Ascolta Guarda

Musica – Keith Jarrett rompe il silenzio e parla della sua salute

Keith Jarrett racconta: ” Non so cosa mi portera’ il futuro. Quello che posso dire ora e’ che non sono un pianista”, ha confessato al “New York Times” il leggendario artista del “Concerto di Colonia” che nel 2018 ha subito due ictus, uno di seguito all’altro, col risultato che la sua apparizione a Carnegie Hall nel 2017 e’ stata probabilmente l’ultima in una lunga carriera.
Jarrett  a New York, poche settimane dopo l’insediamento di Donald Trump alla Casa Bianca, aveva aperto il concerto con un monologo indignato sullo stato della politica.
Il pianista avrebbe dovuto apparire di nuovo alla Carnegie in marzo, ma il concerto era stato cancellato per ragioni di salute allora non specificate. Oggi Jarrett ha rotto il silenzio, mentre la sua etichetta discografica, ECM, sta per far uscire la registrazione del “Concerto di Budapest” del 2016. Un ictus alla fine di
febbraio 2018, seguito da un altro a maggio. “Sono rimasto paralizzato. Il mio lato sinistro e’ ancora parzialmente paralizzato. Posso camminare con il bastone, ma c’e’ voluto oltre un anno”.
Ci sono voluti lunghi mesi di riabilitazione in una clinica.
Dopo il rientro a casa lo scorso maggio, in piena pandemia e nei giorni del suo 75esimo compleanno, Jarrett si e’ riaccostato al pianoforte suonando contrappunti con la mano destra: “Fingevo di essere Bach con una mano sola”. Piu’ di recente, cercando di suonare motivi bebop familiari, Jarrett ha scoperto di averli dimenticati. Ora che non puo’ piu’ farlo come prima, il musicista suona nei sogni, “ma non e’ come la vera vita”. Per Jarrett, che vent’anni fa torno’ a vivere e suonare dopo aver superato la sindrome da fatica cronica, e’ doloroso e “frustrante, in modo fisico”, ascoltare musica per piano a due mani: “Anche Schubert e’ troppo. Perche’ so che non lo potrei fare. Non potro’ guarire. Il massimo che potro’ fare con la mano destra e’ reggere una tazza. Cosi’ – scherza malinconicamente – non e’ ‘non sparate sul pianista’. Io sono gia’ stato sparato”.
Leggenda di famiglia vuole che il musicista di Allentown, in Pennsylvania, comincio’ a improvvisare sulla tastiera ad appena tre anni. Un cammino diventato pubblico negli anni Sessanta prima con Art Blakey e i
suoi Jazz Messengers, poi con il gruppo di Charles Lloyd in cui suonava anche Jack DeJohnette, poi con Milers Davis. Nel 1975 il suo “Concerto di Colonia” da solista divenne l’album jazz piu’ venduto della storia: un trionfo contro le avversita’, tra stanchezza, dolore fisico e la frustrazione per dover suonare su un pianoforte inferiore al prediletto Steinway.

Angela Tangorra

Musica & Spettacolo

Clementino torna sul set: il rapper alla sua seconda prova di attore

Dopo aver recitato diretto da Castellitto ne “Il materiale emotivo”, ora gira il film dedicato al mito di Lamborghini

Sport

Basket, Roberto Moraschini positivo a un controllo antidoping

Il test è stato eseguito dopo un allenamento. La sostanza è uno steroide anabolizzante

 
  Diretta

Top News

Processo ‘Ruby-ter’, assolti Berlusconi e il pianista Danilo Mariani

Il tribunale di Siena ha assolto Silvio Berlusconi nel processo ‘Ruby-ter’ perché il fatto non sussiste. L’ex premier era accusato di corruzione in atti giudiziari.…

Morta dopo vaccino AstraZeneca, i consulenti della Procura: “È stata una reazione al vaccino”

Camilla Canepa, la 18enne studentessa di Sestri Levante morta lo scorso giugno all’ospedale “San Martino” di Genova dopo essere stata vaccinata con AstraZeneca a un…

Covid, aumento di tamponi eseguiti e di positivi, ma l’incidenza in Italia resta sotto l’1%

In Italia, sono 3794 i nuovi casi di Covid. Dato in aumento rispetto ai 3702 di ieri e i 2668 di martedì. L’incremento è giustificato…

Covid, Gimbe: meno casi nelle ultime settimane ma la discesa rallenta. E’ boom di tamponi

Più tamponi analizzati (+78%), anche per l’effetto green pass obbligatorio, e meno casi di Covid 19. La Fondazione Gimbe registra la discesa dei contagi a…

Locali

Favori e regali per pilotare l’inchiesta sull’ex Ilva di Taranto, torna in libertà Enrico Laghi. E’ stato commissario straordinario dopo i Riva

E’ tornato in libertà l’ex commissario straordinario dell’Ilva di Taranto, Enrico Laghi. Era stato arrestato su disposizione della Procura di Potenza nell’ambito degli accertamenti su…

Dissequestrato l’altoforno 2 dell’ex Ilva di Taranto, al centro di diverse battaglie giudiziarie. Nel 2015, un operaio morì dopo essere stato travolto da una colata di ghisa

Il giudice del Tribunale di Taranto, Federica Furio, ha dissequestrato l’altoforno 2, dello stabilimento Acciaierie d’Italia, ex Ilva di Taranto. Il provvedimento è stato emesso…

Covid, in Puglia giù i contagi settimanali e i vaccini superano 6 milioni. Basilicata tra le regioni “verdi” europee

Lieve rialzo quotidiano dei casi da Covid in Puglia: su 21.387 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e 167 casi positivi: 37 in provincia di…

Tragedia sfiorata al porto di Bari: ferito un finanziere travolto da cancello

Un militare della Guardia di Finanza di 40 anni è rimasto ferito la notte scorsa dopo essere stato schiacciato da un cancello del varco d’accesso…

Made with 💖 by Xdevel