Ascolta Guarda

Se siamo sociali il merito è dei neuroni

L’uomo è un animale sociale  e i neuroni legati al sistema di ricompensa potrebbero essere i responsabili di questa sua propensione

L’uomo è un animale sociale  e i neuroni legati al sistema di ricompensa potrebbero essere i responsabili di questa sua propensione.

Lo rivela uno  studio, pubblicato sulla rivista Nature Neuroscience, condotto dagli scienziati dell’Università di Ginevra, che hanno identificato le cellule cerebrali che promuovono l’interazione sociale.

Gli esseri umani, come la maggior parte dei mammiferi, hanno bisogno di legami sociali, ma il meccanismo cerebrale alla base di questo comportamento è stato dibattuto per molto tempo.
Il team, guidato da Camilla Bellone, ha valutato i meccanismi neurobiologici che caratterizzano le connessioni sociali in un modello murino. La motivazione a investire in un’interazione sociale è strettamente legata al sistema di ricompensa, riportano gli esperti, attraverso l’attivazione dei neuroni dopaminergici, che rilasciano dopamina. Questi risultati, osservano gli autori, potrebbero gettare nuova luce alle indagini relative alle difficoltà di interazione, come in caso di autismo, depressione o schizofrenia. Il gruppo di ricerca ha insegnato ai topolini come svolgere un semplice compito che permetteva loro di entrare in contatto con altri esemplari.

“Gli animali erano collocati in due diversi scomparti di uno stesso ambiente e separati da una porta – spiega Bellone – quando uno dei due premeva una leva, la porta si apriva, permettendo ai topi di stabilire un contatto”.
Utilizzando degli elettrodi, gli scienziati hanno misurato l’attivazione dei neuroni “L’interazione – aggiunge Clèment Soliè del team di Bellone – portava all’attivazione dei neuroni dopaminergici, che si trovano all’interno del sistema di ricompensa”. “L’aspetto interessante – continua Benoit Girard, terza firma dell’articolo – è stato osservare che nelle prime sessioni i neuroni degli animali si attivavano nel momento di interazione. Quando invece gli animali apprendevano l’associazione tra la pressione della leva e il contatto sociale, l’attività dei neuroni dopaminergici precedeva la “ricompensa”. Allo stesso tempo, quando abbiamo interrotto il meccanismo e la leva non azionava più l’apertura della porta, abbiamo notato un calo improvviso dell’attività di questi neuroni, il che indica grande delusione”. Questo lavoro, osservano gli esperti, potrebbe essere fondamentale in ambito psichiatrico. “Il sistema di ricompensa – conclude Bellone – è anche alla base dei comportamenti di dipendenza. È  stato ipotizzato che l’uso eccessivo di social network possa deviare il sistema dopaminergico e promuovere comportamenti disadattivi. Ora potremo verificare questa teoria. Concentreremo la nostra ricerca sullo studio di diverse malattie psicologiche attraverso il funzionamento di questi meccanismi neurobiologici”.

Angela Tangorra

Musica & Spettacolo

Sanremo, ecco la scenografia del festival

L’omaggio al varietà con lo sguardo al futuro

Musica in lutto, addio a Meat Loaf

Il cantante aveva 74 anni. L’annuncio della moglie su Facebook

Leggerissime

Ecco il trasloco di Mattarella dal Quirinale

Le immagini pubblicate dal suo staff su Twitter. Mattarella seguirà l'elezione del suo successore da Palermo

Il caffè espresso italiano candidato a patrimonio Unesco

È buono se preso da soli o in compagnia, un po’ meno se bevuto a tarda sera. Il caffè in Italia è in ogni caso…

 
  Diretta

Top News

Quirinale, nessuna intesa in vista

Letta avanza l’ipotesi di Andrea Riccardi. Salvini: “Pericoloso reinventare un Governo” E’ iniziato il conto alla rovescia per l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica, senza…

Il Governo pensa di estendere la validità del green pass per chi ha la terza dose

L’Ue, intanto, valuta nuove norme per gli spostamenti Il Governo sta valutando di ampliare la durata del green pass che chi ha fatto la terza…

L’OMS, con Omicron in Europa verso la fine della pandemia

A sostenerlo il direttore Hans Kluge E’ “plausibile” che con Omicron l’Europa “si stia avviando alla fine della pandemia”. L’importante annuncio arriva dal direttore dell’Oms…

Manifestazioni no-vax: scontri e caos a Bruxelles e a Washington

Scontri alla manifestazione contro le restrizioni Covid a Bruxelles. I dimostranti hanno lanciato oggetti contro le forze dell’ordine, che hanno reagito utilizzando gas lacrimogeni e idranti…

Locali

Il Lecce batte la Cremonese nel recupero. Giallorossi nella scia del primo posto

Una vittoria pesantissima quella che il Lecce conquista contro la Cremonese, 2 – 1, al novantunesimo. Dimostra, se mai ce ne fosse bisogno, il piglio…

Bari, pari sofferto con il Catania, ma il vantaggio sulla seconda è rassicurante

Il Bari arranca in casa contro il Catania, ma dagli altri campi arrivano risultati favorevoli e il vantaggio sulla seconda è sempre rassicurante: più sette…

San Severo: colpi di pistola contro abitazione di un giovane, nessun ferito

Secondo gli inquirenti l’intimidazione non sarebbe attribuibile a clan mafiosi Alcuni colpi di pistola, almeno sette, sono stati esplosi la scorsa notte contro il portone…

Poliziotti feriti a Taranto: quattro capi d’accusa per l’arrestato, risultato positivo al test antidroga

Dal Comune attestato di gratitudine per i due agenti Sono quattro i capi d’accusa contestati a Leo Varallo, di 42 anni, l’ex vigilante e buttafuori…

Made with 💖 by Xdevel