Ascolta Guarda

Un piano più efficace per bloccare la Xylella

Gli esperti chiedono maggiori monitoraggi e una migliore comunicazione

Il piano antixylella della Puglia ha bisogno di essere attuato in tutti i suoi aspetti per evitare che il batterio possa penetrare con decisione in provincia di Bari e danneggiare irrimediabilmente la piana degli ulivi monumentali. Nonostante i grossi sforzi della Regione, che ha previsto di passare al setaccio nel 2021 ben 240 km quadrati di territorio (ossia la fascia cuscinetto) e di analizzare in laboratorio 200mila piante, i ritardi nella fascia di contenimento, la scarsa comunicazione e le risorse mai sufficienti hanno solo rallentato ma non bloccato la diffusione dell’epidemia. A fare il punto, su richiesta del consigliere Fabiano Amati, è stata la commissione Agricoltura della Regione, alla quale oltre all’assessore Pentassuglia, hanno partecipato anche gli esperti della task force e i rappresentati delle associazioni di categoria e dell’associazione “No Xylella”. Due le direttrici lungo le quali muoversi: la prevenzione della diffusione e la gestione della situazione dove la xylella è già arrivata. Importante, oltre ad un monitoraggio con apparati tecnologici da remoto (come chiesto dal prof. Franco Nigro e all’intensificazione degli innesti, anche una azione tesa a responsabilizzare maggiormente gli stessi agricoltori ad eseguire le pratiche necessarie, anche per evitare la brutta prassi degli incendi degli alberi ormai rinsecchiti.
Secondo il professor Donato Boscia, responsabile del Labortatorio Cnr-Isps Bari e componente del Comitato tecnico scientifico: “Il punto critico non è tanto la necessità di ulteriori integrazioni ma ottimizzare la capacità di quanto previsto dal piano che, se tempestivamente attuato, porterebbe un effetto molto benefico. In particolare sarebbe necessario un team di specialisti per comunicare meglio le misure affinchè ci sia una buona collaborazione da parte degli agricoltori. L’insufficiente campagna di comunicazione e di persuasione risolverebeb anche il problema degli incendi diffusi soprattutto nelle campagne del Salento: se in quei terreni fossero stati rispettati gli obblighi previsti dal piano, ossia una lavorazione del terreno fatta entro il 10 maggio, quegli incendi non si sarebbero sviluppati”.
Rassicurazioni sulle azioni di monitoraggio nella zona della Piana degli ulivi sono giunte dal direttore del Dipartimento agricoltura Gianluca Nardone. Quanto alla possibilità di ricorrere agli innesti, Nardone ha evidenziato che la misura messa a bando non ha avuto molto successo e che sono stati erogati solo 500 mila euro su 5 milioni stanziati. Sarà quindi riproposto in maniera più appetibile, nonostante i 140 euro a pianta previsti.

Mauro Denigris

 
Diretta

Top News

SkyNews Australia: “Nel laboratorio di Wuhan c’erano pipistrelli vivi”

L’emittente ha pubblicato un video risalente al 2017 L’istituto di Virologia di Wuhan avrebbe tenuto pipistrelli vivi in gabbia. A rivelarlo è SkyNews Australia in…

Gran Bretagna, la riapertura totale slitta dal 21 giugno al 19 luglio

L’annuncio del premier Johnson: “Troppi casi di variante Delta” La riapertura totale in Gran Bretagna, inizialmente prevista per il 21 giugno, slitterà al 19 luglio.…

Covid-19: la situazione dei contagi in Italia

Indice di contagiosità in lieve aumento, dall’1 all’1,1% Sono 907 i nuovi casi di Covid registrati nelle ultime 24 ore in Italia su 79.524 test…

Biden esalta il ruolo della Nato: “Importantissima”

Il presidente americano ha poi elencato le nuove sfide dell’alleanza atlantica La Nato è importantissima. Lo ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden,…

Locali

Vaccini, a Bari un uomo in rianimazione

Aveva ricevuto la dose di Johnson & Johnson Un uomo di 54 anni è in gravi condizioni al Policlinico di Bari. Il 26 maggio era…

Emiliano: “Sono preoccupato per la variante indiana”

Resterà in funzione l’ospedale in Fiera del Levante: sarà un centro per le grandi emergenze Il governatore della Puglia è preoccupato per la possibile recrudescenza…

Il Bollettino Covid di Puglia e Basilicata

Calano i contagi, 2 morti in Puglia, uno in Basilicata Costante calo dei contagi in Puglia. Su 3405 tamponi analizzati, 47 sono risultati positivi. Indice…

A processo Angelo e Napoleone Cera

L’inchiesta riguarda presunte promesse in cambio di sostegno elettorale L’ex parlamentare Angelo Cera e suo figlio Napoleone, ex consigliere regionale, sono stati rinviati a giudizio.…

Made with 💖 by Xdevel