Ascolta Guarda

Elezioni a Bari, la proposta dell’amministrativista Pellegrino: “Le verifiche su possibili infiltrazioni mafiose si concludano entro il 20 aprile”


“Non ci sono i presupposti normativi per rinviare le elezioni a Bari, piuttosto sarebbe una manifestazione di buon senso civico se la Commissione di accesso, Il Prefetto e il Ministro dell’Interno facessero sapere entro il 20 aprile se vi sono elementi per sciogliere il consiglio comunale evitando che gli elettori vadano a votare con un punto interrogativo”. Lo spiega in una intervista a Radio Norba l’avvocato amministrativista Gianluigi Pellegrino: “La semplice sussistenza di una Commissione di accesso al Comune di Bari – dice Pellegrino a Radio Norba – impegnata nella verifica sulla esistenza di pericoli e rischi di infiltrazione e contaminazioni mafiosi sull’attività amministrativa non puo’ portare allo spostamento delle elezioni. Diverso invece il caso in cui il Consiglio comunale venga sciolto per mafia, provvedimento che puo’ essere deciso anche dopo le elezioni colpendo il nuovo Consiglio comunale anche se totalmente rinnovato. Questo perché lo scioglimento non è una misura sanzionatoria, ma uno strumento cosiddetto di precauzione che interviene laddove si individuino elementi che fanno temere che l’attività amministrativa non sia genuina ma condizionata dalle organizzazioni criminali”.
Pellegrino sottolinea il carattere discrezionale e la natura politica dell’avvio delle verifiche: “La scelta di inviare una Commissione d’acceso – spiega a Radio Norba – è di per sè una scelta di fortissimo impatto ed è anche un potere discrezionale. Il Prefetto poteva anche non farlo e francamente dinanzi a una inchiesta che escludeva connivenze tra l’Amministrazione comunale e i clan, decidere di inviare la Commissione facendosi scudo con la motivazione del volerci vedere piu’ chiaro francamente era decisione che si poteva prendere o anche non prendere anche in considerazione del fatto che si era nell’imminenza delle elezioni, prevedendo magari di avviare le verifiche dopo le elezioni”.
Per liberare la campagna da ogni incertezza l’amministrativista Gianluigi Pellegrino propone una soluzione: “Ci sarebbe un rimedio – afferma Pellegrino a Radio Norba – la Commissione di accesso acceleri i suoi lavori lavorando giorno e notte facendo sapere subito al Paese (prima dei tre mesi che è la durata della verifica prorogabile di altri tre) se ci sono rischi di infiltrazione mafiosa: questa sarebbe una decisione altrettanto discrezionale nonché una manifestazione di buon senso civico perchè andare a votare con un punto interrogativo sicuramente bello non è, e non credo sia mai avvenuto , siamo ai primi di aprile bisogna votare a giugno, se la commissione di accesso terminasse i suoi lavori entro il 20 aprile la campagna elettorale potrebbe proseguire senza punti interrogativi e incertezze”.

Musica & Spettacolo

Sanremo, Carlo Conti condurrà il festival per due anni

Il conduttore: “Bel modo di festeggiare i 40 anni in Rai”. L’annuncio ufficiale questa mattina: a lui anche la direzione artistica …

Aaron in diretta su Radio Norba

Venerdì 24 maggio alle 16 con Alan Palmieri

Sport

L’Atalanta scrive la storia e vince l’Europa League. Bayer Leverkusen battuto per 3-0

Finale decisa dalla tripletta di Lookman. Primo trofeo della gestione di Gasperini

L’Inter è di Oaktree. Il fondo americano è il nuovo proprietario del club

L’annuncio in una nota: “L’obiettivo è la prosperità a lungo termine”

Yes We Work

 
  Diretta

Top News

Marcia indietro sul redditometro, Meloni: “Con il viceministro Leo abbiamo deciso di sospendere il provvedimento”

Marcia indietro del governo sul redditometro, il sistema che determina il reddito complessivo delle persone fisiche. Due giorni fa, il viceministro all’Economia Maurizio Leo aveva pubblicato…

Chico Forti, l’abbraccio con sua madre dopo 16 anni

Chico Forti, il 65enne condannato all’ergastolo negli Usa per omicidio e rientrato da pochi giorni in Italia, è arrivato a Trento, accolto in strada da…

Crosetto ricoverato in ospedale per un malore. Il ministro ha lasciato in anticipo il Consiglio supremo di Difesa

Il ministro della Difesa, Guido Crosetto, è ricoverato all’ospedale “San Carlo da Nancy” a Roma, dove è arrivato in seguito a un malore che lo…

Russia verso il cambio dei confini marittimi con Finlandia e Lituania. Progetto di modifica unilaterale presentato da Mosca

Le autorità russe hanno deciso unilateralmente di modificare i confini marittimi della Russia con la Lituania e la Finlandia nel Mar Baltico. La modifica è…

Locali

‘Supermercato della droga’ nel Foggiano, 20 misure cautelari

Due distinte ordinanze di custodia cautelare, emesse dal gip del tribunale di Foggia su richiesta della procura, sono state eseguite dai carabinieri di Cerignola nei…

Scontro tra moto e auto nel Brindisino, muore un 40enne

Un uomo di 40 anni, Maurizio Girolamo, è morto in un incidente stradale che si è verificato nella tarda serata di ieri a Fasano (Brindisi).…

De Laurentiis: “Non venderemo il Bari prima del 2028. Poi rimarrà dov’è o fallirà”. La replica di Decaro: “Subito passaggio di proprietà”

A poche ore dalla gara decisiva per la salvezza del Bari, la sfida di ritorno dei play out in Umbria contro la Ternana, scoppia una…

Guasto su un aereo Ryanair diretto a Londra, il pilota decide di ritornare a Bari

Un aereo Ryanair partito verso mezzogiorno da Bari e diretto a Londra è rientrato nell’aeroporto del capoluogo pugliese per un problema alla strumentazione di bordo.…

Made with 💖 by Xdevel