Ascolta Guarda

Musica e politica non vanno d’accordo. Vasco Rossi contro Salvini

Musica e politica non vanno d’accordo. Vasco Rossi contro Salvini

Il leader della Lega utilizza “C’è chi dice no” nella campagna elettorale sul referendum costituzionale e il Blasco si arrabbia. Tutti i precedenti da De Gregori a Springsteen

Musica e politica non sempre vanno d’accordo. Se è vero che “City of blinding lights” degli U2 segnò la prima vittoria di Obama alla Casa Bianca, è anche vero che tanti sono i cantanti a cui dà fastidio che le loro canzoni vengano usate per sostenere proclami politici.
Su Facebook, Vasco Rossi ha scritto: “La propaganda politica via dalle mie canzoni”, diffidando Matteo Salvini dall’usare i suoi brani. Pur non citando espressamente il leader della lega, Vasco fa riferimento alla “strumentalizzazione politica del mio brano ‘C’è chi dice no'”,utilizzato da Salvini per sostenere il no al referendum costituzionale.
La posizione dura del Blasco segue quella, decisamente più leggera, di Fabio Rovazzi, autore della canzone dell’estate 2016 “Andiamo a comandare” che commentò con ironia e sarcasmo il balletto di Salvini sulla sua musica.
Anni fa il principe della musica italiana, Francesco De Gregori, si infuriò con Bettino Craxi e nella sua «Ballata dell’uomo ragno» attaccò il «faraone» che aveva utilizzato “W l’Italia” per i comizi del Psi.
Anche in America i politici hanno qualche difficoltà a collaborare con i cantanti: i Rolling Stones, Neil Young, Adele e Queen hanno fatto rimuovere a Donald Trump le proprie canzoni dai comizi per la sua campagna elettorale per la presidenza Usa.
Altro caso passato alla storia fu quello di Ronald Reagan che, da candidato repubblicano, si attirò l’ira di Bruce Springsteen per l’uso di “Born in The Usa” come sigla delle sue convention.

Angela Tangorra

 

Musica & Spettacolo

Domani a Gravina c’è “Road to Battiti” con The Kolors

Dalle 18 il quarto appuntamento con il radio live show di Radio Norba

Yes We Work

 
  Diretta

Top News

È morto Franco Di Mare

Il popolare giornalista aveva rivelato in tv la sua malattia meno di un mese fa È morto Franco Di Mare, il popolare giornalista televisivo che…

Piogge in Veneto, rompe gli argini il fiume Muson. Isolate le abitazioni

Allerta maltempo in Veneto, dove nelle prime ore della giornata il fiume Muson dei Sassi è esondato a Camposampiero, nel padovano, in località Rustega, per…

La dura legge della par condicio, niente duello Rai Meloni-Schlein. Vespa furioso. Mentana pronto a un confronto all’americana

Il faccia a faccia da Bruno Vespa tra la premier Giorgia Meloni e la segretaria del Pd Elly Schlein non si farà. E, a questo…

Stop alle proroghe per tavolini e dehors: il ministro Urso li vuole rendere strutturali. Plauso dei commercianti, contrario il Codacons

Stop alle continue proroghe: si va verso una regolamentazione strutturale della presenza di tavolini e dehors fuori da bar, ristoranti e locali della movida nelle…

Locali

Fisioterapista ucciso a Bari, presunto omicida: “Ero lì, ma colpi di pistola partiti per sbaglio

Ha ammesso di aver avuto una colluttazione con la vittima, ma ha riferito che i colpi di pistola sono partiti accidentalmente mentre impugnava l’arma. Si…

Tenta una rapina in un negozio a Trani, ma il titolare reagisce e lo mette in fuga

A Trani, nella sesta provincia pugliese, un 30enne ha fatto irruzione a volto scoperto in un negozio di articoli sportivi, intimando di consegnargli la merce…

Pnrr, allarme dell’Ance: “In Puglia 1297 progetti non saranno finanziati”. Fitto: “Nessuna opera definanziata”

Sono 1297 i progetti del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) che in Puglia non saranno finanziati per un totale di 458 milioni di…

Lavoro, a maggio in Basilicata oltre 3mila nuove assunzioni. Il 18% sarà stabile

Saranno 3180 le nuove assunzioni a maggio in Basilicata, 160 in più rispetto al 2023. È quanto emerso dal bollettino di ‘Excelsior Informa’, redatto dall’Agenzia…

Made with 💖 by Xdevel