Ascolta Guarda

Saman: arrestato lo zio a Parigi, è indagato per omicidio

Lo zio di Saman Abbas, Danish Hasnain, 33 anni, è stato arrestato questa mattina in un appartamento in periferia di Parigi. Il pachistano è stato bloccato dalla polizia francese, in esecuzione di un mandato di arresto europeo, rintracciato in collaborazione con i carabinieri del nucleo investigativo di Reggio Emilia. Hasnain è uno dei cinque parenti della 18enne indagati per l’omicidio. La giovane si era ribellata a un matrimonio forzato in patria ed è scomparsa da Novellara dal 30 aprile.

Quando è stato fermato, Hasnain non aveva documenti con sé ma, a tradirlo, sarebbe stato un neo sul viso. Poi è stato fatto l’esame delle impronte digitali: “Con i rilievi dattiloscopici si è chiuso il cerchio certi che è lui”, ha spiegato la procuratrice di Reggio Emilia, Isabella Chiesi. Il pachistano si trovava in casa con alcuni connazionali, estranei all’accaduto. A quanto pare avrebbe contribuito a individuarlo nella capitale francese l’utilizzo di profili social, con utenze non a lui riconducibili.

Per la procuratrice Chiesi, l’arresto odierno è “fondamentale perché ci consentirà di avere una versione dei fatti, sempre che la voglia rendere, delle indicazioni anche su dove si trova il corpo di Saman”.

Gli altri indagati sono i cugini Ikram Ijaz e Nomanhulaq Nomanhulaq e i genitori Shabbar Abbas e Nazia Shaheen. Tutti sono latitanti, eccetto Ijaz che è stato arrestato in Francia il 21 maggio. La procuratrice ha parlato della possibilità di “mettere nel caso a confronto le versioni dei fatti” dei due indagati (zio e nipote, ndr) . In base agli accertamenti fatti su Hasnain, “riteniamo che fosse la mente di questo progetto criminoso pazzesco”: è considerato l’esecutore materiale del delitto.

A carico di Hasnain c’à anche il video che lo ritrae il 29 aprile, con i due cugini, nei pressi del casolare di Novellara dove la famiglia viveva e lavorava, con pala e piede di porco: secondo gli investigatori stavano andando a scavare la buca per seppellire la diciottenne. Hasnain era partito verso la Francia insieme ai due cugini e al fratello di Saman, che però era stato fermato, il 10 maggio, e collocato in comunità in quanto minorenne. proprio il ragazzino aveva testimoniato contro Hasnain: “Secondo me l’ha uccisa strangolandola, anche perché, quando è venuto a casa non aveva nulla in mano”, ha messo a verbale. In una chat a una persona a lui vicina, Hasnain aveva scritto: “Abbiamo fatto un lavoro fatto bene”.

Michela Lopez

Musica & Spettacolo

Cannes, all’Italia il premio della giuria per “Le otto montagne”

Il film con Alessandro Borghi e Luca Marinelli vince ex-aequo con “Eo”. La palma d’oro a “Triangle of sadness”

Emma, questa sera sul palco di Vasco a Imola

La notizia data dal Kom sui social

Sport

Champions League, quattordicesimo trionfo per il Real Madrid

Liverpool battuto di misura grazie a un gol di Vinicius

La Roma vince la Conference League. Feyenoord battuto di misura

Decide un gol di Zaniolo nel primo tempo. Primo trofeo giallorosso per Mourinho

Leggerissime

La scienza contro la dipendenza da smartphone

Stimoli e incoraggiamento per aiutare chi usa il telefono più di 5 ore al giorno

Il viaggio della musica 300x250

 
  Diretta

Top News

Guerra in Ucraina, Putin potrebbe riaprire la trattativa con Zelensky

Colloquio del presidente russo con Macron e Scholz, si cerca una soluzione anche per il grano Vladimir Putin si dice pronto a riprendere la trattativa…

Covid, dati in calo ma altri 66 morti

I nuovi positivi sono 18.255 Sono 18.255 i nuovi contagi da Covid registrati nelle ultime 24 ore. Ieri erano stati 19.666. Le vittime sono invece…

Guerra Ucraina, Kherson in mano ai russi: nessun contatto con il resto del Paese. Il viaggio a Mosca annunciato da Salvini: “Farò tutto il possibile per la pace”, ma non è in previsione

La regione di Kherson non è più ucraina: è stata occupata dalle forze russe che hanno chiuso ogni accesso al resto del territorio: lo fa…

Strage nella scuola elementare in Texas, la polizia fa mea culpa. Il padre del killer: “Doveva uccidere me”

La polizia del Texas fa mea culpa.  “E’ stato un errore non fare irruzione nell’aula” della scuola elementare di Uvalde dove Salvador Ramos ha massacrato…

Locali

Covid, in Puglia 1101 nuovi casi e 6 decessi. In Basilicata altri 175 positivi

In terapia intensiva ci sono 11 persone in Puglia e solo una in Basilicata Sono 1101 i nuovi casi da coronavirus registrati  in Puglia sui…

Deposito abusivo di alimenti e bevande a Monopoli, sequestro e multe per cinquemila euro

Un garage adibito a deposito contenente una tonnellata di alimenti e migliaia di bottiglie di vino e bevande, alcuni dei quali privi delle informazioni necessarie…

Manager russo arrestato a Bari, la Corte d’appello respinge l’estradizione: “La Russia è in guerra”

Non sarà estradato il 71enne Gennadii Lisovichenko, dirigente russo arrestato nel porto di Bari su mandato di arresto internazionale emesso dall’autorita’ giudiziaria della Federazione russa.…

Nuovo pentito nella “società” foggiana: Patrizio Villani ha deciso di collaborare con la giustizia

Patrizio Villani, 45 anni, allevatore di San Marco in Lamis legato al clan Sinesi-Francavilla, una delle tre batterie al vertice della mafia di Foggia, lo…

Made with 💖 by Xdevel