Ascolta Guarda

Covid, Fondazione Gimbe: boom di contagi e decessi nell’ultima settimana. Crescono anche i ricoveri

Impennata di casi Covid e decessi nell’ultima settimana in Italia. Lo fa sapere la Fondazione Gimbe, che registra un +42,3% di contagi in 7 giorni e un +33% nei decessi. Sul fronte ospedaliero crescono ancora i posti letto occupati da pazienti Covid, con un +17% in area medica e +17,3% in terapia intensiva. Si tratta, spiega il presidente Gimbe Nino Cartabellotta, di “un’impennata favorita anche dalla rapida diffusione della variante omicron, ampiamente sottostimata da un sequenziamento insufficiente”. In particolare, dal 15 al 21 dicembre i nuovi casi sono stati 177.257 rispetto a 124.568 della settimana precedente e i decessi 882 rispetto a 663. Gli attualmente di positivi sono stati 384.144 rispetto a 297.394 (+29,2%), le persone in isolamento domiciliare 374.751 rispetto a 289.368 (pari a +29,5%), i ricoveri con sintomi 8.381 rispetto a 7.163 (pari a +17%) e le terapie intensive 1.012 rispetto a 863 (pari al +17,3%).
“Da oltre due mesi – dichiara Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione – si assiste ad un aumento dei nuovi casi, che nelle ultime due settimane ha subito una forte accelerazione. La media mobile a 7 giorni dei nuovi casi è passata da 15.521 dell’8 dicembre a 25.322 il 21 dicembre (+63,2%)”. Il rapporto positivi/persone testate ha raggiunto il 28,1% quello positivi/tamponi molecolari il 10,5%. A livello nazionale, al 21 dicembre, il tasso di occupazione da parte di pazienti Covid e’ del 13,4% in area medica e dell’11,1% in area critica, con notevoli differenze regionali: la Provincia Autonoma di Trento supera la soglia del 15% in area medica (19,1%) e del 20% in area critica (27,8%); le soglie del
15% per l’area medica e del 10% per l’area critica risultano entrambe superate anche in Calabria, Friuli-Venezia Giulia,
Liguria, Marche, Provincia Autonoma di Bolzano e Veneto. Nella settimana dal 15 al 21 dicembre si registrano oltre 250 casi di Covid-19 per 100.000 abitanti in metà delle province italiane e aumentano i nuovi casi in tutte le regioni ad eccezione della provincia di Bolzano: si va dal 12,4% del Friuli-Venezia Giulia al 86,3% dell’Umbria. “L’impennata della curva dei contagi, la progressiva congestione degli ospedali, l’incertezza sulla prevalenza di omicron nel nostro Paese e le incognite sulla protezione vaccinale – commenta Cartabellotta – impongono scelte politiche tempestive e rigorose”.
Le 54 Province in cui l’incidenza supera i 250 casi per 100.000 abitanti sono: Imperia (861), Treviso (714), Vicenza (597), Venezia (556), Trieste (556), Padova (542), Rimini (518), Verona (451), Milano (450), Reggio nell’Emilia (438), Bolzano (433), Forli’-Cesena (424), Lodi (421), Monza e della Brianza (412), Varese (411), Pordenone (405), Savona (387), Verbano-Cusio-Ossola (386), Ravenna (385), Torino (370), Biella (370), Rovigo (356), Ancona (353), Aosta (353), Bologna (351), Gorizia (348), Pavia (339), Fermo (338), Reggio di Calabria (333), Como (333), Asti (330), Belluno (326), Mantova (322), Cuneo (318), Udine (315), Trento (314), La Spezia (312), Ferrara (306), Modena (304), Caltanissetta (302), Novara (298), Latina (292), Livorno (291), Genova (285), Pistoia (280), Messina (280), Brescia (280), Roma (276), Cremona (268), Napoli (268), Grosseto (264), Sondrio (264), Macerata (257) e Arezzo (254).

Tra le indicazioni che arrivano dalla Fondazione Gimbe al Governo, anche quella di estendere l’obbligo del green pass base ai luoghi di ritrovo dove al momento non è richiesto, come centri commerciali e luoghi di culto, ma anche “ridurre la capienza massima dei luoghi di aggregazione” come discoteche, stadi, cinema, teatri e “vietare lo svolgimento di grandi eventi pubblici per il Capodanno”. Cartabellotta chiede al Governo anche di “ridurre le tempistiche di somministrazione della dose booster a 3-4 mesi dal completamento del ciclo vaccinale” e “istituire l’obbligo di mascherina FFP2 nei luoghi pubblici al chiuso e sui mezzi di trasporto”.

Sul fronte vaccini, la Fondazione fa sapere che al 21 dicembre sono state somministrate 15,8 milioni di terze dosi, con una crescita del 10,8% (pari a 3,2 milioni) in 7 giorni. Secondo la platea ufficiale, il tasso di copertura è del 51,2% ma con nette differenze regionali: dal 38,6% della Sicilia al 62,4% di Bolzano. Il monitoraggio della Fondazione Gimbe, che evidenzia come le persone che hanno completato il ciclo vaccinale da oltre 150 giorni, e quindi candidate a ricevere la
terza entro il 31 dicembre, sarebbero 33,5 milioni. Al netto di coloro che già l’hanno avuta, ne avrebbero diritto oltre 17 milioni di persone: “un numero irraggiungibile con i target attuali”. Più in generale nell’ultima settimana si registra il +13,8% di nuovi vaccinati, che per circa il 40% dei casi riguardano la fascia 5-11 anni, fascia nella quale, al 21 dicembre, si erano raggiunte le 108.112 somministrazioni. Scendono invece i nuovi vaccinati over 12 anni. Al 22 dicembre l’81% della popolazione (48 milioni di persone) ha ricevuto almeno una dose di vaccino e il 77,9% (oltre 46 milioni) ha
completato il ciclo vaccinale. Ma le persone non vaccinate, rileva il monitoraggio , sono 9,67 milioni tra cui 2,37
milioni di over 50enni e 3,55 milioni di bambini nella fascia 5-11 anni.
Le coperture con almeno una dose di vaccino sono molto variabili nelle diverse fasce d’età (dal 97,7% degli over 80 al
2,9% della fascia 5-11), così come sul fronte dei richiami, che negli over 80 hanno raggiunto il 69,8%, nella fascia 70-79 il 51,6% e in quella 60-69 anni il 42,2%.

Stefania Losito

Musica & Spettacolo

Omicidio sul set, sequestrato il telefono di Baldwin

Il colpo che uccise la direttrice della fotografia partì da una pistola che l’attore stava maneggiando

Sport

Serie A, la Roma batte il Cagliari di misura

Subito decisivo il neo-acquisto Sergio Oliveira

Serie A, poker del Verona al Sassuolo. Parità tra Venezia ed Empoli

Alle 18 in programma Roma-Cagliari, alle 20.45 Atalanta-Inter

Leggerissime

Harry e Meghan, battaglia legale per ottenere la scorta

Il principe vorrebbe tornare in Inghilterra “a casa” con la famiglia in sicurezza e pagare di tasca propria la scorta

Nasce in volo tra Doha e l’Uganda grazie all’intervento di una dottoressa canadese

Il nome Aisha le è stato dato in onore della dottoressa che le ha permesso di nascere: "Mamma e figlia stanno bene" …

 
  Diretta

Top News

Quirinale, Fico: “Serve un profilo di alta moralità “. Gli ex 5 Stelle propongono Paolo Maddalena, vice presidente della Consulta

Si avvicina il 24 gennaio, giorno della prima votazione per l’elezione del nuovo Capo dello Stato. Il presidente della Camera, Roberto Fico, rassicura sulle modalità con…

Elezioni suppletive di Roma Centro, affluenza in picchiata. Alle 19 ha votato il 9,5% degli aventi diritto

Crollo dell’affluenza alle elezioni suppletive del collegio Roma Centro, il cui seggio è rimasto vacante dopo l’elezione di Roberto Gualtieri a sindaco della capitale. Alle…

Covid, in Italia superati i due milioni e mezzo di positivi. In calo i decessi

Sono 149.512 i nuovi casi di Covid registrati in Italia nelle ultime 24 ore su 927.846 tamponi molecolari e antigenici analizzati. In calo i decessi,…

Covid, Sileri: “Entro fine 2022 quasi tutti incontreranno la variante Omicron. Presto distinzione tra positivi e malati”

Entro la fine del 2022 quasi tutti gli italiani potrebbero essere contagiati dalla variante Omicron. Ne è convinto il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri. “Non…

Locali

Bimba di un anno muore in culla nel Foggiano, a darne notizia il sindaco di Mattinata

 “Questa mattina la nostra comunità si è svegliata con un senso di mestizia e profonda tristezza a causa della tragica scomparsa di una bambina di…

Serie B, il Lecce riparte con una vittoria. Pordenone battuto di misura

È cominciato con un successo in trasferta il 2022 del Lecce. Gli uomini di Baroni hanno battuto per 1-0 il Pordenone grazie a un gol…

Gambizzato un panettiere di 72 anni nel Foggiano, arrestato 21enne

L’episodio risale al 31 dicembre scorso Un giovane di 21 anni di Lucera (Foggia) è stato arrestato perchè accusato di essere l’autore della gambizzazione di…

Canosa: voleva uccidere un infermiere ma accoltella per errore un altro uomo, fermato un 50enne

Voleva vendicare la disabilità del figlio che, secondo lui, era stata causata da un infermiere dell’ospedale di Trani il quale, dieci anni fa, durante l’esame…

Made with 💖 by Xdevel