Ascolta Guarda
Canali

Riscaldamenti, il decreto Mite per tagliare i consumi: un grado e quindici giorni in meno di accensione dei termosifoni. Italia divisa in sei zone

Ci saranno quindici giorni in meno di riscaldamento quest’inverno e una riduzione di un grado della temperatura e di un’ora al giorno. Eccezione viene fatta per ospedali, asili, piscine, saune e alcune attività industriali e artigianali a cui i Comuni “abbiano già concesso deroghe ai limiti di temperatura”, oltre che agli edifici dotati di impianti alimentati in prevalenza a energie rinnovabili. Lo fa sapere il ministero della Transizione ecologica (Mite) nel comunicare che il ministro Roberto Cingolani ha firmato il Decreto che definisce “i nuovi limiti temporali di esercizio degli impianti termici di climatizzazione alimentati a gas naturale”. Queste misure, secondo la stima dell’Enea, farebbero risparmiare 2,7 miliardi di metri cubi di gas. Per una famiglia – calcola Enea – significa avere il beneficio di tagliare la bolletta di 179 euro.

Il Piano di riduzione dei consumi di gas naturale previsto dal Mite con questo decreto posticipa di 8 giorni la data di accensione dei termosifoni e anticipa di 7 giorni lo spegnimento. Date che variano a seconda delle sei zone climatiche individuate in Italia. A Milano ad esempio anziché il 15 ottobre il riscaldamento partirà il 22 e sarà spento il 7 aprile anzichè il 15. La temperatura nelle abitazioni, che è fissata a 20 gradi per convenzione, dovrà scendere a 19.
Si ridisegna così la cartina di accensione dei riscaldamenti:


1) Zona A (costituita dal Sud Italia e dalle isole, comprese Lampedusa e Porto Emedocle): ore 5 giornaliere dal 8 dicembre al 7 marzo;
2) Zona B (comprende grandi città del Sud come Agrigento, Reggio Calabria, Messina e Trapani): ore 7 giornaliere dal 8 dicembre al 23 marzo;
3) Zona C (comprende Napoli, Caserta, Imperia, Cagliari, Bari, Lecce, Brindisi e Taranto): ore 9 giornaliere dal 22 novembre al 23 marzo;
4) Zona D (città come Roma, Firenze, Foggia, Ancona e Oristano): ore 11 giornaliere dal 8 novembre al 7 aprile;
5) Zona E (comprende Milano, Torino, Bologna, L’Aquila e Potenza): ore 13 giornaliere dal 22 ottobre al 7 aprile;
6) Zona F (Arco alpino, con città come Belluno, Trento e Cuneo): nessuna limitazione.

Michela Lopez

Musica & Spettacolo

Diodato, in arrivo il tour europeo

Saranno dieci le date tra Italia, Spagna, Germania, Francia, paesi Bassi e Repubblica Ceca

Leggerissime

Alla Casa Bianca è già Natale

La first lady presenta le decorazioni che abbelliscono la dimora presidenziale

Gli italiani si curano da soli

Il 54% quando sta male ricorre all’automedicazione

Calendario dell'avvento 2022

 
  Diretta

Top News

Smart City, niente top ten per il Sud. Foggia maglia nera, Lecce entra nella digitalizzazione. Bari prima per la crescita

Città digitali: Firenze è al top, a seguire Milano, al tap – tra le ultime sette – c’è Foggia. Nessuna città del Mezzogiorno è tra…

Frana a Casamicciola, trovati i corpi di altri tre dispersi, due uomini e una donna. Le vittime salgono a undici

Tre dispersi in meno ma tre vittime in più: sono state individuate nella zona di via Celario le salme di due dei dispersi della frana…

Ucraina, Xi Jinping: “Risolvere la crisi è interesse di tutti”. Zelensky: “Oltre sei milioni di persone senza elettricità”.

Ancora offline i siti del Vaticano, si ipotizza attacco informatico russo Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky lancia l’allarme energia in Ucraina: “Circa 6 milioni di…

Gli ascensori italiani sono i più vecchi d’Europa: il 50% ha almeno trent’anni, con alti consumi e impatto ambientale

Nei condomini italiani ci sono un milione di ascensori ma sono i più vecchi d’Europa, con consumi elevati per i condomini e un forte impatto…

Locali

Bari, il cantante neomelodico Tommy Parisi condannato in primo grado per mafia. Dovrà risarcire anche il Comune

E’ stato condannato a otto anni di reclusione per associazione mafiosa Tommy Parisi, figlio del boss del quartiere Japigia di Bari Savinuccio. Per lui anche…

Martina Franca, tre 14enni rubano un’auto e speronano i carabinieri durante un inseguimento: denunciati

Rubano un’auto, si lanciano in un inseguimento con i carabinieri e li speronano: a Martina Franca, nel Tarantino, tre minori sono stati identificati e denunciati…

Fingono in chat di essere una donna ed estorcono soldi a un foggiano: arrestato il terzo componente della banda

Una banda di estorsori fingeva di essere una ragazza albanese con cui credeva di chattare un uomo della provincia di Foggia al quale sono stati…

San Michele Salentino, coppia rapinata in casa da due uomini. I coniugi, originari del Veneto, sono stati imbavagliati e legati

A San Michele Salentino una coppia originaria del Veneto, ma residente nella città in provincia di Brindisi, è stata rapinata in casa dopo essere stata…

Made with 💖 by Xdevel