Mottarone, il capo servizio dell’impianto, Gabriele Tadini, avrebbe annotato il falso nel “Registro Giornale”, dove vanno segnalati quotidianamente gli eventuali problemi tecnici, parlando di “esito positivo dei controlli” in particolare sul funzionamento dei freni.

Secondo la Procura di Verbania mentì nonostante avesse sentito provenire dalla cabina un rumore-suono caratteristico riconducibile alla presumibile perdita di pressione del sistema frenante che si ripeteva ogni due-tre minuti e da diverso tempo.

Lo si legge nella richiesta di custodia cautelare in carcere firmata dal procuratore Olimpia Bossi e dal pm Laura Carrera per Tadini, per il titolare delle Ferrovie del Mottarone, Luigi Nerini, e per il direttore di esercizio Enrico Perocchi, tutti accusati di omicidio e lesioni colpose per la morte di 14 persone e il grave ferimento del piccolo Eitan e di omissione dolosa di cautele aggravata dal disastro, per i forchettoni rossi inseriti in modo da disattivare i freni malfunzionanti.

Tadini sarebbe pronto a confermare le proprie ammissioni anche davanti al gip durante gli interrogatori in carcere. Il suo avvocato dice che è “distrutto, pentito e solo nelle mani di Dio”. Tadini avrebbe raccontato di aver corso il rischio di inserire i forchettoni perché il problema ai freni continuava a bloccare la cabina, ma l’ultima cosa al mondo che pensava era che si potesse rompere il cavo traente. Se il sistema frenante fosse stato attivo, però, la cabina sarebbe stata retta dal cavo portante.

Per capire se c’è un collegamento tra il malfunzionamento dei freni e la fune traente che si è spezzata, bisognerà attendere maggiori verifiche da parte del consulente esperto della Procura. L’ipotesi, al momento, è che il cavo fosse danneggiato. Si sarebbe staccato dalla testa fusa, cioè la parte attaccata alla cabina. Sarebbe questo il motivo delle anomalie che facevano scattare il freno di emergenza, poi inibito dall’utilizzo del forchettone.
Secondo gli esperti, la testa fusa è la parte più delicata, ma proprio per questo i controlli sono rigorosi e al Mottarone sarebbero stati svolti di recente. Almeno stando ai documenti.

Gianvito Magistà

Musica & Spettacolo

Ultimo, il nuovo album “Solo” esce ad ottobre

Il racconto di due anni di lontananza dal pubblico

Michael Stipe dice no alla reunion R.E.M.

"Non ci servono soldi"  ha detto il cantante della band che sta lavorando a nuovi progetti

Leggerissime

 
  Diretta

Top News

Il CDM approva il decreto per contenere il caro bollette. Previste agevolazioni a scaglioni per fasce deboli ed imprese

Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge contro il caro bollette. Nella nota, Palazzo Chigi specifica che le nuove misure intervengono in favore…

Trattativa Stato – Mafia: assolto Dell’Utri; scagionati anche gli ex generali dei Ros Mario Mori e Antonio Subranni

Ribaltata in appello buona parte della sentenza di primo grado sulla trattativa Stato – Mafia. L’ex senatore Marcello Dell’Utri è stato assolto per non aver…

Bollettino nazionale, calano terapie intensive e ricoveri ordinari

Sono 4.061 i nuovi casi di Covid registrati in Italia nelle ultime 24 ore, su 321.554 tamponi eseguiti. 63 i morti registrati. Tasso di positività…

Draghi all’assemblea di Confindustria: “Patto economico e sociale per l’Italia. Crescita attesa al 6%, speriamo duri”

Un patto economico e sociale tra governo, sistema produttivo e parti sociali per rendere duratura e sostenibile la ripresa dell’Italia dopo le difficoltà della pandemia.…

Locali

Foggia, si finge nipote e truffa al telefono un’anziana di 77 anni

Una donna di 77 anni di Foggia è stata truffata da un uomo che, fingendosi il nipote al telefono, è riuscito a portarle via oggetti…

Rubano auto, ma si schiantano contro un ulivo: tre arrestati, uno in ospedale

Rubano un’auto, ma si vanno a schiantare contro un ulivo dopo un inseguimento durato 40 Km da parte dei Carabinieri. Uno dei tre ladri è…

Covid, in Puglia cala l’incidenza ma ci sono quattro decessi. In Basilicata calano i ricoveri

In Puglia, su 12.280 test analizzati, 138 sono risultati positivi. Registrati 4 decessi, uno in più di ieri. Incidenza all’1,1%, in calo rispetto all’1,6% registrato…

Covid, la Fondazione Gimbe: in Puglia contagi in calo dell’11,9%, in Basilicata giù i positivi ogni 100mila abitanti. Situazione sotto controllo negli ospedali

Contagi in calo dell’11,5% in Puglia nell’ultima settimana, mentre gli attuali positivi sono 79 ogni 100mila abitanti. È quanto rilevato dal monitoraggio della fondazione Gimbe,…

Made with 💖 by Xdevel