Ascolta Guarda

Ddl Zan, il governo litiga sugli emendamenti di Italia Viva

Pd e M5S vogliono andare al voto in Senato, Salvini e Renzi cercano una mediazione

È lotta intestina nella maggioranza del governo Draghi sull’approvazione del ddl Zan, nato per combattere omofobia e transfobia. In pratica si tratta di un’estensione della legge Mancino, che già punisce le discriminazioni basate su razza, religione e nazionalità.

Gli oggetti del contendere sono gli articoli 1, 4 e 7 del ddl Zan che contengono, rispettivamente, il concetto di ideologia di genere, la libera espressione e l’istituzione di una Giornata nazionale, il 17 maggio, con appuntamenti da organizzare anche nelle scuole.

Italia Viva ha chiesto di effettuare delle modifiche per trovare una mediazione e venire incontro alla destra. Solo così, ha spiegato Renzi, il ddl può passare al Senato, altrimenti verrà affossato. I renziani vogliono rispolverare la proposta di Scalfarotto del 2018 che estendeva semplicemente la legge Mancino alle discriminazioni basate sull’identità sessuale, l’omofobia e la transfobia. Sarebbero eliminati di peso, dunque, gli articoli 1 e 4. Per il 7 solo una modifica: rispettare il principio di autonomia degli istituti scolastici riguardo la scelta di organizzare o meno eventi durante l’eventuale Giornata nazionale del 17 maggio.

In tutto questo è intervenuto anche Salvini che, a quanto pare, non chiude totalmente la porta al ddl, ma chiede anche lui una mediazione per risolvere la questione. In realtà il centrodestra punta sulla proposta a firma proprio di Salvini e della senatrice di Forza Italia Licia Ronzulli: appena tre articoli, a differenza dei 10 del ddl Zan, che modificherebbero l’articolo 61 del Codice penale introducendo, tra le aggravanti comuni, anche quelle di «aver agito in ragione dell’origine etnica, credo religioso, nazionalità, sesso, orientamento sessuale, disabilità, nonché nei confronti dei soggetti» in condizione di particolare vulnerabilità. Quindi nessuna tutela contro i crimini d’odio, ma solo l’aggiunta di alcune aggravanti a reati comuni.

Salvini ha parlato di un testo che aumenta le pene per chi discrimina o aggredisce due ragazzi o due ragazze che si amano. In realtà l’aumento di pena, con la proposta Ronzulli, sarebbe di un terzo, con la legge Mancino o il ddl Zan, sarebbe della metà.

“Se togliamo l’ideologia, il coinvolgimento dei bambini e l’attacco alla libertà di pensiero, intervenendo sugli articoli 1, 4 e 7, finalmente si smette di litigare e si approva una norma di protezione e civiltà” ha detto Salvini.

Il Partito Democratico e il Movimento 5 Stelle sono sempre più intenzionati a non mediare e ad andare direttamente al voto al Senato, anche segreto. Hanno chiesto, però, a Italia Viva di non cadere nel “tranello” della Lega e di votare a favore del ddl Zan, proprio come hanno fatto alla Camera.

Gianvito Magistà

Musica & Spettacolo

Ultimo, il nuovo album “Solo” esce ad ottobre

Il racconto di due anni di lontananza dal pubblico

Michael Stipe dice no alla reunion R.E.M.

"Non ci servono soldi"  ha detto il cantante della band che sta lavorando a nuovi progetti

Sport

Insulti razzisti a Maignan durante Juventus-Milan, tifoso identificato e denunciato

L’episodio è avvenuto domenica, durante il riscaldamento prima della partita

Genoa, ora è ufficiale: il fondo americano ‘777 Partners’ acquisterà il 99% del capitale

Il patron uscente Preziosi resterà nel consiglio di amministrazione

Leggerissime

Il tricheco Wally torna a casa

Vivo per miracolo, l’esemplare girovago ha percorso quasi 5mila chilometri. Ora è in Islanda

 
  Diretta

Top News

La riforma della giustizia penale è legge. Il Senato approva il Ddl senza contestazioni

La riforma del processo penale è legge. Il Senato l’ha approvata con 177 sì e 24 no. Il provvedimento, così come quello sulla riforma civile,…

Covid: Fondazione Gimbe, nell’ultima settimana frenano i vaccini ma calano i casi

Non ha ancora fatto effetto il Super Green pass che si pensa possa spingere le vaccinazioni anti-Covid. La fondazione Gimbe ha registrato un crollo delle…

Eitan, prima udienza a Tel Aviv. Intesa con le famiglie: resterà in Israele fino all’8 ottobre

Il piccolo Eitan, unico sopravvissuto dell’incidente della funivia del Mottarone dello scorso 23 maggio, resterà in Israele fino all’8 ottobre, giorno in cui riprenderanno le…

Gratta e vinci rubato a Napoli, il tagliando torna nelle mani della vincitrice 69enne

Torna nel possesso della signora 69enne di Napoli il Gratta e vinci da mezzo milione di euro, che le era stato rubato da un uomo…

Locali

Classi in quarantena in Puglia, l’Ufficio scolastico regionale: “Contagi prevedibili, ma siamo pronti”

L’aumento dei contagi nelle scuole pugliesi era prevedibile, ma l’obiettivo resta quello dell’anno scolastico in presenza. Lo ha dichiarato Mario Trefiletti, dirigente dell’Ufficio scolastico regionale…

Covid, la Fondazione Gimbe: in Puglia contagi in calo dell’11,9%, in Basilicata giù i positivi ogni 100mila abitanti. Situazione sotto controllo negli ospedali

Contagi in calo dell’11,5% in Puglia nell’ultima settimana, mentre gli attuali positivi sono 79 ogni 100mila abitanti. È quanto rilevato dal monitoraggio della fondazione Gimbe,…

Rogo a Molfetta in un deposito edile, il secondo in 48 ore. Il sindaco: “Più controllo”

Potrebbe essere doloso l’incendio che ieri sera, a Molfetta (Ba), ha danneggiato il magazzino di un deposito edile contenente pedane in legno e pannelli. Solo…

Rapinatore seriale arrestato a Lecce, il complice è ricercato. Almeno 3 gli episodi contestati

Avrebbe commesso numerose rapine, tra luglio e agosto scorso, tra Lecce, Copertino e Salice Salentino. Gli agenti della Squadra Mobile hanno eseguito un’ordinanza di custodia…

Made with 💖 by Xdevel