Ascolta Guarda

Musica – Il Coraggio di Carl Brave

Il coraggio c’e’ l’ha nel Dna, in quel cognome che ha tradotto in inglese perche’, si sa, e’ piu’ cool. E
ora l’ha scritto bene in evidenza sulla copertina del nuovo disco, perche’ coraggio (Carlo Coraggio) e’ lui, ma e’ anche la forza che ci vuole in questo momento per affrontare una situazione che nessuno avrebbe mai immaginato fino a pochi mesi fa, “periodo distopico”, lo definisce. Carl Brave, il rapper romano che e’ anche un cantante pop e rock che non disdegna certe atmosfere del passato e le contaminazioni in generale (“la musica e’ sempre evoluzione e bisogna educare l’ascoltatore a non etichettare, io sono contro il razzismo musicale”), dopo il successo del precedente album di debutto Notti Brave (doppio disco di platino) e due anni passati con il piede premuto sull’acceleratore dei live (e delle oltre 100 milioni di visualizzazioni su YouTube e dei 2,7 milioni di stream su Spotify), torna con il secondo disco di inediti, in uscita il 9 ottobre su etichetta Island Records. Sound piu’ maturo, flow piu’ articolati, maggiore cura nei testi, rispetto all’esordio. “E soprattutto ora riesco a fare cio’ che mi piace a tempo pieno, non tra un lavoro al mercato e uno da fonico”.
Diciassette tracce che segnano un nuovo capitolo musicale dell’artista e producer 31enne, che in copertina ha voluto omaggiare il nonno mai conosciuto, con il busto che lo ritrae ragazzo “e che esiste davvero, in casa dei miei. E alla sua eta’ ero identico a lui”. Un gioco di rimandi, tra passato e presente.
Nel disco, “al quale ho lavorato moltissimo durante il lockdown, che mi ha dato un forte impulso creativo, sia con pezzi nuovi che con pezzi rivisitati”, sono presenti anche sette collaborazioni con Elodie, Mara Sattei, tha Supreme, Ketama, Taxi B, Pretty Solero e Gue’ Pequeno “che e’ ancora tra i pochi ad essere trend setter e riesce a galoppare in un mondo di ragazzini”. Molti di loro sono protagonisti della scena musicale
romana. “Che adesso e’ molto viva e molto forte. Ma non e’ un problema essere identificati con la propria citta’ di origine – racconta Carlo con il suo accento che non ammette dubbi -. Lo slang non e’ una prigione o un ghetto nel quale essere chiusi come poteva esserlo magari dieci anni fa. Un esempio e’ stato Liberato, che ha sdoganato il napoletano. In fondo la gente vuole sentirti parlare per come sei, senza maschere. E la lingua non e’ un ostacolo, non piu’, anche grazie alle tecnologie”.
L’album, che esce in contemporanea con “Parli parli” con Elodie, e’ stato anticipato da quattro singoli: “Che poi”, “Regina Coeli”, “Spigoli (feat. Mara Sattei, tha Supreme)” e “Fratelli'”. Quest’ultima affronta con sincerita’ il problema delle tossicodipendenze. “Perche’ nella musica spesso e’ un argomento affrontato in maniera frivola, con l’idea che ci puoi convivere – spiega l’artista con un passato da cestista -. Ma la
verita’ e’ che le dipendenze ti portano in situazioni squallide. E bisogna che sia chiaro che e’ molto facile per tutti i pischelli avvicinarsi alle droghe. Il mio e’ un invito a regolarsi”. Anche il brano Le Guardie e’ una denuncia di “violenze che esistono e che vanno dette e raccontate”. Scritta prima dei fatti di Colleferro, riesce a rimandarne comunque una fotografia nitida.
“Perche’ e’ vero che con un niente si scatena la violenza, per uno sguardo o una parola sbagliata”.
Di Sanremo c’e’ poco da dire (“chissa’, forse con la canzone giusta… ci sono tanti pro, ma anche tanti contro”), come sui live che in tempo di covid sono sospesi in una sorta di limbo.
“A Roma nell’estate 2019 c’erano 25mila persone a sentirmi… come si fa? Aspettiamo”. E intanto per l’anno prossimo sul calendario sono segnate due date: 20 luglio a Milano, 24 luglio a Roma.

Musica & Spettacolo

Clementino torna sul set: il rapper alla sua seconda prova di attore

Dopo aver recitato diretto da Castellitto ne “Il materiale emotivo”, ora gira il film dedicato al mito di Lamborghini

Sport

Basket, Roberto Moraschini positivo a un controllo antidoping

Il test è stato eseguito dopo un allenamento. La sostanza è uno steroide anabolizzante

 
  Diretta

Top News

Morta dopo vaccino AstraZeneca, i consulenti della Procura: “È stata una reazione al vaccino”

Camilla Canepa, la 18enne studentessa di Sestri Levante morta lo scorso giugno all’ospedale “San Martino” di Genova dopo essere stata vaccinata con AstraZeneca a un…

Covid, aumento di tamponi eseguiti e di positivi, ma l’incidenza in Italia resta sotto l’1%

In Italia, sono 3794 i nuovi casi di Covid. Dato in aumento rispetto ai 3702 di ieri e i 2668 di martedì. L’incremento è giustificato…

Covid, Gimbe: meno casi nelle ultime settimane ma la discesa rallenta. E’ boom di tamponi

Più tamponi analizzati (+78%), anche per l’effetto green pass obbligatorio, e meno casi di Covid 19. La Fondazione Gimbe registra la discesa dei contagi a…

Berlusconi: “Draghi al Quirinale? Come premier porterebbe più vantaggi al Paese”. Salvini: “Pronti a sostenere la candidatura di Silvio al Colle”

Mario Draghi sarebbe un ottimo presidente della Repubblica, ma la sua permanenza a Palazzo Chigi sarebbe più vantaggiosa per il Paese. Lo ha dichiarato il…

Locali

Favori e regali per pilotare l’inchiesta sull’ex Ilva di Taranto, torna in libertà Enrico Laghi. E’ stato commissario straordinario dopo i Riva

E’ tornato in libertà l’ex commissario straordinario dell’Ilva di Taranto, Enrico Laghi. Era stato arrestato su disposizione della Procura di Potenza nell’ambito degli accertamenti su…

Dissequestrato l’altoforno 2 dell’ex Ilva di Taranto, al centro di diverse battaglie giudiziarie. Nel 2015, un operaio morì dopo essere stato travolto da una colata di ghisa

Il giudice del Tribunale di Taranto, Federica Furio, ha dissequestrato l’altoforno 2, dello stabilimento Acciaierie d’Italia, ex Ilva di Taranto. Il provvedimento è stato emesso…

Covid, in Puglia giù i contagi settimanali e i vaccini superano 6 milioni. Basilicata tra le regioni “verdi” europee

Lieve rialzo quotidiano dei casi da Covid in Puglia: su 21.387 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e 167 casi positivi: 37 in provincia di…

Tragedia sfiorata al porto di Bari: ferito un finanziere travolto da cancello

Un militare della Guardia di Finanza di 40 anni è rimasto ferito la notte scorsa dopo essere stato schiacciato da un cancello del varco d’accesso…

Made with 💖 by Xdevel