Ascolta Guarda

Primo maggio – Salvini replica a Fedez: “Lo invito per un caffè per parlare di libertà e diritti”

Il leader leghista risponde sui social all’attacco del rapper sul palco del concertone e dice: “Adoro e difendo la libertà di pensare, di scrivere, di parlare, di amare. Ognuno puo’ amare chi vuole, come vuole, quanto vuole”. Fedez aveva tenuto un discorso in favore del ddl Zan e aveva fatto nomi e cognomi dei leghisti contrari all’amore arcobaleno

Il leader leghista Salvini risponde a Fedez. Dal palco del concerto di Roma, il rapper aveva attaccato i leghisti che hanno parlato contro l’amore omosessuale facendo nomi e cognomi e sostenendo apertamente il ddl Zan.

Salvini risponde attraverso un post condiviso sui suoi profili social in cui scrive: “Adoro la Libertà. Adoro la musica, l’arte, il sorriso. Adoro e difendo la liberta’ di pensare, di scrivere, di parlare, di amare. Ognuno puo’ amare chi vuole, come vuole, quanto vuole. E chi discrimina o aggredisce va punito, come previsto dalla legge. E’ già così, per fortuna. Chi aggredisce un omosessuale o un eterosessuale, un bianco o un nero, un cristiano o un buddhista, un giovane o un anziano, rischia fino a 16 anni di carcere. E’ gia’ cosi’. Reinvito Fedez a bere un caffe’, tranquilli, per parlare di liberta’ e di diritti”.

Salvini aggiunge:  “Il diritto alla vita ed all’amore sono sacri, non si discutono. Per me anche il diritto di un bimbo a nascere da una mamma e un papa’ e’ sacro, mentre il solo pensiero dell’utero in affitto e della donna pensata come oggetto mi fanno
rabbrividire. Cosi’ come, da padre, non condivido che a bimbi di 6 anni venga proposta in classe l’ideologia gender, o si vietino
giochi, canti e favole perche’ offenderebbero qualcuno. Non scherziamo. Viva la Liberta’, che non puo’ imporre per legge di zittire o processare chi crede che la famiglia, come anche la Costituzione prevede, sia la cellula, il nucleo, il cuore, il passato, il
presente e il futuro del mondo”.

Intanto da Viale Mazzini fanno sapere che non è vero che la Rai avrebbe voluto controllare preventivamente il discorso di Fedez, così come denunciato dal cantante. Fonti della presidenza della Rai sottolineano che la nota diffusa da Viale Mazzini su Fedez e il concerto del primo maggio non era stata sottoposta all’approvazione del presidente, come, sottolineano le fonti, e’ consuetudine.

Immediata la replica di Fedez che su Instagram pubblica una storia in cui dice: “Io ieri sono stato chiamato dalla vicedirettrice di Rai3 e dai suoi collaboratori, che mi hanno detto parole come ‘devi adeguarti ad un sistema’ oppure ‘I nomi che fai non puoi dirli’ e una serie di altre cose. Tutto questo dopo aver mandato il testo previa approvazione da parte loro, che gia’ questo e’ assurdo di per se’. Ora e’ una cosa che non mi piace e avrei voluto evitare di fare, pero’ nel momento in cui mi si da’ del bugiardo mi vedo costretto a pubblicare la telefonata che fortunatamente ho registrato che e’ una delle telefonate piu’ spiacevoli che ho avuto in vita mia, davvero, terribile. Tutto questo, ricordiamocelo – conclude Fedez – su un palco che non e’ un palco normale, e’ la cornice del palco del primo maggio, dove la liberta’ di espressione dovrebbe essere un principio cardine di quest’evento”.

Angela Tangorra

Musica & Spettacolo

Emma festeggia il fratello vigile del fuoco

Checco le riempie il cuore di orgoglio

Leggerissime

I cani riconoscono lo stress delle persone dal respiro e dal sudore

La ricerca evidenzia che i cani non hanno bisogno di segnali visivi o acustici per percepire lo stress umano

 
  Diretta

Top News

Ucraina, Lyman torna sotto il controllo di Kiev. Il leader ceceno Kadyrov: “Mosca usi il nucleare a basso potenziale”. Strage di civili in fuga da Kharkiv

All’indomani dei referendum che hanno sancito l’annessione alla Russia di quattro province ucraine occupate, la bandiera di Kiev è tornata a sventolare a Lyman, la…

Governo, Meloni: “Risposte efficaci per difendere i nostri interessi”. Oggi l’incontro con Berlusconi: “Ministri di alto profilo”

“Dare risposte efficaci e immediate ai principali problemi”. Lo ha assicurato la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, dal villaggio Coldiretti di Milano nel suo…

Covid, in Italia stabili incidenza e decessi. Ricoveri in aumento

In Italia, su 180.241 tamponi molecolari e antigenici analizzati, 33.876 sono risultati positivi. Stabili sia i decessi, 38, che il tasso di positività, passato dal…

Le mani della Mafia sull’economia. Ma al Sud crescono gli omicidi

La relazione dell’Antimafia al Parlamento: “Aggredire i patrimoni”. E le indagini avranno un occhio attento ai fondi del Pnrr Le mafie s’infiltrano nelle economie. E’…

Locali

Serie C, Taranto e Virtus Francavilla vincono i derby. Sorride anche il Monopoli

Sorridono Taranto e Virtus Francavilla, vittoriose nei derby pugliesi della sesta giornata di Serie C. La formazione ionica ha battuto per 1-0 il Foggia, sempre…

Salento, bagnante trascinato al largo dal mare mosso salvato dalla Guardia costiera

Un 57enne originario di Alliste è stato salvato in mare aperto a Lido Marini, sulla marina salentina di Ugento, da una motovedetta della Guardia Costiera.…

Rifiuti, l’allarme del procuratore di Bari: “Puglia invasa da quelli provenienti dalla Campania”

La Puglia rischia di essere invasa dai rifiuti provenienti dalla Campania. A lanciare l’allarme sono stati il procuratore di Bari, Roberto Rossi, e il tenente…

Incendio nel ghetto di Borgo Mezzanone, nessun ferito. Da accertare le cause

Un incendio, le cui cause sono ancora da accertare, ha distrutto una decina di baracche nel ghetto di Borgo Mezzanone, nel foggiano. Nessun ferito tra…

Made with 💖 by Xdevel