Ascolta Guarda

L’elisir di lunga vita? E’ nello scorfano del Pacifico

I pesci utili nella ricerca contro l’invecchiamento



Alcuni fattori genetici scoperti nei genomi degli scorfani dell’Oceano Pacifico  otrebbero rivelarsi utili per le future ricerche sui fattori che influenzano l’invecchiamento. E’ l’ipotesi suggerita da uno  studio, pubblicato sulla rivista Science, condotto dagli scienziati dell’Università della California a Berkeley, che hanno esaminato e assemblato le sequenze genetiche degli scorfani del Pacifico, del genere Sebastes. Questi animali, spiegano gli autori, sono tra i vertebrati più longevi, con la durata media della vita che varia da circa un decennio per i Sebastes dallii a oltre 200 anni per i Sebastes  eutianus. “I vertebrati sono caratterizzati da aspettative di vita molto variegate – spiega J. Yuyang Lu, della Tsinghua University – questi pesci potrebbero aiutarci a individuare strategie utili per migliorare l’invecchiamento”.

“Comprendere le basi genetiche della variazione della durata della vita tra i vertebrati – osserva Sree Rohit Raj Kolora, dell’Università della California a Berkeley – potrebbe essere fondamentale per scoprire meccanismi alla base della salute umana, il che potrebbe aprire la strada allo sviluppo di trattamenti volti a migliorare le condizioni di
salute in età avanzata”. Il team ha sequenziato e analizzato i genomi di 88 diverse specie di scorfani. Gli studiosi hanno così identificato le firme genetiche nei taxa più longevi e individuato 137 geni associati a una migliore capacità di adattamento. Alcuni di questi fattori genetici risultavano correlati anche a comportamenti adattativi distintivi, come la capacità  di vivere a una maggiore profondità o dimensioni corporee maggiori. “Il 60 per cento della variabilità nella durata della vita – commenta Peter Sudmant, dell’Università  della California a Berkeley – può essere ricondotto alle
dimensioni del pesce e alle profondità a cui nuota”. I ricercatori hanno anche ricostruito l’aspetto del genoma ancestrale delle specie odierne, che si sono differenziate circa 10 milioni di anni fa. I risultati, commentano gli autori, contribuiscono a spiegare una serie di innovazioni genetiche alla base dell’evoluzione, come popolazioni di dimensioni più  contenute. Le specie più  longeve, concludono gli autori, sembrano caratterizzate da un maggiore controllo delle infiammazioni sistemiche, il che potrebbe rappresentare la chiave per la durata media della vita più elevata.”

Angela Tangorra

Musica & Spettacolo

LP su Radio Norba giovedì 2 dicembre

Sarà in collegamento con i nostri studi alle 17:30

Britney Spears compie 40 anni

Per la pop star un compleanno memorabile finalmente da donna libera

Sport

Sempre più donne scelgono di giocare a calcio

Il dato della Figc: negli ultimi dieci anni +66%  di tesserate

Serie A, l’Inter resta in contatto con la vetta. Il Bologna frena la corsa Champions della Roma

Nerazzurri vittoriosi contro lo Spezia. Giallorossi battuti da un gol di Svanberg

Leggerissime

Le feste saranno salate per gli italiani

Secondo il Codacons il Natale 2021 sarà il più caro  degli ultimi anni

Baglioni e Masini autori per “Lo Zecchino d’Oro”

Torna il concorso canoro per i più piccoli

 
  Diretta

Top News

Figliuolo: vaccino ai bambini dal 16 dicembre, in arrivo un milione e mezzo di dosi

Al via dal 16 dicembre, in Italia, la somministrazione dei vaccini anti-Covid ai bambini dai 5 agli 11 anni dopo l’ok dell’Aifa. Lo ha annunciato…

Vaccini, forse trovata la causa scatenante dei rarissimi coaguli di sangue con AstraZeneca

Scoperta, forse, la causa scatenante dei rarissimi coaguli di sangue dopo la somministrazione del vaccino anti-Covid di AstraZeneca. Un team di scienziati del Galles e…

Omicron, Sileri: forse non elude totalmente i vaccini, ma serve studiarla ancora

Pfizer prepara aggiornamento al siero: richiami per molti anni a venire La variante Omicron del Covid-19 potrebbe non eludere del tutto i vaccini, anche se…

Covid, ok alla terapia monoclonale in Gran Bretagna. A Parigi il primo caso di variante Omicron, si attendono altre conferme

Il Regno Unito ha approvato un nuovo trattamento contro il Covid con un anticorpo monoclonale, lo Xevudy (sotrovimab), sviluppato da Gsk e Vir Biotechnology. Per l’agenzia…

Locali

Covid, Gimbe e bollettino: in Puglia aumento del contagio più lento, in Basilicata terapie intensive vuote

Nuovi contagi da Covid stabili, in Puglia, nelle ultime 24 ore. Sono 305 su 22.688 tamponi analizzati, per un tasso di positività dell’1,3%. Registrati anche…

Forza Italia, Boccardi riproclamato senatore dopo tre anni e mezzo

L’ex senatore pugliese di Forza Italia Michele Boccardi, a tre anni e mezzo dall’elezione e dopo ricorsi e battaglie legali, torna a occupare il suo…

Sparò e ferì due persone per dimostrare la forza mafiosa del clan d’appartenenza: un arresto a Cassano delle Murge

Si presentò a una festa e sparò a due persone per dimostrare la propria caratura “mafiosa”. I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno eseguito…

Auto precipita in un canale di scolo ad Apricena, muore giovane mamma. Feriti il marito e la figlia di pochi mesi

Una famiglia – marito, moglie e la figlia di 4 mesi –  che viaggiava a bordo di un’Audi è finita in un canale di scolo,…

Made with 💖 by Xdevel