Ascolta Guarda

Lega Serie A, campionato resta a 20 squadre. Bocciata la riduzione proposta da Inter, Milan, Juve e Roma

Nei giorni scorsi i 4 club si erano rivolti direttamente al presidente della Figc per spingere sul fronte della riduzione a 18 squadre

L’assemblea della Lega Serie A ha votato a favore del mantenimento del campionato a 20 squadre. Solo quattro club, Inter, Juventus, Milan e Roma hanno votato a favore del nuovo format a 18, con 16 voti che hanno scelto di votare per rimanere a 20 squadre. 

Nella sede di via Rosellini a Milano, l’assemblea dei club della massima serie era chiamata a discutere in particolar modo dei temi legati al format del campionato e delle riforme. All’ordine del giorno erano previsti “temi federali” verso l’assemblea dell’11 marzo oltre a sponsor e diritti tv internazionali, ma è la prima riunione dopo lo strappo di Inter, Juventus e Milan che nei giorni scorsi si erano rivolte direttamente al presidente della Figc Gabriele Gravinaper spingere sul fronte della riduzione a 18 squadre del massimo campionato.

Nel corso dell’assemblea, la Lega Serie A ha inoltre approvato “il proprio documento di indirizzo contenente le proposte di riforma del calcio italiano”, ha spiegato la Lega in una nota al termine dell’assemblea. “Nel corso della stessa riunione, è stata ribadita la assoluta necessità di mantenere nello statuto federale il diritto di intesa, così come nei principali sistemi calcistici europei”, conclude la nota.

“Noi vediamo due disallineamenti tra le istituzioni e gli interessi dei club. Il primo è tra la Lega nel suo insieme e la federazione. Noi della Lega Serie A che finanziamo l’intero gioco del calcio italiano abbiamo il 12% del potere all’interno della Federazione. Questa è un’anomalia, frutto della legge Melandri, che ci crea un senso di frustrazione perenne. La nostra voce all’interno della Figc è flebile mentre dovrebbe essere forte, fortissima, visto che paghiamo tutti i conti del calcio italiano”. Così il presidente del Milan Paolo Scaroni, ospite di Rai Radio 1, sullo scontro tra Lega Serie A e Figc, prima dell’assemblea.
“Il secondo disallineamento è stato impropriamente definito tra piccole e grandi squadre. In realtà noi club che giochiamo le competizioni internazionali, che abbiamo tanti giocatori chiamati dalle nazionali lamentiamo le troppe partite. I calciatori giocano le coppe europee, le partite della nazionale, la Coppa Italia e il campionato. Tutto questo porta a un carico di partite che diventa insopportabile e che è causa di tanti infortuni”.
Poi Scaroni ha parlato del campionato a 18 squadre sostenuto proprio dal suo club, tra gli altri: “Vogliamo evitare le troppe partite. Giochiamo troppo, è un tema anche per la salvaguardia dei nostri giocatori, che sono il nostro patrimonio. Non credo che un disallineamento condizioni l’altro, sono due tematiche diverse. La Lega deve contare di più all’interno della Figc, è un tema che riguarda tutti e che deve essere corretto”.

Stefania Losito

Musica & Spettacolo

Chiara Ferragni e Fedez si sono lasciati

Lui le avrebbe rinfacciato di essere danneggiato dalle inchieste giudiziarie seguite al pandoro gate. Secondo il Corriere della Sera il rapper è andato via di…

Clara in diretta su Radio Norba

Sarà nei nostri studi giovedì, 22 febbraio, alle 12

Leggerissime

 
  Diretta

Top News

Stop cellulari e tablet nelle scuole elementari e medie anche per scopi didattici: la nuova stretta del ministro Valditara

Stretta su telefonini e tablet alle scuole elementari e medie anche per scopi didattici. Sono le nuove linee guida ministra dell’Istruzione, Giuseppe Valditara. La decisione,…

Terzo mandato, nulla da fare per i sindaci delle grandi città

Nulla da fare per il terzo mandato dei sindaci nei grandi comuni più volte chiesto anche dal sindaco di Bari e presidente dell’Anci, Antonio Decaro.…

Dani Alves condannato a 4 anni e mezzo di carcere per stupro. L’ex calciatore della Juve dovrà anche risarcire la vittima

Dani Alves è stato condannato a 4 anni e mezzo di carcere per stupro. L’ex calciatore del Barcellona e della Juventus è accusato di aver…

Navalny ucciso con un pugno al cuore. La Farnesina incontra l’ambasciatore russo. Biden insulta Putin

Un pugno al cuore. Sarebbe stato ucciso con una tecnica propria del Kgb lo storico oppositore di Vladimir Putin Alexei Navalny, in Russia, non dopo…

Locali

Xylella, individuata nuova variante nel Barese. Oggi l’ordinanza per abbattere sei alberi di mandorlo

È stato ribattezzato con il nome di “xylella fastidiosa fastidiosa” il nuovo ceppo della Xylella individuato A Triggiano, in provincia di Bari. Lo ha confermato…

Furti nei negozi in centro a Bari: preso il ladro delle “spaccate”. Sette gli episodi in un mese

L’emergenza “spaccate” a Bari. sono almeno sette i furti e tentati furti, in tutto, che la stessa persona avrebbe compiuto nel giro di un mese,…

Collaudatore 36enne muore sul circuito Porsche di Nardò: la moto si è scontrata in pista con un’auto

Stava collaudando una moto sul circuito Porsche di Nardò, nel Salento, quando si è scontrato con un’auto, con a bordo un altro collaudatore al lavoro,…

Latitante tarantino arrestato in aeroporto a Napoli, stava per volare in Spagna

Un latitante 35enne di Taranto, Giuseppe Palumbo, è stato arrestato dai carabinieri in aeroporto, a Napoli, mentre stava per imbarcarsi su un volo per la…

Made with 💖 by Xdevel