Ascolta Guarda

Giustizia, si spaccano i 5 Stelle e gli addetti ai lavori criticano la riforma

Conte contro l’accordo in Cdm, ma Grillo ha dato il via libera

E’ battaglia politica, soprattutto nei 5 Stelle, sulla riforma della Giustizia. Giuseppe Conte critica l’accordo trovato in Consiglio dei Ministri: “Bene il lavoro della Cartabia, ma siamo tornati a un’anomalia italiana”, afferma l’ex premier chiedendo “una legittima dialettica democratica in Parlamento”. Per l’intesa con Draghi e i ministri si era speso però il garante del M5S Beppe Grillo e ora si torna a parlare di scissione. In questo clima, si fa più difficile il via libera in Parlamento alla riforma: non solo alcuni nel M5s annunciano di voler cambiare il testo, anche FI e Iv preparano proposte speculari e contrarie, con un impianto più garantista. La riforma incide soprattutto sui termini di durata massima delle indagini, rimodulati a seconda della gravità dei reati. Inoltre, si stabilisce una durata massima di due anni per i processi d’appello e di un anno per quelli di Cassazione, tranne i casi particolarmente complessi. Secondo la ministra Cartabia, “non si poteva evitare di correggere gli effetti problematici della riforma Bonafede. Per questo abbiamo stabilito tempi certi e predeterminati per la conclusione dei giudizi di appello e Cassazione”.

Sulla riforma si dividono non solo la politica ma anche gli addetti ai lavori. La ministra Gelmini (Forza Italia) spiega che “abbiamo introdotto norme di maggior tutela per gli indagati, sperimenteremo la novità della giustizia riparativa e daremo un ruolo pro-attivo al Parlamento per indirizzare le politiche di contrasto al crimine”. Per il segretario Pd, Enrico Letta, è “la riforma della giustizia più importante degli ultimi 30 anni”.

Ma le critiche arrivano soprattutto dal mondo della giustizia. L’ex ministro e costituzionalista Giovanni Maria Flick sostiene che sia “un errore accanirsi sulla prescrizione”.  “Un ritorno al passato che ricicla la convenienza ad allungare il brodo finchè prescrizione+improcedibilità non intervengano inghiottendo ogni cosa”, è il commento del magistrato Giancarlo Caselli. “Se approvata, questa riforma ci esporrà a rilievi dell’Unione europea, già desumibili da pronunzie della Corte di Giustizia”, sostiene Piercamillo Davigo, magistrato ed ex membro del Csm.

Mauro Denigris

Musica & Spettacolo

Aaron in diretta su Radio Norba

Venerdì 24 maggio alle 16 con Alan Palmieri

Ermal Meta in diretta su Radio Norba

Appuntamento mercoledì 22 maggio alle 12 con Marco e Claudia

Yes We Work

 
  Diretta

Top News

Sciame sismico nei Campi Flegrei, da ieri sera oltre 150 scosse. La più forte di magnitudo 4.4

Paura nella zona dei Campi Flegrei, nel napoletano, per uno sciame sismico, che dalle 19.51 di ieri ha fatto registrare oltre 150 scosse. La più…

Morte Raisi, domani i funerali. Proclamati cinque giorni di lutto nazionale

Saranno celebrati domani a Tabriz i funerali del presidente iraniano, Ebrahim Raisi, morto in un incidente in elicottero insieme ad altre otto persone. Il leader…

L’Istat: “Ripresa demografica possibile, il 69% dei giovanissimi vuole figli”

Al 1 gennaio 2024 i residenti in Italia tra gli 11 e i 19 anni sono oltre 5 milioni e 140mila, ma nelle proiezioni demografiche…

Medio Oriente, il procuratore della Corte penale internazionale chiede il mandato d’arresto per Netanyahu e i leader di Hamas

Il procuratore capo della Corte penale internazionale ha chiesto alla Camera preliminare del tribunale dell’Aja di emettere mandati d’arresto nei confronti del premier israeliano Benyamin…

Locali

Rapinarono una donna mentre rincasava, due arresti a Bari

Avrebbero rapinato una donna nel centro di Bari, strappandole la borsa mentre stava rincasando e facendola cadere. È l’accusa che ha portato agli arresti domiciliari…

Xylella, l’Unione europea aggiunge sei Comuni pugliesi all’elenco delle aree infette

Fasano, Alberobello, Castellana Grotte, Monopoli, Polignano a Mare e Putignano. Sono i sei Comuni pugliesi che la Commissione europea ha aggiunto all’elenco delle zone infette…

Si rompe una giostra durante una festa patronale nel foggiano, feriti nove minori

Sono nove, secondo un primo bilancio, i minori rimasti feriti ieri sera a San Severo, nel foggiano, in seguito alla rottura di una giostra, che…

Incidente a San Ferdinando di Puglia, morta la bimba di otto mesi ferita insieme alla madre

È morta la bambina di otto mesi rimasta ferita ieri, insieme alla madre, nell’incidente stradale avvenuto a San Ferdinando di Puglia, nella sesta provincia pugliese.…

Made with 💖 by Xdevel