Ascolta Guarda

Primo maggio – Salvini replica a Fedez: “Lo invito per un caffè per parlare di libertà e diritti”

Il leader leghista risponde sui social all’attacco del rapper sul palco del concertone e dice: “Adoro e difendo la libertà di pensare, di scrivere, di parlare, di amare. Ognuno puo’ amare chi vuole, come vuole, quanto vuole”. Fedez aveva tenuto un discorso in favore del ddl Zan e aveva fatto nomi e cognomi dei leghisti contrari all’amore arcobaleno

Il leader leghista Salvini risponde a Fedez. Dal palco del concerto di Roma, il rapper aveva attaccato i leghisti che hanno parlato contro l’amore omosessuale facendo nomi e cognomi e sostenendo apertamente il ddl Zan.

Salvini risponde attraverso un post condiviso sui suoi profili social in cui scrive: “Adoro la Libertà. Adoro la musica, l’arte, il sorriso. Adoro e difendo la liberta’ di pensare, di scrivere, di parlare, di amare. Ognuno puo’ amare chi vuole, come vuole, quanto vuole. E chi discrimina o aggredisce va punito, come previsto dalla legge. E’ già così, per fortuna. Chi aggredisce un omosessuale o un eterosessuale, un bianco o un nero, un cristiano o un buddhista, un giovane o un anziano, rischia fino a 16 anni di carcere. E’ gia’ cosi’. Reinvito Fedez a bere un caffe’, tranquilli, per parlare di liberta’ e di diritti”.

Salvini aggiunge:  “Il diritto alla vita ed all’amore sono sacri, non si discutono. Per me anche il diritto di un bimbo a nascere da una mamma e un papa’ e’ sacro, mentre il solo pensiero dell’utero in affitto e della donna pensata come oggetto mi fanno
rabbrividire. Cosi’ come, da padre, non condivido che a bimbi di 6 anni venga proposta in classe l’ideologia gender, o si vietino
giochi, canti e favole perche’ offenderebbero qualcuno. Non scherziamo. Viva la Liberta’, che non puo’ imporre per legge di zittire o processare chi crede che la famiglia, come anche la Costituzione prevede, sia la cellula, il nucleo, il cuore, il passato, il
presente e il futuro del mondo”.

Intanto da Viale Mazzini fanno sapere che non è vero che la Rai avrebbe voluto controllare preventivamente il discorso di Fedez, così come denunciato dal cantante. Fonti della presidenza della Rai sottolineano che la nota diffusa da Viale Mazzini su Fedez e il concerto del primo maggio non era stata sottoposta all’approvazione del presidente, come, sottolineano le fonti, e’ consuetudine.

Immediata la replica di Fedez che su Instagram pubblica una storia in cui dice: “Io ieri sono stato chiamato dalla vicedirettrice di Rai3 e dai suoi collaboratori, che mi hanno detto parole come ‘devi adeguarti ad un sistema’ oppure ‘I nomi che fai non puoi dirli’ e una serie di altre cose. Tutto questo dopo aver mandato il testo previa approvazione da parte loro, che gia’ questo e’ assurdo di per se’. Ora e’ una cosa che non mi piace e avrei voluto evitare di fare, pero’ nel momento in cui mi si da’ del bugiardo mi vedo costretto a pubblicare la telefonata che fortunatamente ho registrato che e’ una delle telefonate piu’ spiacevoli che ho avuto in vita mia, davvero, terribile. Tutto questo, ricordiamocelo – conclude Fedez – su un palco che non e’ un palco normale, e’ la cornice del palco del primo maggio, dove la liberta’ di espressione dovrebbe essere un principio cardine di quest’evento”.

Angela Tangorra

Musica & Spettacolo

Ermal Meta fa cantare Tirana

Dopo mesi di stop, Ermal torna a cantare nella sua Albania. “ Mi sono trovato con la mia gente e per quelle due ore mi…

Aretha Franklin, Sam Cooke e Public Enemy battono gli Stones e Bob Dylan

Aggiornata la classifica delle 500 canzoni più belle di sempre

Sport

VOLLEY, CAMPIONI D’EUROPA

Per i ragazzi di coach De Giorgi settimo oro continentale

Leggerissime

E’ a Conversano il primo parco sportivo con palestra jungle del Sud Italia

Allenarsi come nella giungla  per il benessere psicofisico. La struttura adatta a scuole e famiglie

SpaceX, rientrati sulla Terra i primi turisti dello spazio

Completata con successo la prima missione senza astronauti professionisti 

 
  Diretta

Top News

Eitan, udienza in Israele anticipata a giovedì. Per il sequestro spunta una terza persona indagata

L’udienza del Tribunale della famiglia di Tel Aviv sul caso del piccolo Eitan, unico sopravvissuto all’incidente sulla funivia del Mottarone dello scorso 23 maggio, è…

Referendum contro il Green Pass, via alla raccolta firme. Resi noti i componenti del comitato dei garanti e di quello organizzativo

Avviata la raccolta di firme per proporre un referendum abrogativo contro l’obbligo del Green Pass, esteso dal governo con un decreto che entrerà in vigore…

Covid: in Italia 3.838 nuovi casi, diminuiscono i decessi ma aumentano i ricoveri in terapia intensiva

In Italia nelle ultime 24 ore sono stati registrati 3.838 positivi al covid-19 su 263.571 tamponi analizzati. Ieri i casi erano stati 4.578 su 355.933…

Vaccino, lo studio: in Israele terza dose efficace nel 95% dei casi

In Israele la terza dose di vaccino Pfizer comporta un’efficacia contro la variante Delta del 95%. È quanto emerge da uno studio pubblicato sul New…

Locali

Il Bari vince a Catania in pieno recupero: è primo. Pari del Foggia; k.o il Taranto

Il Bari è inarrestabile. Terza vittoria consecutiva, la seconda di fila in trasferta. E la lista delle indicazioni positive è molto più lunga. Tre punti…

Covid: certificati anomali per giustificare medici no-vax, la segnalazione dell’Asl di Brindisi

La Asl di Brindisi ha segnalato alla Procura della Repubblica alcuni certificati rilasciati dai medici di base agli operatori sanitari per giustificare la mancata vaccinazione…

Violenze sulla compagna anche davanti ai figli piccoli, arrestato 28enne a Taranto

Sottoponeva ad atti persecutori la compagna 36enne, spesso davanti ai loro figli, un neonato e un bimbo di un anno e mezzo: per questo un…

Covid: in Puglia 164 positivi e nessuna vittima, numeri stabili anche in Basilicata

In Puglia rimane stabile il quadro epidemiologico: nelle ultime 24 ore sono stati registrati 164 nuovi casi positivi al covid-19 su 13.391 tamponi analizzati. L’incidenza…

Made with 💖 by Xdevel