Ascolta Guarda
Regione Puglia - Battiti Live 2022

Covid, classi in Dad anche con un solo contagiato. Domani si riunisce il Tavolo permanente per la sicurezza nelle scuole

Le classi tornano in Dad (didattica a distanza, ndr) anche con un solo contagiato. Lo stabilisce una circolare ministeriale firmata ieri sera dal direttore generale del Dipartimento prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, e dal Capo dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali del ministero dell’Istruzione, Jacopo Greco. Ed è stato convocato per domani, a quanto si apprende, il Tavolo permanente nazionale per la sicurezza nelle scuole che riunirà i sindacati e i rappresentanti dei ministeri della Salute e dell’Istruzione. 

L’incidenza settimanale ancora in crescita del numero di nuovi casi, pari a 125 per 100.000 abitanti nel periodo 19-25 novembre, “valore ben lontano da quello ottimale di 50 per 100.000, utile per un corretto tracciamento dei casi” per cui si ritiene “opportuno sospendere il programma di ‘sorveglianza con testing’. 
Sulla circolare interviene Antonello Giannelli, presidente dell’associazione dei Presidi. “Siamo stati facili cassandre,
avevamo lanciato l’allarme già pochi giorni dopo la pubblicazione della nota congiunta Salute-Istruzione n. 1218 del
6 novembre scorso – commenta Giannelli – le scuole, nonostante le mille difficoltà e con uno smisurato carico di lavoro sulle spalle dei dirigenti e del personale, hanno retto. Lo stesso non possiamo dire dei dipartimenti di prevenzione che non sono riusciti sin da subito a garantire la tempistica dei testing e in molti casi non hanno applicato quelle procedure di tracciamento”.

“La pandemia è ben lontana dalla sua conclusione e dobbiamo tutti collaborare per contrastarla, iniziando da una piu’ completa vaccinazione di massa”, aggiunge il presidente.

“Stiamo affrontando una situazione di fronte a un quadro che cambia costantemente. Noi avevamo modificato il protocollo che prevedeva, tre positivi per la Dad – precisa il sottosegretario alla Salute Andrea Costa – visto e considerato che c’è un forte aumento di contagiati tra gli under 12 (che non sono ancora vaccinati perché non c’è ancora il vaccino), abbiamo ritenuto prudente, con una scelta condivisa con le Regioni, di ritornare alla previsione iniziale, con la Dad in caso di un positivo in classe. E’ una misura che tiene conto del quadro attuale”.

In particolare, la circolare firmata ieri aggiorna le indicazioni per l’individuazione e la gestione dei contatti di casi di infezione da Sars-CoV-2 in ambito scolastico e fa seguito alla Circolare a firma congiunta tra ministero della Salute e dell’Istruzione del 3 novembre scorso sulle indicazioni per l’individuazione e la gestione dei contatti di casi di infezione in ambito scolastico. “In considerazione del fatto che le indicazioni erano state assunte con riferimento alla situazione epidemiologica esistente, da rivalutare in caso di aumento della circolazione virale o di altra rilevante modifica
incidente sulla stessa emergenza epidemiologica, si ritiene opportuno sospendere – provvisoriamente – il programma di ‘sorveglianza con testing’ – si legge nella circolare – e di considerare la quarantena per tutti i soggetti contatto stretto di una classe/gruppo dove si è verificato anche un singolo caso tra gli studenti e/o personale scolastico”. “Nel caso in cui le autorità sanitarie siano impossibilitate ad intervenire tempestivamente o comunque secondo la organizzazione di regione/Pa o Asl – si legge ancora – il dirigente scolastico venuto a conoscenza di un caso confermato nella propria scuola e’ da considerarsi autorizzato, in via eccezionale ed urgente a disporre la didattica a distanza nell’immediatezza per l’intero gruppo classe ferme restando le valutazioni della ASL in ordine all’individuazione dei soggetti (da considerare ‘contatti stretti’ a seguito di indagine epidemiologica) da sottoporre formalmente alla misura della quarantena. Rimane valida l’opportunità per i Dipartimenti di Prevenzione di scegliere la strategia di controllo per la tutela della salute pubblica per ogni singola indagine di focolaio epidemico in ambito scolastico”.

Dai sindacati arriva la richiesta di un incontro con i rappresentanti del ministero della Salute. “La circolare ha messo in allarme tutto il personale scolastico e ha prodotto nuovi problemi ai dirigenti che dovranno nuovamente rivedere le procedure per il tracciamento – spiega Maddalena Gissi (Cisl) – l’urgenza del ministero della Salute ci fa pensare che non si possono sottovalutare le misure anti contagio. E’ necessario un gesto di responsabilità da parte di tutti: non è il momento delle urla ma del dialogo per aiutare la scuola ad arrivare alle vacanze di Natale con il maggior numero di attività didattica in presenza”. E Gissi chiede anche l’intervento, dove necessario, di tutte le forze armate. “Chiediamo che lì dove le Asl sono in difficoltà x il tracciamento e i tamponi – dice – devono poter intervenire protezione civile e esercito. Non si possono lasciare soli i dirigenti scolastici”.
Stefania Losito

Musica & Spettacolo

Retake Bari con il marchio ACE per il sottopasso Duca degli Abruzzi

Sabato 2 luglio l’inaugurazione dello straordinario murale dedicato a Gino Strada

Tananai, ecco “Pasta”

Il nuovo singolo da domani 1 luglio. Scritta, composta e prodotta da Tananai è un invito a lasciare andare l’ansia e le preoccupazioni …

Leggerissime

Paola Turci e Francesca Pascale si sposano

Il matrimonio tra la cantautrice  e la ex fidanzata di Silvio Berlusconi sarà officiato domani a Montalcino

The Ferragnez, arriva la seconda serie

Protagonisti oltre a Chiara e Fedez anche i figli Leone e Vittoria

 
  Diretta

Top News

Covid, dati in aumento. Sfiorato il milione di positivi in Italia

In Italia, su 316.040 tamponi analizzati, 86.334 sono risultati positivi. Incidenza al 27,3%, stabile rispetto a giovedì. Sono 72 i morti registrati nelle ultime 24…

Covid, mascherine sul posto di lavoro e smartworking: siglato nuovo protocollo

Le ultime misure anticovid sono nel nuovo protocollo siglato ieri per i luoghi di lavoro: non obbligo di mascherine ma raccomandazione. E più smartworking (anche…

Draghi blinda il governo: “Non è a rischio. No ad appoggio esterno del M5S”

Il governo non è a rischio. Il premier Draghi taglia corto sulle voci di una crisi interna per le tensioni con il M5S. Ed è…

Covid, in una settimana contagi aumentati quasi del 50%

In Italia, sono 83.274 i nuovi casi di Covid su 296.030 tamponi analizzati. L’incidenza passa dal 26,4% al 28,4%. Sono 59 i morti registrati nelle…

Locali

Accoltellato dal fratello nel barese. Alla base del litigio ci sarebbe il mancato invito al matrimonio

A Corato, nel barese, un 34enne promesso sposo è stato accoltellato dal fratello 45enne al culmine di un litigio. Il movente, secondo quanto ricostruito dai…

Covid, in Puglia incidenza quasi triplicata in due settimane e ricoveri in aumento. Un decesso in Basilicata

In Puglia, su 20.829 test analizzati, 6576 sono risultati positivi. 6 i decessi e incidenza al 31,5%. Le province più colpite sono Bari con 1993…

Caldo e Covid in Puglia, la Regione: “Tutti i medici dovranno prestare servizio nei pronto soccorso”

Tutti i medici ospedalieri di qualsiasi reparto dovranno prestare servizio nei punti di pronto soccorso per “garantire la copertura dei turni per il periodo estivo”.…

Scoperti lavoratori senza regolare contratto di assunzione in un’azienda del barese

In provincia di Bari individuati 16 lavoratori, tra cui 15 donne, senza regolare contratto di assunzione all’interno di un’azienda agricola. Tre di loro facevano parte…

Made with 💖 by Xdevel