Ascolta Guarda

Alex Britti: “Amo la vita vera, non quella dei social”

Alex Britti è carico e si sta preparando alla sua estate e al suo tour che lo porterà in giro per l’Italia.
“In nome dell’amore vol. 2” è il titolo del nuovo album che continua il progetto di “In nome dell’amore vol. 1” uscito lo scorso anno: “In due dischi sono riuscito a inserire 15 canzoni, così non ne ho scartata nessuna! Nel volume uno c’era spazio all’introspezione, in questo disco ci sono canzoni più solari e spensierate”, ci spiega.
E’ un momento in cui Alex si sente più rock and roll: “Intendo il mio sentirmi rock and roll da un punto di vista dei testi…sono più immediati, c’è meno interiorità, c’è spontaneità e parlo senza girare intorno”.
Alex è una persona molto riservata e riesce a tenere ben segreta la sua vita privata: “Per sapere qualcosa di me dovreste assumere un detective e anche bravo! In realtà è semplice non far sapere cose della vita privata: basta non chiamare i giornalisti! A me non piace mettere in piazza quello che faccio: sono un musicista e non un personaggio. Nelle mie canzoni racconto molto di quello che mi succede: semplicemente ometto nomi e cognomi!”.
“E basta” è una delle tracce del cd che come racconta Alex “è un disco molto positivo”: ” Io nella canzone a questa ragazza dico voglio te e basta, capisco che hai i tuoi fantasmi…ma io voglio te. Oggi nasciamo tutti malfidati, anche chi non ha esperienza pensa di averla acquisita attraverso quello che vive su Facebook e grazie a quattro stupidi che ti scrivono cose sui social. Ma quella non è la vita vera: per aver esperienza ci vogliono i traumi. Io appartengo alla vita vera e non ai social. L’altro giorno una ragazza mi ha incontrato e si è arrabbiata con me perché mi ha detto di avermi scritto su Facebook e mi accusava di non aver risposto: ma io no sono su Facebook! Evidentemente diamo per scontato molte cose e che se uno si chiama Alex Britti sui social sia quello vero. Invece non è così. Solo di recente ho cominciato a usare Instagram per divertirmi un po’, ma più che altro perché me lo chiedono gli amici. Ma fino a due mesi fa ero Alessandro lì…e siccome non mi trovavano, allora da poco ho scelto di chiamarmi Alex anche lì”, ride. “Alessandro mi chiama solo mia mamma, qualche cugino e due tre amici di infanzia. Quella di chiamarmi Alex è stata una scelta dovuta e che risale quando a 17-18 anni ho cominciato a esibirmi nei locali e mi facevo chiamare Alex perché suonavo in America e nessuno lì riusciva a pronunciare Alessandro per esteso. Poi tornato Roma suonavo nei locali ogni sera e per i proprietari faceva più figo dire Alex invece che Alessandro”.
Alex è uno molto schietto e il testo del singolo “Speciale” che ascoltiamo in radio in questo periodo lo conferma: “Nella canzone faccio riferimento a cose che avrei lasciato a metà. Prima mi succedeva di troncare storie perchè non volevo andare avanti, magari per colpa dell’età o del carattere non avevo voglia di affrontarle in modo più serio, cosa che a volte può fare bene o male perché uno seriamente rischia di crescere a furia di condividere, ma non è una cosa scontata. Io ho scelto di non continuare e rimanere Peter Pan, perché evidentemente sentivo dentro qualcosa che mi diceva di non andare in quella direzione. Ora sì.”
In questo periodo Alex si sente può blues o rock? “Eh… forse non c’è un termine per descrivermi, però userò una metafora aiutandomi con il cibo. Quando fai una bella amatriciana metti cipolla, pomodoro, pancetta e non è che poi gli puoi dire “ma tu sei più pancetta o pomodoro?”…sono tutti quegli ingredienti messi insieme così compio sono tutti i generi insieme. Ho ascoltato blues, rock, jazz..sono Alex Britti e questa è la mia musica”.
Alex è appassionato ci cucina e ha partecipato con successo alla prima edizione di “Celebrity masterchef Italia” : “Dalla cucina pugliese ho preso in prestito fave e cicoria…buonissime e mi piace cucinarle.”

Angela Tangorra

Musica & Spettacolo

Cannes, all’Italia il premio della giuria per “Le otto montagne”

Il film con Alessandro Borghi e Luca Marinelli vince ex-aequo con “Eo”. La palma d’oro a “Triangle of sadness”

Emma, questa sera sul palco di Vasco a Imola

La notizia data dal Kom sui social

Sport

Champions League, quattordicesimo trionfo per il Real Madrid

Liverpool battuto di misura grazie a un gol di Vinicius

La Roma vince la Conference League. Feyenoord battuto di misura

Decide un gol di Zaniolo nel primo tempo. Primo trofeo giallorosso per Mourinho

Leggerissime

La scienza contro la dipendenza da smartphone

Stimoli e incoraggiamento per aiutare chi usa il telefono più di 5 ore al giorno

Il viaggio della musica 300x250

 
  Diretta

Top News

Guerra in Ucraina, Putin potrebbe riaprire la trattativa con Zelensky

Colloquio del presidente russo con Macron e Scholz, si cerca una soluzione anche per il grano Vladimir Putin si dice pronto a riprendere la trattativa…

Covid, dati in calo ma altri 66 morti

I nuovi positivi sono 18.255 Sono 18.255 i nuovi contagi da Covid registrati nelle ultime 24 ore. Ieri erano stati 19.666. Le vittime sono invece…

Guerra Ucraina, Kherson in mano ai russi: nessun contatto con il resto del Paese. Il viaggio a Mosca annunciato da Salvini: “Farò tutto il possibile per la pace”, ma non è in previsione

La regione di Kherson non è più ucraina: è stata occupata dalle forze russe che hanno chiuso ogni accesso al resto del territorio: lo fa…

Strage nella scuola elementare in Texas, la polizia fa mea culpa. Il padre del killer: “Doveva uccidere me”

La polizia del Texas fa mea culpa.  “E’ stato un errore non fare irruzione nell’aula” della scuola elementare di Uvalde dove Salvador Ramos ha massacrato…

Locali

Covid, in Puglia 1101 nuovi casi e 6 decessi. In Basilicata altri 175 positivi

In terapia intensiva ci sono 11 persone in Puglia e solo una in Basilicata Sono 1101 i nuovi casi da coronavirus registrati  in Puglia sui…

Deposito abusivo di alimenti e bevande a Monopoli, sequestro e multe per cinquemila euro

Un garage adibito a deposito contenente una tonnellata di alimenti e migliaia di bottiglie di vino e bevande, alcuni dei quali privi delle informazioni necessarie…

Manager russo arrestato a Bari, la Corte d’appello respinge l’estradizione: “La Russia è in guerra”

Non sarà estradato il 71enne Gennadii Lisovichenko, dirigente russo arrestato nel porto di Bari su mandato di arresto internazionale emesso dall’autorita’ giudiziaria della Federazione russa.…

Nuovo pentito nella “società” foggiana: Patrizio Villani ha deciso di collaborare con la giustizia

Patrizio Villani, 45 anni, allevatore di San Marco in Lamis legato al clan Sinesi-Francavilla, una delle tre batterie al vertice della mafia di Foggia, lo…

Made with 💖 by Xdevel