Ascolta Guarda

Giustizia, via libera alla riforma “in nome di Berlusconi”: stop all’abuso d’ufficio e stretta sulle intercettazioni

E’ via libera alla riforma della Giustizia nel nome di Silvio Berlusconi. Ieri il Consiglio dei ministri ha approvato il ddl Nordio, il primo passo verso una più ampia riforma garantista, come chiedeva il leader di Forza Italia scomparso qualche giorno fa. La stessa Lega si è compattata con il resto della maggioranza mettendo da parte i dubbi sull’abolizione dell’abuso d’ufficio, contando sulla futura riforma dei reati contro la pubblica amministrazione.
Il pacchetto approvato ieri, oltre all’abuso d’ufficio cancella anche l’appello del pubblico ministero contro le sentenze di assoluzione, impone una stretta alla stampa sulla pubblicazione delle intercettazioni e prevede più garanzie per gli indagati in materia di custodia cautelare. Da un lato i sindaci plaudono all’intervento sull’abuso d’ufficio, insieme a Carlo Calenda, dall’altro l’opposizione attacca il governo: “La riforma introdurrà nuovi spazi di impunità”, accusa Conte. È un errore “cogliere la morte di Berlusconi per portare avanti riforme a spallate”, avverte Elly Schlein, al cui partito si era rivolto poco prima il sindaco di Milano Giuseppe Sala per chiedergli di non scagliarsi contro l’intervento sull’abuso d’ufficio.
E se l’Unione delle Camere penali apprezza sostanzialmente nel suo complesso la riforma, pur ritenendo del tutto deludente l’intervento sulle intercettazioni, è subito scontro tra Nordio e i magistrati, con il ministro che giudica inammissibili le loro critiche alle leggi e accusa le toghe di voler interferire nelle scelte di governo e parlamento.
Il ddl, frutto di sei mesi di “intenso lavoro”, rappresenta un tributo per la battaglia di Berlusconi “per una giustizia più
giusta” , dice il ministro Nordio che rivendica la scelta di cancellare l’abuso d’ufficio per le sue “conseguenze perniciose” e “la delegittimazione di molti personaggi politici che hanno visto compromessa anche la carriera politica,
per indagini che si sono concluse nel nulla”. Il risultato è la paura della firma dei sindaci che a sua volta produce un “grande danno economico” per i cittadini.
Quanto alle intercettazioni, per ora si tutelano i terzi estranei, ma si procederà a “una riforma radicale di un sistema che ha raggiunto livelli quasi imbarbarimento”, spiega il ministro, assicurando che nel ddl non c’è “nessun bavaglio alla stampa”.

La premier Giorgia Meloni ha richiamato l’intero Consiglio dei ministri al “massimo impegno e al più alto senso di responsabilità nello svolgimento dei propri compiti istituzionali” per ricordare al meglio Silvio Berlusconi.

Stefania Losito

Musica & Spettacolo

Angelina Mango annuncia il suo primo album

“Poké melodrama” uscirà il 31 maggio

Marracash è il primo rapper a fare un tour negli stadi

Dopo il successo di Marrageddon, nel 2025 torna sui palchi italiani

Sport

Parigi 2024, accesa la sacra fiamma olimpica in Grecia

Partita la staffetta dei tedofori che si concluderà nella capitale francese il 26 luglio

Leggerissime

Ricerca, addio allo stress con l’esercizio fisico. E si riduce del 20% il rischio cardiovascolare

Lo studio pubblicato sul Journal of the American College ofCardiology, condotto dagli scienziati del Massachusetts GeneralHospital

Chiara Ferragni torna sui social

L’influencer riappare sui suoi profili mostrandosi elegante e raffinata

 
  Diretta

Top News

Medio Oriente, droni israeliani contro base aerea in Iran nel giorno del compleanno dell’Ayatollah Khamenei

Ancora tensione nei cieli del Medio Oriente. Poco prima dell’alba italiana di venerdì Israele ha attaccato la base aerea di Isfahan, in Iran. La base…

Continua la corsa del prezzo della benzina, quasi 2 euro al litro al self. Stabile il diesel

In continuo aumento il prezzo della benzina, mentre resta stabile il diesel. Dai dati comunicati dai gestori all’Osservaprezzi del Mimit, aggiornati alle 8 del 16…

Copenaghen, incendio distrugge il palazzo della Borsa, crollata la celebre guglia

Un grosso incendio è divampato nell’edificio della Borsa nel centro storico di Copenaghen, risalente al XVII secolo, facendone crollare la famosa guglia alta 54 metri.…

Israele risponderà all’Iran, Teheran: “La replica sarà ancora più forte”. Ma Netanyahu rassicura: “Nessun pericolo per i Paesi arabi”

Netanyahu afferma che “Israele risponderà all’attacco dell’Iran” e Teheran dovrà aspettare “nervosamente senza sapere quando” accadrà. “Qualsiasi aggressione incontrerà una risposta ancora più forte”, minacciano…

Locali

Crediti d’imposta inesistenti, otto denunce e sequestri per due milioni di euro nel Foggiano

Nel Foggiano la guardia di finanza ha individuato 12 società cooperative che, attraverso l’uso di modelli F24 recanti crediti d’imposta ritenuti inesistenti, avrebbero omesso di…

Bari, estorsioni al porto di Santo Spirito, 4 misure cautelari

Estorsioni ai danni di proprietari di imbarcazioni nel porto di Santo Spirito, a Bari. Operazione antimafia all’alba di venerdì. I carabinieri, dopo un’indagine coordinata dalla…

Calcio, serie A. Il Lecce rinuncia ancora a Banda ma recupera Krstovic

Domenica si gioca sul campo del Sassuolo Procede la preparazione del Lecce in vista dell’incontro di domenica prossima sul campo del Sassuolo, con un allenamento…

Il Papa raccomanda ai vescovi pugliesi ‘affidabilità e fermezza’, l’udienza oggi a Roma

È durata un’ora e mezza l’udienza tra Papa Francesco e i vescovi pugliesi impegnati, da lunedì scorso, nella visita ad limina apostolorum che prevede il…

Made with 💖 by Xdevel