Ascolta Guarda

Nicolas Cage, ubriaco e molesto cacciato da un locale

La caduta della star raccontata dal Sun

L’attore Nicolas Cage è stato cacciato da un locale perché era ubriaco e molesto. Volto simbolo del cinema degli anni ’80 e ’90, il nipote di Francis Ford Coppola, è stato cacciato come se fosse l’ultimo dei senzatetto.

Come ha raccontato in esclusiva il Sun, l’attore era così sbronzo che non riusciva nemmeno ad infilare le infradito. E’ stato accompagnato fuori dal locale sotto l’occhio delle telecamere di sorveglianza e le immagini riprese hanno fatto poi il giro del mondo.

In passato aveva dichiarato che: “Il  lavoro è l’unica cosa che mi aiuta a tenermi lontano dai guai”. E la sua è stata una vita tormentata dai guai con un passato di eccessi: l’alcol, la  bancarotta finanziaria dopo aver distrutto i suoi averi per collezionare auto e acquistando jet privati, yacht, gioielli, proprietà immobiliari e opere d’arte. A questi si aggiungono gli acquisti di fumetti del valore di svariati milioni di dollari, e uno zoo di animali tra cui uno squalo, un coccodrillo e cani di razza serviti da schiere di maggiordomi. Erano celebri le feste organizzate nelle sue varie residenze ma anche gli atti di generosità. La  rivista Forbes ha inserito Cage nella lista degli attori più generosi del pianeta. Un notevole contributo ai dissesti finanziari lo hanno dato anche i suoi 5 matrimoni. L’ultimo con  è Riko Shibata, 26 anni, sposata il 16 febbraio scorso a 57 anni.

Angela Tangorra

Foto dal sito outsider.com

Musica & Spettacolo

Cannes, all’Italia il premio della giuria per “Le otto montagne”

Il film con Alessandro Borghi e Luca Marinelli vince ex-aequo con “Eo”. La palma d’oro a “Triangle of sadness”

Emma, questa sera sul palco di Vasco a Imola

La notizia data dal Kom sui social

Sport

La Roma vince la Conference League. Feyenoord battuto di misura

Decide un gol di Zaniolo nel primo tempo. Primo trofeo giallorosso per Mourinho

Milan, Ibrahimovic operato al ginocchio. Per lui uno stop tra i 7 e gli 8 mesi

Intervento programmato da tempo per risolvere l’instabilità dell’articolazione

Leggerissime

La scienza contro la dipendenza da smartphone

Stimoli e incoraggiamento per aiutare chi usa il telefono più di 5 ore al giorno

Il viaggio della musica 300x250

 
  Diretta

Top News

Guerra in Ucraina, Putin potrebbe riaprire la trattativa con Zelensky

Colloquio del presidente russo con Macron e Scholz, si cerca una soluzione anche per il grano Vladimir Putin si dice pronto a riprendere la trattativa…

Covid, dati in calo ma altri 66 morti

I nuovi positivi sono 18.255 Sono 18.255 i nuovi contagi da Covid registrati nelle ultime 24 ore. Ieri erano stati 19.666. Le vittime sono invece…

Guerra Ucraina, Kherson in mano ai russi: nessun contatto con il resto del Paese. Il viaggio a Mosca annunciato da Salvini: “Farò tutto il possibile per la pace”, ma non è in previsione

La regione di Kherson non è più ucraina: è stata occupata dalle forze russe che hanno chiuso ogni accesso al resto del territorio: lo fa…

Strage nella scuola elementare in Texas, la polizia fa mea culpa. Il padre del killer: “Doveva uccidere me”

La polizia del Texas fa mea culpa.  “E’ stato un errore non fare irruzione nell’aula” della scuola elementare di Uvalde dove Salvador Ramos ha massacrato…

Locali

Covid, in Puglia 1101 nuovi casi e 6 decessi. In Basilicata altri 175 positivi

In terapia intensiva ci sono 11 persone in Puglia e solo una in Basilicata Sono 1101 i nuovi casi da coronavirus registrati  in Puglia sui…

Deposito abusivo di alimenti e bevande a Monopoli, sequestro e multe per cinquemila euro

Un garage adibito a deposito contenente una tonnellata di alimenti e migliaia di bottiglie di vino e bevande, alcuni dei quali privi delle informazioni necessarie…

Manager russo arrestato a Bari, la Corte d’appello respinge l’estradizione: “La Russia è in guerra”

Non sarà estradato il 71enne Gennadii Lisovichenko, dirigente russo arrestato nel porto di Bari su mandato di arresto internazionale emesso dall’autorita’ giudiziaria della Federazione russa.…

Nuovo pentito nella “società” foggiana: Patrizio Villani ha deciso di collaborare con la giustizia

Patrizio Villani, 45 anni, allevatore di San Marco in Lamis legato al clan Sinesi-Francavilla, una delle tre batterie al vertice della mafia di Foggia, lo…

Made with 💖 by Xdevel