Ascolta Guarda

Sanremo 2021 – Lo Stato Sociale: “A Sanremo vogliamo lasciare un segno”

Nel festival dei giovani, Lo Stato Sociale – con una media d’eta’ dei suoi 5 componenti intorno ai 35 anni e gia’ dieci anni di carriera alle spalle – passera’ per essere dalla parte dei “grandi”.

I ragazzi sono felicissimi di tornare all’Ariston. “E’ una gran soddisfazione. Una figata totale – dice Alberto “Bebo” Guidetti, fondatore del gruppo bolognese insieme a Lodo Guenzi e Alberto Cazzola -. Una cosa del genere sarebbe stata impensabile solo tre-quattro anni fa. Tutto e’ cambiato molto velocemente e finalmente il festival racconta davvero la musica che c’e’ in Italia in questo momento. A livello artistico e’ una rappresentazione poliedrica del Paese reale”.
Lo Stato Sociale torna a Sanremo dopo il debutto del 2018 per cui furono scelti da Claudio Baglioni.
La loro “Una vita in vacanza” con l’ormai celeberrima  vecchia che balla, diete la scossa  al teatro. Si classificarono   al secondo posto dietro Fabrizio Moro ed Ermal Meta.
“Mentre eravamo nel backstage e attendevamo il risultato – raccontano -, eravamo li’ che dicevamo: ‘speriamo di non vincere, speriamo di non vincere, speriamo di non vincere’. E per fortuna fu cosi’, Lo Stato Sociale vince quando non vince. Il giorno in cui vinceremo, il gruppo si sciogliera’. Quindi no”.

Ora sanno cosa li aspetta al festival: “Impossibile, quando sai cosa ti aspetta a Sanremo. Adesso siamo un po’ piu’ consapevoli”. “Combat pop” è, per loro definizione “un brano trasparente e genuino, che porta la nostra visione del mondo piu’ che una storia. Alla fine siamo gente di spettacolo, se ci dicono di salire su un palco, la voglia ci viene. La nostra forza, la nostra amicizia, ci permette di avere margine per fare altro rispetto al gruppo, per poi tornare a condividere. Siamo pronti per una grande rapina”, scherza Bebo.

La competizione, invece, interessa meno: “Vogliamo piu’ che altro lasciare un segno, poi se arrivi primo o ultimo non dipende da noi.  Non siamo certo famosi per i lenti, ma il nostro non e’ solo divertimento, cerchiamo anche di mandare qualche messaggio”. E mai come quest’anno il festival assume una valenza particolare, dopo quasi un anno di fermo per il settore della cultura e degli spettacoli dal vivo. “Il nostro
e’ stato uno dei settori piu’ colpiti dalla crisi. Ma e’ stata anche l’occasione per la prima volta di compattarci davvero. E il festival puo’ essere l’occasione per portare avanti le istanze di questo mondo e per raccontarlo”.

Angela Tangorra

Musica & Spettacolo

Mr. Rain in diretta su Radio Norba

Appuntamento venerdì, 8 marzo, alle 16

Alfa in diretta su Radio Norba

Sarà ospite martedì 5 marzo alle 16

 
  Diretta

Top News

Scambio elettorale politica-mafia a Bari, si dimette la consigliera comunale arrestata

Si è dimessa dal consiglio comunale di Bari Maria Carmen Lorusso, agli arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta su presunti scambi elettorali politica-mafia, che ha portato all’arresto,…

Derby Cosenza – Catanzaro, scontri in autostrada e 13 agenti feriti

Scontri tra la Polizia e i tifosi del Catanzaro in autostrada. Il bilancio è di 13 agenti contusi. Stando a quanto ricostruito, un gruppo di…

Spiragli di pace a Gaza. Continua la tensione nel Mar Rosso

Ci sono finalmente spiragli per una tregua duratura a Gaza che favorisca un nuovo scambio di prigionieri. Secondo Washington, Israele ha accettato «più o meno»…

Terremoto ai Campi Flegrei avvertito anche a Napoli ma senza danni

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.4 è stata registrata poco dopo le 10 nell’area dei Campi Flegrei, seguita da altri fenomeni di intensità minore.…

Locali

Scontri in autostrada, tifosi del Lecce lanciano bombe carta e fumogeni contro le forze dell’ordine

Scontri in autostrada tra i tifosi del Lecce, di ritorno da Frosinone, e la Polizia. I sostenitori salentini avrebbero voluto vendicare un agguato subito all’andata…

Prestiti a tassi del 400% a Taranto, arrestate 7 persone

 Operazione antiusura a Taranto. La Guardia di Finanza ha arrestato sette persone, 5 in carcere e 2 ai domiciliari. Sequestrati beni per un totale di…

“Siete arrivati in ritardo”, botte agli operatori del 118 a Foggia. Il malato trasportato in ospedale scortato dalla polizia

Calci e pugni agli operatori del 118 perché troppo lenti. E’ accaduto ieri mattina a Foggia. Stando a quanto ricostruito, i sanitari sono stati aggrediti…

Omicidio di mala nel Salento, confessa il killer

Il presunto killer di Antonio Amin Afendi, 33 anni, ucciso a colpi di pistola sabato mattina in pieno centro a Casarano, in provincia di Lecce,…

Made with 💖 by Xdevel