Ascolta Guarda

Crea sculture con i capelli ed entra nel Guinness dei primati

Una 50enne crea vere e proprie opere d’arte con capelli umani

Marialucia Mugno ha 50 anni vive a Padula in provincia di Salerno ed è entrata otto volte nel Guinness dei primati perché con i capelli crea vere e proprie sculture.

L’ottavo Guinness della maestra d’arte in capelli è stato conquistato per aver realizzato la scultura di capelli umani a forma di farfalla più grande al mondo, con un diametro di oltre due metri e pesante 20 kg. La scultura è stata posta sulla sua fiat 500, tutta ricoperta con trecce di capelli dalle varie sfumature di vari colori.

Proprio grazie all’idea di rivestire la sua macchina di capelli, Marialucia entrò per la prima volta nel libro dei record del mondo nel 2010. L’auto, perfettamente funzionante, è ricoperta completamente, internamente ed
esternamente, con un quintale di capelli naturali, importati dall’India, di tutte le razze dall’afro all’orientale.

La mia è una passioneafferma la maestra d’arte- che coltivo da oltre 20 anni. Mi autofinanzio e non ho alcun
scopo di lucro tant’e’ che le mie opere non sono in vendita anzi le utilizzo per raccogliere fondi per progetti legati alla donazione di midollo osseo e cellule staminali emopoietiche”.

Marialucia Mugno, è stata campionessa nazionale ed europea in acconciatura, nella sua carriera ha ideato e realizzato un migliaio di sculture in capelli raffiguranti, tra l’altro, strumenti musicali, la Torre Eiffel di Parigi, la torre di Pisa ed il Colosseo di Roma. “Il mio prossimo obiettivo è realizzare l’extension piu’ lunga al mondo sempre utilizzando capelli naturali”, ha detto.

Angela Tangorra

Musica & Spettacolo

Fedez torna sul palco

Ospite a sorpresa al concerto di Tananai. La prima volta dopo l’operazione per la rimozione del tumore

Leggerissime

Temperature alte ed estate in anticipo. Ecco Hannibal

Nei prossimi giorni in Italia, e non solo, le temperature saliranno notevolmente. Ecco le regole per combattere il caldo improvviso

Gucci, su Castel del Monte fa splendere le costellazioni

La sfilata della collezione di Alessandro Michele in Puglia incanta tutto il mondo. Guarda le foto

Il viaggio della musica 300x250

 
  Diretta

Top News

Adolescente accoltellato in aula da compagno, non è grave

Violenza a scuola. Un ragazzo di 13 anni della provincia di Napoli è stato accoltellato in aula da un compagno. Il giovane è stato accompagnato…

Covid, incidenza stabile al 13% in Italia. Cala il numero dei ricoverati

In Italia, su 335.217 tamponi processati, 44.489 sono risultati positivi. Incidenza al 13,2%, stabile rispetto a lunedì. Sono 148 i morti delle ultime 24 ore.…

Mariupol, tregua per l’acciaieria Azovstal: nella notte evacuati 264 militari ucraini

La Svezia firma la richiesta di adesione alla Nato. Putin: risponderemo all’espansione Nella notte sono stati evacuati i primi 264 militari ucraini dall’acciaieria Azovstal di…

Trova la convivente in casa con un altro uomo e l’accoltella: la ragazza è gravissima. L’uomo piantonato in ospedale

Torna a casa e accoltella la convivente, in camera da letto con un altro uomo. E’ successo nella notte tra sabato e domenica in un…

Locali

Covid, in Puglia cala l’occupazione posti letto ma resta sopra la media nazionale. Quattordici decessi nelle ultime 24 ore

L’incidenza del Covid in Puglia nelle ultime 24 ore è del 15,8%. Si registrano 3.355 nuovi casi su 21.229 test e 14 decessi. I nuovi…

Clan Moccia, resta ai domiciliari il consigliere comunale leccese Andrea Guido

Resta agli arresti domiciliari Andrea Guido, il consigliere comunale di Lecce agli arrestato dal 20 aprile scorso nell’ambito del maxi blitz anti-camorra della Procura di…

Appalti truccati, l’ex sindaco di Polignano per ora resta ai domiciliari nonostante le dimissioni. Torna libero il vicesindaco

Resta agli arresti domiciliari (per il momento) l’ex sindaco di Polignano a Mare Domenico Vitto, arrestato il 21 aprile scorso nell’ambito di una indagine su…

Fidanzati uccisi a Lecce, per la difesa De Marco è “incapace di intendere e di volere”. La sentenza il 7 giugno

Sarebbe stato “incapace di intendere e di volere”, Antonio De Marco, lo studente di Casarano reo confesso dell’omicidio dell’arbitro leccese Daniele De Santis e della…

Made with 💖 by Xdevel