Ascolta Guarda

Estetista uccisa nel barese, detenuto ritratta le accuse nei confronti dell’ex amante

In tre interrogatori aveva dichiarato di aver raccolto in carcere la confessione di Antonio Colamonico, accusato dell’omicidio dell’ex amante Bruna Bovino, l’estetista italo-brasiliana di 29 anni uccisa il 12 dicembre 2013 a Mola di Bari, ma ora Domenico Rana, 25enne pregiudicato e aspirante collaboratore di giustizia, ha ritrattato tutto.

In tre diversi interrogatori, resi tra novembre 2020 e aprile di quest’anno, Rana aveva dichiarato di aver raccolto la confessione nel novembre del 2018 durante una co-detenzione insieme a Colamonico. L’uomo gli avrebbe confidato di aver ucciso Bruna Bovino per motivi di gelosia. “Ritratto tutte le mie dichiarazioni”, ha scritto il pregiudicato su un foglio di carta datato 4 giugno 2021 e del quale sono state informate le parti in occasione dell’udienza del processo d’appello-bis sul delitto. La sentenza è attesa nelle prossime ore.

Colamonico deve rispondere di omicidio volontario e incendio doloso, che secondo l’accusa è stato appiccato per cancellare le prove del delitto. Il corpo di Bruna Bovino è stato trovato semi-carbonizzato sul pavimento del centro estetico in cui lavorava dopo essere stata uccisa con 20 colpi di forbici e strangolata. Colamonico è stato condannato a 25 anni di reclusione in primo grado, nel luglio del 2015. In appello, nel novembre del 2018, è stato assolto, ma in seguito la Cassazione ha disposto un nuovo processo di secondo grado. Per lui l’accusa ha chiesto la condanna a 28 anni di reclusione.

Vincenzo Murgolo

Musica & Spettacolo

Cannes, all’Italia il premio della giuria per “Le otto montagne”

Il film con Alessandro Borghi e Luca Marinelli vince ex-aequo con “Eo”. La palma d’oro a “Triangle of sadness”

Emma, questa sera sul palco di Vasco a Imola

La notizia data dal Kom sui social

Sport

Champions League, quattordicesimo trionfo per il Real Madrid

Liverpool battuto di misura grazie a un gol di Vinicius

La Roma vince la Conference League. Feyenoord battuto di misura

Decide un gol di Zaniolo nel primo tempo. Primo trofeo giallorosso per Mourinho

Leggerissime

La scienza contro la dipendenza da smartphone

Stimoli e incoraggiamento per aiutare chi usa il telefono più di 5 ore al giorno

Il viaggio della musica 300x250

 
  Diretta

Top News

Guerra in Ucraina, Putin potrebbe riaprire la trattativa con Zelensky

Colloquio del presidente russo con Macron e Scholz, si cerca una soluzione anche per il grano Vladimir Putin si dice pronto a riprendere la trattativa…

Covid, dati in calo ma altri 66 morti

I nuovi positivi sono 18.255 Sono 18.255 i nuovi contagi da Covid registrati nelle ultime 24 ore. Ieri erano stati 19.666. Le vittime sono invece…

Guerra Ucraina, Kherson in mano ai russi: nessun contatto con il resto del Paese. Il viaggio a Mosca annunciato da Salvini: “Farò tutto il possibile per la pace”, ma non è in previsione

La regione di Kherson non è più ucraina: è stata occupata dalle forze russe che hanno chiuso ogni accesso al resto del territorio: lo fa…

Strage nella scuola elementare in Texas, la polizia fa mea culpa. Il padre del killer: “Doveva uccidere me”

La polizia del Texas fa mea culpa.  “E’ stato un errore non fare irruzione nell’aula” della scuola elementare di Uvalde dove Salvador Ramos ha massacrato…

Locali

Mezzogiorno, mons. Savino, vicepresidente Cei per il Sud a Radionorba Tv: “Il Sud deve liberarsi dalle massonerie e dalla mafia, troppa ricchezza concentrata nelle mani di pochi, ci vogliono più inclusione e fraternità”

“Il Sud deve liberarsi da alcuni mali atavici, per esempio la presenza della massoneria, l’alleanza tra le massonerie devianti e i poteri e le organizzazioni…

Covid, in Puglia 1101 nuovi casi e 6 decessi. In Basilicata altri 175 positivi

In terapia intensiva ci sono 11 persone in Puglia e solo una in Basilicata Sono 1101 i nuovi casi da coronavirus registrati  in Puglia sui…

Deposito abusivo di alimenti e bevande a Monopoli, sequestro e multe per cinquemila euro

Un garage adibito a deposito contenente una tonnellata di alimenti e migliaia di bottiglie di vino e bevande, alcuni dei quali privi delle informazioni necessarie…

Manager russo arrestato a Bari, la Corte d’appello respinge l’estradizione: “La Russia è in guerra”

Non sarà estradato il 71enne Gennadii Lisovichenko, dirigente russo arrestato nel porto di Bari su mandato di arresto internazionale emesso dall’autorita’ giudiziaria della Federazione russa.…

Made with 💖 by Xdevel