Ascolta Guarda

Intimidazione all’assessore all’Ambiente di San Severo, incendiata l’auto

E’ il secondo atto intimidatorio in pochi mesi, per Carrabba potrebbero essere legati a un appalto per la gestione dei rifiuti: “Vado avanti ma tutelatemi”, è il suo appello

Secondo atto intimidatorio nei confronti dell’assessore all’Ambiente del Comune di San Severo, Felice Carrabba, 38 anni. La scorsa notte, la sua auto, parcheggiata sotto l’abitazione, è stata incendiata. Non ci sono feriti ma il mezzo è andato distrutto, nonostante l’intervento dei vigili del fuoco per domare le fiamme. Danneggiata anche l’auto di un avvocato posteggiata nelle vicinanze. Dalle telecamere di sicurezza della zona vengono immortalate le immagini di due uomini che cospargono il veicolo con liquido infiammabile. Indagano gli investigatori. Nei mesi scorsi, Carrabba fu minacciato da un ex dipendente della società di raccolta rifiuti.

“Vado avanti ma tutelatemi”, è l’appello dell’assessore che oggi incontra il sindaco, Francesco miglio, a cui chiederà una riunione urgente in prefettura sulla sicurezza. “Uno si sforza di fare del bene e denunciare qualsiasi atto malavitoso, qualsiasi forma di corruzione e malcostume con spirito di servitù nei confronti della nostra comunità’. Dopo un po’ di agitazione mi rendo conto che se buttiamo la spugna la diamo vinta a loro. Non mi arrendo ma voglio essere tutelato”.
“Gestisco – ha aggiunto – un assessorato molto delicato, quello all’ambiente. Il primo luglio scorso abbiamo aggiudicato un appalto per la gestione dell’igiene pubblica sancendo il passaggio da una società privata ad un consorzio pubblico. Nel capitolato ho fatto mettere a caratteri cubitali che non avrei assunto altro personale per tutta la durata dell’appalto, ovvero quattro anni. Questa cosa – ha proseguito – può aver dato fastidio a qualcuno”.
Intanto Carrabba ha presentato denuncia ai carabinieri. “Se devo continuare voglio essere tutelato, non voglio
essere privato della mia libertà personale. E’ terribile svegliarsi con la puzza di plastica bruciata e le fiamme che –
ha concluso l’assessore – sembrano entrarti in casa”.

“Non perdessero tempo, non ci fanno paura. Noi non ci fermiamo. A questi, noi diciamo che anche se stanchi e provati, noi non siamo esausti – è il commento del sindaco Miglio – abbiamo ancora tanta energia da spendere e lo faremo fino all’ultimo secondo del nostro mandato elettorale. Andiamo avanti”.

Stefania Losito

Musica & Spettacolo

Chiara Ferragni: “L’allontanamento con Federico non è una strategia”

Sui rapporti con lui dice: “Ci siamo sentiti in questi giorni. Vediamo”. Sul pandoro gate: “Se anche solo una persona ha capito che comprando il…

Su Radio Norba “Ilva”, il singolo di Kid Yugi

Sarà in onda venerdì 1 marzo nel programma di Alan Palmieri

 
  Diretta

Top News

Spiragli di pace a Gaza. Continua la tensione nel Mar Rosso

Ci sono finalmente spiragli per una tregua duratura a Gaza che favorisca un nuovo scambio di prigionieri. Secondo Washington, Israele ha accettato «più o meno»…

Terremoto ai Campi Flegrei avvertito anche a Napoli ma senza danni

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.4 è stata registrata poco dopo le 10 nell’area dei Campi Flegrei, seguita da altri fenomeni di intensità minore.…

Bilaterale Italia-Canada a Toronto, Meloni incontra Trudeau: sul G7 lavorare per pochi risultati, ma concreti

Poi la premier scherza sul vertice che si terrà in Puglia: contenta che sarai lì, potrai assaggiare le tradizioni italiane “Sul G7 e sulla nostra…

Chico Forti torna in Italia. Tajani: “Una promessa mantenuta da questo Governo”. Del caso si era interessato anche Bocelli

Forti, originario di Trento, è stato condannato all’ergastolo per omicidio premeditato, ma da sempre si professa innocente “Sono felice di annunciare che dopo 24 anni…

Locali

“Siete arrivati in ritardo”, botte agli operatori del 118 a Foggia. Il malato trasportato in ospedale scortato dalla polizia

Calci e pugni agli operatori del 118 perché troppo lenti. E’ accaduto ieri mattina a Foggia. Stando a quanto ricostruito, i sanitari sono stati aggrediti…

Omicidio di mala nel Salento, confessa il killer

Il presunto killer di Antonio Amin Afendi, 33 anni, ucciso a colpi di pistola sabato mattina in pieno centro a Casarano, in provincia di Lecce,…

Voto di scambio a Bari, indagata anche l’assessora regionale Maurodinoia? Lei: “Lo apprendo dalla stampa”

L’assessore regionale pugliese ai Trasporti, Anita Maurodinoia, in una nota, ha fatto sapere di aver appreso solo dalla stampa di essere indagata nell’ambito dell’inchiesta sul…

Casarano, ucciso a colpi di kalashnikov in pieno giorno. Cinque anni fa scampò a un agguato simile

Cinque anni fa era riuscito a scampare all’agguato tesogli da un 24enne, poi fermato. Antonio Amin Afendi, 31 anni, con precedenti, stavolta non è riuscito…

Made with 💖 by Xdevel