Ascolta Guarda

Finalista a Miss Mondo insultata sui social perché lesbica: “Si nascondono ma li denunciamo”

“Cercano di rovinarmi la festa ma non ci riusciranno”. Erika Mattina, tra le 25 finaliste al concorso Miss Mondo Italia, ha raccontato al Corriere della Sera la vita da miss, lesbica e bersaglio degli haters. Erika, 24 anni, di Arona (Novara), aspirante poliziotta, è fidanzata da quasi cinque con Martina Tammaro, 26. Tutte e due attiviste lgbt e antiomofobia, gestiscono su Instagram un profilo da 120mila follower che si chiama @leperledegliomofobi. Gli odiatori, i leoni da tastiera, non solo se la sono presa con lei insultandola con parole omofobe e sessiste, ma soprattutto la accusano di avercela fatta proprio perché lesbica. I ‘ghei’ vengono più tutelati, scrivono. “In questo momento non sto facendo la lesbica attivista – spiega Erika – sto facendo una cosa per me, sono qui da sola e sto vivendo una gioia per essere arrivata alla finale di Miss Mondo Italia, non sto scrivendo un post sul ddl Zan – aggiunge al Corriere – non giustificherei gli haters nemmeno per il ddl Zan ma tirare in ballo l’orientamento sessuale per un concorso di bellezza… Sono più dispiaciuta che arrabbiata”. Ma per Erika sono persone frustrate, lei e la sua fidanzata sono abituate a essere tartassate da mattina a sera. In vece a Gallipoli, dove si trova per la finale del 26 settembre, “nessuno è interessato alla mia omosessualità”. “Non so più quante volte siamo andate dalla polizia. Abbiamo denunciato una settantina di profili, e sono solo i post più gravi e minacciosi. Alcuni sono profili fake, altri non sono rintracciabili, altri ancora spargono odio e poi vengono eliminati. Sono risaliti solo a due identità – spiega la miss – due uomini, un adulto e un ragazzo. L’adulto aveva incitato al bullismo contro di noi da un profilo con nome e cognome vero. Non lo abbiamo mai visto ma durante la causa civile (vinta) lui ha consegnato al nostro avvocato un foglio con scritte le scuse per quello che aveva detto”. Scuse che le due hanno accettato incorniciando il foglietto. Non hanno mai incontrato i loro odiatori, “perché sono codardi, alla fine”. “Fanno i leoni da tastiera finché restano anonimi e protetti dietro uno schermo – commenta – però ci sono capitate situazioni in cui qualcuno se l’è presa con noi per un abbraccio o un bacio. Anche lì: insulti, risatine, una volta un papà ha coperto gli occhi di un bambino perché avevo dato un bacio a stampo a Martina”. Erika prova a farli ragionare, tranne quando si trova davanti a minacce di morte. In quel caso sarebbe meno diplomatica, se se li trovasse davanti. La sua mamma è preoccupata, non dorme la notte. Ma Erika la tranquillizza. il coming out è arrivato “dopo sei mesi che stavo con Martina. Non è stato facile. Ho perso molti amici, giovani ma pieni di pregiudizi”, racconta. “Confido nelle nuove generazioni. Anche in famiglia non è stato facile. I genitori di Martina l’hanno presa bene, i miei hanno fatto più fatica, ma alla fine oggi amano Martina. Le cose possono cambiare”. Poi un messaggio: “A chi crede di non farcela, dico: abbiate fiducia”.

Stefania Losito



Musica & Spettacolo

Checco Zalone canta “Sulla barca dell’oligarca”

La nuova irresistibile canzone dell'attore e regista pugliese che si prepara ad un tour in tutta Italia

Maneskin protagonisti a Cannes

La band italiana alla festa per il lancio di “Elvis”, il film di Baz Luhrmann 

Sport

La Roma vince la Conference League. Feyenoord battuto di misura

Decide un gol di Zaniolo nel primo tempo. Primo trofeo giallorosso per Mourinho

Milan, Ibrahimovic operato al ginocchio. Per lui uno stop tra i 7 e gli 8 mesi

Intervento programmato da tempo per risolvere l’instabilità dell’articolazione

Leggerissime

La scienza contro la dipendenza da smartphone

Stimoli e incoraggiamento per aiutare chi usa il telefono più di 5 ore al giorno

Il viaggio della musica 300x250

 
  Diretta

Top News

Strage nella scuola elementare in Texas, la polizia fa mea culpa. Il padre del killer: “Doveva uccidere me”

La polizia del Texas fa mea culpa.  “E’ stato un errore non fare irruzione nell’aula” della scuola elementare di Uvalde dove Salvador Ramos ha massacrato…

Russia – Ucraina, Donbass assediato, Zelensky accusa Mosca di genocidio. Nel pomeriggio telefonata con Draghi per risolvere la crisi alimentare

 Le forze russe avanzano nel Donbass. Due citta sono assediate. Sono  Severodonetsk e Lyschansk letteralmente accerchiate dalle truppe nemiche. Il presidente ucraino  Zelensky denuncia “Vogliono…

Incendio a Vulcano, polemiche su focolai innescati da troupe fiction televisiva

Dureranno a lungo le polemiche sulle cause dell’incendio che ha distrutto a metà la vegetazione dell’isola di Vulcano. Unica certezza è l’origine del rogo, partito…

Padova, neonata ricoverata per emorragia cerebrale risulta positiva alla cocaina

È stata trovata positiva alla cocaina una neonata di sei mesi. La bimba era ricoverata da inizio maggio nell’ospedale di Padova per emorragia cerebrale. Sul…

Locali

Nuovo pentito nella “società” foggiana: Patrizio Villani ha deciso di collaborare con la giustizia

Patrizio Villani, 45 anni, allevatore di San Marco in Lamis legato al clan Sinesi-Francavilla, una delle tre batterie al vertice della mafia di Foggia, lo…

Picchia l’ex compagna a bastonate, arrestato operaio a San Nicandro garganico

Avrebbe picchiato a bastonate l’ex compagna e le due figlie di lei. Un operaio di 40 anni di San Nicandro Garganico (Foggia) è stato arrestato…

Ginecologo barese arrestato per violenza sessuale, chiuse le indagini: venti le denunce raccolte dalla Procura

La Procura di Bari ha chiuso le indagini sul ginecologo barese 69enne Giovanni Miniello, arrestato il 30 novembre 2021 per violenza sessuale aggravata su due…

Tentata concussione, assoluzione con formula piena per l’ex pubblico ministero di Trani Antonio Savasta

Assoluzione con formula piena per l’ex pubblico ministero di Trani, Antonio Savasta. Il gup del Tribunale di Lecce Sergio Tosi l’ha assolto “perché il fatto…

Made with 💖 by Xdevel