Ascolta Guarda

Guerra Ucraina, Draghi al Senato: “Condanniamo Putin, ora procedere diretti verso difesa comune”. Sul fronte energia: “Diversificare fonti, anche raddoppiando gasdotto Tap”

“L’invasione dell’Ucraina da parte della Russia segna una svolta decisiva nella storia europea”, ha detto il premier Draghi nelle comunicazioni di governo al Senato. “Negli ultimi decenni, molti si erano illusi che la guerra non
avrebbe piu’ trovato spazio in Europa. Che gli orrori che avevano caratterizzato il Novecento fossero mostruosità irripetibili. Che le istituzioni multilaterali create dopo la Seconda Guerra Mondiale fossero destinate a proteggerci per sempre. In altre parole, che potessimo dare per scontate le conquiste di pace, sicurezza, benessere che le generazioni che ci hanno preceduto avevano ottenuto con enormi sacrifici”, ha proseguito.

Draghi assicura che “l’Italia è impegnata in prima linea per sostenere l’Ucraina dal punto di vista umanitario e
migratorio, in stretto coordinamento con i partner europei e internazionali. La situazione umanitaria nel Paese è sempre più grave. L’Ufficio delle Nazioni Unite per il Coordinamento degli Affari Umanitari ha stimato in 18 milioni il numero di persone che potrebbe necessitare di aiuti umanitari nei prossimi mesi”. “L’Italia farà di tutto per aiutare i paesi vicini nel dramma dell’impatto di questa migrazione. Possono contare sull’Italia”, ha aggiunto.

Intanto l’appello ai connazionali a lasciare l’Ucraina. “In Ucraina sono presenti circa 2.300 nostri connazionali, di cui oltre 1.600 residenti. Dal 12 febbraio la Farnesina ha raccomandato agli italiani presenti nel Paese di lasciare l’Ucraina con i mezzi commerciali disponibili. A partire dal 24 febbraio, in seguito agli attacchi da parte russa, l’avviso e’ stato modificato. Ai connazionali ancora presenti nella capitale ucraina e dintorni abbiamo raccomandato di utilizzare i mezzi tuttora disponibili, inclusi i treni, per lasciare la città, negli orari in cui non c’è il coprifuoco. In queste ore non vige il
coprifuoco, ma la situazione potrebbe cambiare in conseguenza dell’andamento delle operazioni militari. Raccomandiamo la massima cautela” .

Il premier fa sapere, anche, che saranno facilitate le procedure per le domande di protezione internazionale per i rifugiati ucraini. “Il Ministero dell’Interno sta lavorando alla predisposizione di apposite norme sull’accoglienza degli sfollati ucraini nelle strutture nazionali – ha detto ai senatori – Abbiamo già instaurato un dialogo con le Agenzie delle Nazioni Unite competenti per individuare le priorità di intervento e procedere con l’elaborazione di progetti d’ assistenza ai rifugiati nei Paesi vicini all’Ucraina. Intendiamo rendere più facile, l’esame delle domande di protezione internazionale che verranno presentate”.

A proposito della creazione di una difesa comune europea, Draghi ha chiarito che “è necessario procedere spediti per acquisire una vera autonomia strategica, che sia complementare all’Alleanza Atlantica”.

Sul fronte energetico e le sanzioni alla Russia, il premier ammette: “In caso di interruzioni nelle forniture di gas dalla Russia, l’Italia avrebbe più da perdere rispetto ad altri Paesi europei che fanno affidamento su fonti diverse. Questo non diminuisce la nostra determinazione a sostenere sanzioni che riteniamo giustificate e necessarie”. 

“L’Italia importa circa il 95% del gas che consuma e oltre il 40% proviene dalla Russia. Nel breve termine, anche una completa interruzione dei flussi di gas dalla Russia a partire dalla prossima settimana non dovrebbe comportare problemi. L’Italia ha ancora 2,5 miliardi di metri cubi di gas negli stoccaggi e l’arrivo di temperature piu’ miti dovrebbe comportare una significativa riduzione dei consumi da parte delle famiglie. La nostra previsione e’ che saremo in grado
di assorbire eventuali picchi di domanda attraverso i volumi in stoccaggio e altra capacita’ di importazione”. 

Tuttavia, chiarisce ancora Draghi in Senato, “è importante muoverci nella direzione di un approccio comune per lo stoccaggio e l’approvvigionamento di gas. Farlo permetterebbe di ottenere prezzi piu’ bassi dai Paesi produttori e assicurarci vicendevolmente in caso di shock
isolati”. “La guerra avrà conseguenze sul prezzo dell’energia, che dovremo affrontare con nuove misure a sostegno delle imprese e delle famiglie – ha aggiunto Draghi – è opportuno che l’Unione Europea le agevoli, per evitare contraccolpi eccessivi sulla ripresa. Nel lungo periodo, questa crisi ci ricorda l’importanza di avere una visione davvero strategica e di lungo periodo nella discussione sulle nuove regole di bilancio in Europa”.

Per diversificare le fonti di energia “dobbiamo prima di tutto puntare su un aumento deciso della produzione di energie rinnovabili – come facciamo nell’ambito del programma “Next Generation EU”. Dobbiamo continuare a
semplificare le procedure per i progetti onshore e offshore – come stiamo gia’ facendo – e investire sullo sviluppo del
biometano. Il gas rimane un utile combustibile di transizione. Dobbiamo ragionare su un aumento della nostra capacita’ di rigassificazione e su un possibile raddoppio della capacita’ del gasdotto Tap”.

Il discorso, durato trenta minuti, ha raccolto oltre venti applausi dall’Aula.

Stefania Losito

Musica & Spettacolo

Fedez torna sul palco

Ospite a sorpresa al concerto di Tananai. La prima volta dopo l’operazione per la rimozione del tumore

Leggerissime

Temperature alte ed estate in anticipo. Ecco Hannibal

Nei prossimi giorni in Italia, e non solo, le temperature saliranno notevolmente. Ecco le regole per combattere il caldo improvviso

Gucci, su Castel del Monte fa splendere le costellazioni

La sfilata della collezione di Alessandro Michele in Puglia incanta tutto il mondo. Guarda le foto

Il viaggio della musica 300x250

 
  Diretta

Top News

Cannes, Zelensky in collegamento apre la cerimonia e cita Charlie Chaplin. Il presidente di giuria Lindon: “Il festival fu fondato per reazione al fascismo”

“Il cinema non dovrebbe restare muto. L’odio alla fine scomparirà e i dittatori moriranno. Siamo in guerra per la libertà”, ha detto Zelensky citando Il…

Guerra Ucraina, la resa di Azovstal: liberati 250 combattenti. Kiev propone uno scambio di prigionieri, dentro ancora in trecento. Mosca: Vanno processati”

Si sono arresi 250 combattenti ucraini del battaglione Azov barricati nell’acciaieria Azovstal a Mariupol. Mosca pubblica il video della resa, Kiev parla dell’evacuazione come una…

Terremoto: sisma nella notte vicino Campobasso, gente in strada

Un terremoto di magnitudo 3.7 è stato registrato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in provincia diCampobasso. Il sisma è avvenuto all’1:49 ad una profondità…

Disastro aereo in Cina, il Boeing 737 è precipitato per volontà dell’uomo e non per un guasto

E’ stata la mano dell’uomo e non una tragica fatalità a causare il disastro aereo del 21 marzo in Cina, quando un boeing 737 precipitò…

Locali

Stava rientrando in carcere a Foggia, ucciso nel parcheggio un detenuto di 32 anni in semilibertà

Hanno lavorato tutta la notte gli agenti della squadra mobile di Foggia, eseguendo quattro stub e una decina diperquisizioni, per ricostruire l’omicidio di Alessandro Scrocco,…

Traffico di droga, blitz dei carabinieri tra Matera, Bari, Taranto e Roma: sgominato sodalizio mafioso, 19 arresti

Dalle prime ore di questa mattina i carabinieri di Pisticci (MT) e Matera, su delega della Dda di Potenza, stanno dando esecuzione ad un’ordinanza di…

Scanzano Jonico, incendio in un lido: è il secondo in tre giorni a pochi chilometri di distanza

Un altro lido a Scanzano Jonico, nel Materano, è andato distrutto per un incendio. E’ il secondo in tre giorni (https://radionorba.it/incendio-a-scanzano-jonico-distrutto-uno-stabilimento-balneare/). Ad andare a fuoco…

Covid, in Puglia cala l’occupazione posti letto ma resta sopra la media nazionale. Quattordici decessi nelle ultime 24 ore

L’incidenza del Covid in Puglia nelle ultime 24 ore è del 15,8%. Si registrano 3.355 nuovi casi su 21.229 test e 14 decessi. I nuovi…

Made with 💖 by Xdevel