Ascolta Guarda

Primo maggio, la Rai querela Fedez

Il rapper si difende: “Sono pronto ad affrontare le conseguenze”

Arriva in tribunale il caso Fedez-Rai,  scoppiato dopo le polemiche nate in occasione elle concerto del primo maggio. La Rai ha fatto sapere di voler procedere in sede penale contro il rapper “in relazione all’illecita diffusione dei contenuti dell’audio” della telefonata con i vertici di Rai3 e “alla diffamazione aggravata in danno della società e di una sua dipendente”.

La mossa è stata ufficializzata dal capogruppo della Lega in commissione di vigilanza Rai, Massimiliano Capitanio, firmatario di un’interrogazione sulla vicenda, che parla di “atto dovuto e doveroso”.

Immediata la replica di Fedez che ha dichiarato: “Sono orgogliosissimo di quello che ho fatto, lo rifarei altre mille volte”. Nelle storie pubblicate su Instagram, il rapper si dice pronto ad “affrontare le conseguenze” e accusa i dirigenti della tv pubblica di “vigliaccheria di Stato”.
Fedez, in occasione del concerto romano, fece un intervento per sostenere  il ddl Zan contro l’omofobia e l’affondo contro diversi esponenti della Lega: un discorso che la Rai avrebbe tentato di censurare, ha denunciato il rapper, postando sui social l’audio della conversazione avuta al telefono con i rappresentanti di iCompany, la societa’ organizzatrice dell’evento, e la vicedirettrice di Rai3 Ilaria Capitani.
“Sapete dov’e’ la differenza tra me e voi, amici della Rai? E’ che io la telefonata l’ho pubblicata mettendoci la faccia e pagando le conseguenze – risponde Fedez in tarda serata sui social -. Voi, che mi avete registrato a vostra volta, dirigenti della tv di Stato, l’avete data ai giornalisti che devono coprire le loro fonti, a volto scoperto. Ovviamente questo non è un illecito giuridico, pero’ vi siete parati il culo, e questa è vigliaccheria di Stato, pero’ va bene cosi’”.

Il rapper ha precisato  di non aver “pubblicato tutto quello che c’ho ancora in mano, quindi speriamo che almeno in commissione di Vigilanza Rai mi faranno parlare e dire la mia visto che c’e’ bisogno del contraddittorio”.

Il rapper non risparmia   Capitanio, che aveva definito la querela della Rai “un atto dovuto e doveroso”: “Amico Fritz della Lega, le cose che ho detto sono parole di gente del tuo partito che e’ ancora li’ dentro a fare carriera e che intervistata dopo il Primo maggio ha ribadito che i gay e i matrimoni omosessuali porterebbero all’estinzione della razza umana”.
“Noi speriamo solamente che emerga la verità: non abbiamo sete di vendetta – aveva spiegato Capitanio – e ci siamo già dichiarati disponibili ad accogliere la richiesta di Fedez di venire in audizione in Vigilanza. Quella sera sono state fatte e dette cose troppo gravi, sarebbe offensivo del nostro ruolo fare finta di niente”.

Angela Tangorra

Musica & Spettacolo

Aaron in diretta su Radio Norba

Venerdì 24 maggio alle 16 con Alan Palmieri

Ermal Meta in diretta su Radio Norba

Appuntamento mercoledì 22 maggio alle 12 con Marco e Claudia

Sport

Serie A, stasera Bologna-Juventus. Debutto di Montero sulla panchina bianconera

L’ex difensore uruguayano guiderà i bianconeri nelle ultime due partite di campionato

Calcio, il Potenza resta in serie C. Pareggio salvezza anche per il Monopoli

Fuori il Monterosi e il Francavilla: per entrambe arriva la serie D

Yes We Work

 
  Diretta

Top News

Morte Raisi, domani i funerali. Proclamati cinque giorni di lutto nazionale

Saranno celebrati domani a Tabriz i funerali del presidente iraniano, Ebrahim Raisi, morto in un incidente in elicottero insieme ad altre otto persone. Il leader…

L’Istat: “Ripresa demografica possibile, il 69% dei giovanissimi vuole figli”

Al 1 gennaio 2024 i residenti in Italia tra gli 11 e i 19 anni sono oltre 5 milioni e 140mila, ma nelle proiezioni demografiche…

Medio Oriente, il procuratore della Corte penale internazionale chiede il mandato d’arresto per Netanyahu e i leader di Hamas

Il procuratore capo della Corte penale internazionale ha chiesto alla Camera preliminare del tribunale dell’Aja di emettere mandati d’arresto nei confronti del premier israeliano Benyamin…

Tassisti, domani proclamato lo sciopero nazionale dalle 8 alle 22

I sindacati dei tassisti hanno confermato lo sciopero nazionale proclamato per domani con un’astensione dal servizio prevista dalle ore 8 alle 22. A Roma è…

Locali

Incidente a San Ferdinando di Puglia, morta la bimba di otto mesi ferita insieme alla madre

È morta la bambina di otto mesi rimasta ferita ieri, insieme alla madre, nell’incidente stradale avvenuto a San Ferdinando di Puglia, nella sesta provincia pugliese.…

Pescavano illegalmente e rivendevano oloturie, scoperto traffico internazionale a Taranto: 21 arresti

Pescavano illegalmente, lavoravano e rivendevano anche all’estero le oloturie: a Taranto, scoperta un’associazione per delinquere dedita al traffico internazionale di cetrioli di mare. I militari…

Incidenti, weekend di sangue sulle strade del Potentino: le vittime sono due centauri. Ferito un bambino di 10 anni

Due incidenti mortali in 24 ore nel Potentino. Ieri pomeriggio, un uomo di 59 anni, Vittorio Simonetti, ha sbandato con la moto e si è…

San Ferdinando di Puglia, un morto e un ferito in incidente stradale

È di un morto e un ferito il bilancio dell’incidente stradale avvenuto questa mattina sulla statale 16 bis, alla altezza di San Ferdinando di Puglia,…

Made with 💖 by Xdevel