Ascolta Guarda

Click to Pray 2.0, la nuova app per pregare con il Papa

Per i fedeli orazioni personalizzate e accompagnamento al Sinodo


La Rete Mondiale di Preghiera del Papa lancia una nuova versione della sua piattaforma digitale di preghiera: Click To Pray 2.0 (Beta). E’ l’applicazione ufficiale di preghiera del Papa, che aiuta a pregare per le sfide dell’umanità e della missione della Chiesa, e viene offerta come proposta di preghiera per il processo sinodale.
 Grazie a una proposta digitale completamente rinnovata sul sito web e sulla App, la nuova versione di Click To Pray offre un’ampia varietà di proposte per pregare quotidianamente con Papa Francesco. A breve gli utenti potranno organizzare la loro agenda di preghiera personale, configurando i momenti per pregare ogni giorno. L’App permette agli utenti di impostare le notifiche e scegliere quali contenuti pregare nei vari momenti della giornata.


“Tra le grandi sfide dell’era digitale – ha spiegato nella presentazione alla stampa mons. Lucio Ruiz, segretario del Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede – abbiamo dovuto vivere la pandemia da Covid 19 e, poiché “peggio della crisi, c’è solo il dramma di sprecarla”, dobbiamo fare tesoro di quanto abbiamo potuto e dovuto imparare. Una di queste realtà è  quella di incorporare, come Chiesa, ciò che la cultura digitale ha da offrire per raggiungere e accompagnare gli uomini di oggi là  dove sono, arrivando fino alle periferie esistenziali”.


“Click To Pray (su App, website, Facebook, Twitter, Instagram, YouTube) – ha quindi evidenziato mons. Ruiz – è uno strumento buono e opportuno per questa comunione, perchè offre uno spazio di comunità e sostegno nella e per la preghiera. Le novità della nuova piattaforma propongono una maggiore interazione con varie reti e comunità ecclesiali, e nuove possibilità per accompagnarci in modo personalizzato nella nostra vita spirituale. Dobbiamo anche sottolineare l’importanza delle reti sociali del Papa per arrivare al cuore della gente, lì dove si trova, per accompagnarla nel suo cammino. A Twitter (pensiamo che il tweet storm di Pontifex ispirato al messaggio del Papa ai Movimenti Popolari ha raggiunto 50 milioni di utenti) e Instagram (che ha circa 8 milioni di follower) si unisce il profilo di preghiera del Papa su Click To Pray, che è un’iniziativa realizzata in collaborazione con il Dicastero per la Comunicazione. E’ una grande gioia – ha concluso – poter presentare in questo giorno non solo la nuova versione di Click to Pray, ma la sua apertura dinamica al processo che la Chiesa ha iniziato a percorrere con il Sinodo”.

Angela Tangorra

Musica & Spettacolo

Chiara Ferragni: “L’allontanamento con Federico non è una strategia”

Sui rapporti con lui dice: “Ci siamo sentiti in questi giorni. Vediamo”. Sul pandoro gate: “Se anche solo una persona ha capito che comprando il…

Su Radio Norba “Ilva”, il singolo di Kid Yugi

Sarà in onda venerdì 1 marzo nel programma di Alan Palmieri

 
  Diretta

Top News

Spiragli di pace a Gaza. Continua la tensione nel Mar Rosso

Ci sono finalmente spiragli per una tregua duratura a Gaza che favorisca un nuovo scambio di prigionieri. Secondo Washington, Israele ha accettato «più o meno»…

Terremoto ai Campi Flegrei avvertito anche a Napoli ma senza danni

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.4 è stata registrata poco dopo le 10 nell’area dei Campi Flegrei, seguita da altri fenomeni di intensità minore.…

Bilaterale Italia-Canada a Toronto, Meloni incontra Trudeau: sul G7 lavorare per pochi risultati, ma concreti

Poi la premier scherza sul vertice che si terrà in Puglia: contenta che sarai lì, potrai assaggiare le tradizioni italiane “Sul G7 e sulla nostra…

Chico Forti torna in Italia. Tajani: “Una promessa mantenuta da questo Governo”. Del caso si era interessato anche Bocelli

Forti, originario di Trento, è stato condannato all’ergastolo per omicidio premeditato, ma da sempre si professa innocente “Sono felice di annunciare che dopo 24 anni…

Locali

Omicidio di mala nel Salento, confessa il killer

Il presunto killer di Antonio Amin Afendi, 33 anni, ucciso a colpi di pistola sabato mattina in pieno centro a Casarano, in provincia di Lecce,…

Voto di scambio a Bari, indagata anche l’assessora regionale Maurodinoia? Lei: “Lo apprendo dalla stampa”

L’assessore regionale pugliese ai Trasporti, Anita Maurodinoia, in una nota, ha fatto sapere di aver appreso solo dalla stampa di essere indagata nell’ambito dell’inchiesta sul…

Casarano, ucciso a colpi di kalashnikov in pieno giorno. Cinque anni fa scampò a un agguato simile

Cinque anni fa era riuscito a scampare all’agguato tesogli da un 24enne, poi fermato. Antonio Amin Afendi, 31 anni, con precedenti, stavolta non è riuscito…

Ennesima tragedia sul lavoro in Puglia: operaio cade dal tetto e muore dopo un volo di 10 metri

A pochi giorni dalla tragedia nel Foggiano, in cui ha perso la vita un 23enne in un cantiere, ieri un altro morto sul lavoro. Nella…

Made with 💖 by Xdevel