Ascolta Guarda

Covid: in Italia il tasso di positività sale al 17,4%. Positivo il premier Mario Draghi

In Italia nelle ultime 24 ore sono stati registrati 18.380 casi di positività al Covid. I morti sono stati 79. Con 105.739 tamponi processati, il tasso sale al 17,4% (ieri era del 15,6%). Sono 9.940 i ricoveri in reparto (+182) e 411 le terapie intensive (+8).


Intanto si segnalano primi segnali di crescita per le quarte dosi, che in due giorni – giovedì e venerdì scorsi – hanno sfiorato le 15mila somministrazioni complessive. In totale sono 93.430 le quarte dosi fatte finora. Continuano invece a diminuire le somministrazioni delle prime dosi e del nuovo vaccino Novavax. I numeri emergono dall’analisi dei dati forniti sul sito del governo dedicato al report vaccini.
Secondo il direttore sanitario dell’Ircss Galeazzi di Milano, Fabrizio Pergliasco, l’obbligo di mascherine al chiuso, “andrebbe un pochino prorogato. Se si conferma questo Rt inferiore a 1 dovrebbe finire questa ondata e allora lasciamo andare anche questo”. Per il direttore dell’Unità di Statistica medica ed epidemiologia molecolare del
Campus Bio-medico di Roma, Massimo Ciccozzi, la quarta dose di vaccino anti-Covid “non ha senso ora per tutti, mentre potrebbe averla in autunno. Anche in quel caso, però, andranno valutati i dati e le persone che dovranno riceverla, con i nuovi vaccini. Il vero banco di prova partirà da metà settembre”.


Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, è risultato positivo al Covid-19 ed è asintomatico. A rappresentare il Governo nelle missioni in Angola e Congo, previste mercoledì 20 e giovedì 21 aprile, saranno i ministri Di Maio e Cingolani.

Michela Lopez

Musica & Spettacolo

Ron in diretta su Radio Norba

In collegamento con i nostri studi martedì, 17maggio, alle 11

Sport

Leggerissime

Gucci, su Castel del Monte fa splendere le costellazioni

La sfilata della collezione di Alessandro Michele in Puglia incanta tutto il mondo. Guarda le foto

Maneskin, bagno nel mare pugliese

Victoria provoca nuda tra i fiori 

Il viaggio della musica 300x250

 
  Diretta

Top News

Mariupol, tregua per l’acciaieria Azovstal: nella notte evacuati 264 militari ucraini

La Svezia pronta a chiedere l’ingresso nella Nato. Putin: risponderemo all’espansione Nella notte sono stati evacuati i primi 264 militari ucraini dall’acciaieria Azovstal di Mariupol.“Stiamo…

Trova la convivente in casa con un altro uomo e l’accoltella: la ragazza è gravissima. L’uomo piantonato in ospedale

Torna a casa e accoltella la convivente, in camera da letto con un altro uomo. E’ successo nella notte tra sabato e domenica in un…

Covid, in Italia si conferma la tendenza in discesa dei contagi

 In Italia, sono 13.668 i casi di Covid su 104.793 tamponi analizzati. Il tasso di positività scende dal 14% al 13%. Si conferma il trend…

Mosca: “Insopportabile l’entrata di Svezia e Finlandia nella Nato, conseguenze di vasta portata”. La Renault in Russia diventa di proprietà dello Stato

L’ingresso di Svezia e Finlandia nella Nato “è un errore con conseguenze di vasta portata” dice il viceministro degli Esteri russo, Sergei Ryabkov, dopo che…

Locali

Porto Cesareo, molestata 22enne all’uscita di un ristorante. Il fidanzato e gli amici picchiano l’uomo che le si è avvicinato

Un uomo avrebbe molestato all’uscita da un ristorante una ragazza di 22 anni. Per tutta risposta il fidanzato di lei, insieme ad altri tre amici,…

Appalti truccati, torna libero ex vicesindaco di Polignano a Mare. Sei le gare su cui sarebbero state accertate irregolarità

Torna libero l’ex vicesindaco dimissionario di Polignano a Mare, Salvatore Colella, agli arresti domiciliari dal 21 aprile scorso nell’ambito di un’indagine su presunti appalti truccati…

Mafia, chieste 135 condanne per estorsioni e droga nel Barese. Pene richieste anche per boss e capi clan: esercitavano illecito controllo sui territori

Sono 135 le condanne, a pene comprese tra i 20 anni e i 22 mesi, chieste dalla Direzione distrettuale antimafia di Bari nei confronti di…

Ex Ilva di Taranto, Procura contraria a dissequestro dell’area a caldo. Gli impianti furono sequestrati nel 2012, in seguito fu concessa facoltà d’uso

La Procura di Taranto ha espresso parere negativo in merito all’istanza di dissequestro degli impianti dell’area a caldo dello stabilimento siderurgico presentata il 30 marzo…

Made with 💖 by Xdevel