Ascolta Guarda

Italia, ecco la formazione

Da Italia Turchia al titolo del ‘68, un torneo mai banale per l’Italia. Finalmente si parte

La formazione titolare dell’Italia, questa sera contro la Turchia,

Donnarumma, Florenzi, Bonucci, capitan Chiellini, Spinazzola; a centrocampo Barella, Jorginho e Locatelli; in attacco Berardi, Immobile e Insigne.

La storia ripropone Italia Turchia al debutto degli europei. Era già accaduto nel 2000 in un torneo per noi memorabile, seppur dall’epilogo triste. Di quella nazionale facevano parte Totti, Del Piero, Toldo, Del Vecchio, Inzaghi, Nesta e tante altre firme prestigiose del calcio italiano, con la panchina affidata nelle mani sapienti di Dino Zoff, c.t amato dai tifosi, meno dai dirigenti.

L’avvio è fulmineo, subito un convincente 2 – 1 contro i turchi. Gol di Pippo Inzaghi e Antonio Conte. L’ex c.t questa mattina ha voluto rendere omaggio riproponendo sulla pagina Instragram le sequenze. Discesa a destra, cross al centro, la palla rimbalza sulla gamba di un avversario e Conte, come un avvoltoio, punisce la retroguardia in rovesciata. Un gol da vedere e rivedere. Il resto è per cuori forti, la trama perfetta di un film da oscar. L’Italia vola, supera in semifinale l’Olanda, in inferiorità numerica. E’ una serata magica: Toldo para tutto, anche due rigori in 120 minuti. L’uomo in più degli Orange si sente, ma il muro resiste. Si va ai rigori e Totti si esalta. Beffa Van der Saar con il cucchiaio, immagine di classe e coraggio, forse un po’ irriverente mentre sorride beffardo e torna a centrocampo. In finale, la favola evapora quando Del Piero, solo davanti a Bartez, con il destro manca la porta. L’Europeo è dei francesi. Delusione e pubbliche accuse. L’allora premier Silvio Berlusconi attacca Zoff. Il c.t non entra in polemica e si dimette. 

Ma l’Europeo è anche una catena di aneddoti fortunati. Siamo nel 1968, l’anno delle lotte, degli ideali, delle rivoluzioni, del conflitto in Vietnam e della primavera di Praga. E’ in questo contesto che l’Italia di Valcareggi, Albertosi, Riva, Mazzola, Rivera, Burgnich, Facchetti, Prati e Anastasi conquista l’unico titolo continentale per nazioni. Allo stadio San Paolo di Napoli, la dea bendata aiuta l’Italia, in semifinale contro la Russia. Squadra che pratica un calcio poco tecnico, ma aggressivo. Le occasioni scarseggiano. Finisce 0 – 0. Il regolamento non prevede i rigori. Si adotta lo spietato lancio della monetina, negli spogliatoi, lontano da tutti e da qualche soffio di troppo che potrebbe alterare il sorteggio. Facchetti sceglie testa. Torna in campo ed è festa. L’Italia resta in gioco. La prima finale contro la Jugoslavia finisce 0 – 0. Gara da ripetere. Nel secondo match vince 2 – 0 ed è Campione d’Europa.

Michele Paldera

Musica & Spettacolo

Gli artisti italiani: per i concerti capienza al 100% con green pass

Il manifesto: “Presidente Draghi aiuto”. Laura Pausini: “Il nostro lavoro è sottovalutato. La musica è speranza”

Carmen Consoli, esce “Volevo fare la rockstar”

La cantantessa è tornata con il nuovo album e dice: “I sogni possono diventare realtà”

Leggerissime

Il cane è l’animale preferito dagli italiani

In casa degli italiani anche pesci, roditori e animali esotici

“Azzurri d’Europa 2020”, un libro per celebrare la vittoria dell’Italia a Euro 2020

Gli autori sono Stefano Ferrio e Gianni Grazioli, direttore generale dell’Assocalciatori

 
  Diretta

Top News

Dal 15 ottobre i dipendenti pubblici tornano in ufficio. Brunetta: “Regoleremo lo smart working”

Dal 15 ottobre i dipendenti della pubblica amministrazione tornano in presenza. Il presidente del Consiglio, Mario Draghi ha firmato il Dpcm per il ritorno negli uffici pubblici.…

Arresto Puigdemont, resterà libero fino all’udienza di estradizione

Per la giudice della Corte d’Appello di Sassari, Plinia Azzena, l’arresto di Carles Puigdemont non è illegale ma non ci sono ragioni per le quali…

Alitalia, la protesta dei lavoratori. Bloccata l’autostrada e tensioni con la polizia

Tensione con la polizia per i 500 manifestanti di Alitalia, che hanno protestato bloccando per tre ore la circolazione verso l’autostrada Roma- Fiumicino dopo essere passati…

L’Ordine al merito della Germania alla senatrice Liliana Segre: “E’ un’occasione di riconciliazione con il Paese tedesco”

La Repubblica Federale di Germania ha conferito l’Ordine al merito alla senatrice Liliana Segre, sopravvissuta all’Olocausto. E’ il più alto riconoscimento istituzionale tedesco. A consegnare l’onorificenza nella…

Locali

Guerra di mala al quartiere Japigia di Bari: 23 condanne e due assoluzioni

Pene comprese tra i 30 anni e i 2 anni e 8 mesi di reclusione sono state inflitte in primo grado a 23 imputati al…

Covid, in Puglia incidenza stabile e ricoveri in calo. In Basilicata 32 nuovi casi

In Puglia, su 13.030 test analizzati, 157 sono risultati positivi con 3 decessi. Stabile l’incidenza, all’1,2% dopo l’1,1% registrato ieri. Le province più colpite sono…

Operaio morto nel leccese, quattro persone indagate. Autopsia fissata per lunedì

Sono quattro le persone indagate dalla Procura di Lecce nell’ambito dell’inchiesta sulla morte di Fabio Sicuro, l’operaio salentino di 39 anni morto martedì a Palmariggi…

Guerra agli sporcaccioni a Taranto, il totale delle multe è di 40mila euro. Presto nuove foto trappole

E’ guerra agli sporcaccioni a Taranto. Dalla metà di giugno, sono state comminate oltre 300 multe per l’abbandono di rifiuti, con conferimento irregolare o fuori…

Made with 💖 by Xdevel