Ascolta Guarda

Fuori il M5S dalla giunta regionale pugliese. E Schlein chiede a Emiliano “un netto cambio di fase”

Il M5s è uscito dalla giunta regionale della Puglia. “Rinunciamo al nostro ruolo di governo, rimettiamo tutte le deleghe” e in questo modo “ci assumiamo la responsabilità di contribuire alla disinfestazione e all’opera di pulizia nel mondo politico”, ha detto il leader Conte in conferenza stampa a Bari, ieri. In serata, con una nota, interviene la segretaria del Pd Elly Schlein: è “forte l’irritazione” per le vicende giudiziarie che hanno coinvolto i dem negli ultimi giorni. La richiesta è di un “cambio netto di fase” ai dirigenti locali e al governatore Emiliano. L’imperativo – ragiona Schlein – deve essere tenere lontano i “trasformisti perchè la comunità democratica – che ha gli anticorpi per scardinare la cattiva politica – merita rispetto”.
A far vacillare la permanenza del M5s era stata l’inchiesta sul voto di scambio che ha coinvolto Anita Maurodinoia, in giunta con Michele Emilano (e che poi si è dimessa). Un’altra spinta l’ha data, nelle ultime ore, l’arresto per corruzione di Alfonso Pisicchio, assessore di Emiliano nello scorso mandato. Il caso Puglia si abbatte sulle prove di alleanza fra Pd e M5s. Anche perché Conte non ha risparmiato frecciate: “Non abbiamo mai imbarcato acchiappavoti, abbiamo anche noi la lista di capibastone con pacchetti precostituiti di voti che ci hanno offerto dappertutto e abbiamo sempre
rifiutato”. Dalla comunità dem è arrivata una risposta dura a Conte: “A cavalcare la tigre ci si rimane sopra – ha detto il deputatoAndrea Orlando – Il M5S ha subito il più grande fenomeno trasformistico nella scorsa legislatura da quando esiste il Parlamento”. E la deputata Paola De Micheli: “Conte non si deve permettere di parlare così del Pd”.

E se il segretario di Sinistra italiana Nicola Fratoianni – in Puglia il partito è in maggioranza – ha chiesto a Emiliano di “azzerare la giunta”, anche nel Pd c’è chi ha suggerito a Schlein di non usare mezze misure. Conseguenza indiretta delle inchieste sono state anche le dimissioni di Filippo Caracciolo della carica di capogruppo Pd in consiglio regionale in Puglia: “Ogni occasione è buona per tirare in mezzo qualcuno. Oggi è toccato anche a me” ha detto riferendosi a chi
ha ricordato il suo coinvolgimento in un’inchiesta del 2017.
Dopo la conferenza stampa, Conte è andato da Emiliano per presentargli il Patto proposto dal M5s “per il rafforzamento dei presidi di legalità, trasparenza e correttezza amministrativa”. Un incontro “disteso e cordiale”, ha detto Emiliano. Anche perché, aveva spiegato Conte, “non disconosciamo le ragioni politiche che ci hanno indotto a fare la scelta di entrare in giunta e non disconosciamo il lavoro che è stato fatto”. Il vademecum prevede anche l’istituzione di un assessorato alla legalità. Una mossa che nelle file del Pd ha fatto sorgere il sospetto a qualcuno: “Il M5s esce per poi rientrare col rimpasto e la delega alla legalità”. E c’è chi ha ipotizzato che Conte si sia deciso a ritirare le deleghe solo dopo gli arresti delle ultime ore. “Respingiamo al mittente le illazioni, non è una questione di rimpasto o poltrone, ma una scelta per la buona politica”, è la risposta dal Movimento, dove si ricorda come da giorni Conte avesse annunciato una risposta chiara. “Siamo per una politica che riacquista autonomia – ha detto Conte – che si assuma le sue responsabilità senza delegare alla magistratura”.

Stefania Losito

Sport

Roland Garros, rientro vincente per Sinner. Battuto in tre set l’americano Eubanks

L’azzurro è tornato in campo dopo l’infortunio all’anca che lo aveva costretto a saltare gli Internazionali d’Italia

Nazionale, il 3 giugno Rivera, Antognoni, Baggio, Del Piero e Totti saranno in ritiro a Coverciano

Il 31 maggio gli azzurri si raduneranno per preparare l’Europeo di Germania. Il 15 giugno il debutto contro l’Albania

Yes We Work

 
  Diretta

Top News

Medio Oriente, Israele: “Dai raid a Rafah è nato un incendio che ha ucciso i civili”. Il numero dei morti sale a 45

Le prime indagini condotte sulla strage provocata ieri dai raid israeliani su Rafah hanno mostrato che il blitz, diretto a colpire alcuni comandanti di Hamas,…

Omicidio Giulia Tramontano, Impagnatiello in aula: “L’ho colpita al collo. Ho costruito un castello di bugie”

“La persona che ero in quel periodo non è quella di oggi. Questo processo mi sta aiutando a mettere a posto dei punti che avevo…

Taxi, proclamato nuovo sciopero nazionale per il 5 e 6 giugno. I sindacati: “Dal governo nessuna convocazione”

I tassisti hanno proclamato un nuovo sciopero nazionale di 48 ore per il 5 e 6 giugno. Ad annunciarlo in una nota sono stati i…

Neonata senza vita tra gli scogli a Villa San Giovanni, indaga la Polizia

Una neonata senza vita è stata ritrovata stamattina tra gli scogli a Villa San Giovanni, in provincia di Reggio Calabria. Si trovava nelle vicinanze degli…

Locali

È morta la donna ferita durante una lite familiare nel brindisino. In carcere il cognato

È morta Irene Margherito, la 47enne di Brindisi ricoverata in ospedale a Brindisi da domenica dopo essere stata colpita alla testa da un proiettile. A…

Pnrr, insediata la cabina di regia in Prefettura a Bari

Si è insediata oggi, in Prefettura a Bari la cabina di coordinamento per il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), costituita con decreto prefettizio…

Scoperti marcatori per le malattie renali, nel gruppo internazionale di ricercatori anche un team dell’università di Bari

Un biomarcatore utile per rilevare e monitorare la cosiddetta sindrome nefrosica, ossia la presenza di proteine nelle urine, un anticorpo di cui finora non era…

Puglia, da domani il numero unico di emergenza 112 sarà attivo su tutto il territorio

A partire da domani il nuovo numero unico di emergenza 112 sarà garantito per tutta la Puglia. Verrà infatti completata, come annunciato dalla Regione la…

Made with 💖 by Xdevel